Ricetta del liquore alle giuggiole

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Le giuggiole o datteri cinesi, sono un frutto delicato dal sapore molto simile alle mele. Con le giuggiole si può ricavare un liquore dal gusto corposo e che, è ottimo per essere servito come digestivo a fine pasto. Una dose di 4 cl di liquore alle giuggiole ha un apporto nutrizionale di 187 calorie. Ma come si ottiene un liquore alle giuggiole di alta qualità? Nella guida di oggi vi spiegherò passo dopo passo la ricetta del liquore alle giuggiole. Leggete attentamente gli ingredienti e il procedimento, e cimentatevi anche voi a preparare questo delizioso liquore da servire a pranzo o a cena per digerire meglio.

27

Occorrente

  • Giuggiole 500 gr.
  • Zucchero semolato 600 gr.
  • Buccia di limone q. b.
  • Alcool a 95° 1l
  • Acqua 800 ml
  • Vaniglia 1 baccello
  • Barattolo di vetro sterilizzato a chiusura ermetica
37

Sistemazione degli ingredienti

Per preparare questo digestivo dal retrogusto un po' amaro, vi serviranno pochi ingredienti che, troverete in questa guida. Innanzitutto, preparate tutti gli ingredienti necessari e gli attrezzi da cucina sul tavolo. Pesate con particolare attenzione ogni ingrediente per la buona riuscita della ricetta e, giungete al secondo passaggio.

47

Macerazione giuggiole

Per prima cosa, lavate le giuggiole in acqua fredda. Fatele sgocciolare ben bene. Togliete i noccioli e tagliate a pezzi una parte di esse, lasciando intera l'altra parte. Poi, prendete un barattolo di vetro sterilizzato con chiusura ermetica e versatevi le giuggiole, la scorza di limone, il baccello di vaniglia e ricoprite con l'alcool a 95°. Richiudete il barattolo e lasciatelo riposare per circa 10-15 giorni. Ricordatevi di agitarlo almeno una volta al giorno. Trascorso il tempo necessario, occorre pigiare le giuggiole con una forchetta.

Continua la lettura
57

Preparazione sciroppo

In questo ultimo passaggio, vi spiegheremo come preparare lo sciroppo. Prendete un pentolino e mettete i 600 gr. Di zucchero semolato con gli 800 ml di acqua. Fate cuocere a fiamma bassa. Quando lo zucchero sarà completamente sciolto, potrete togliere il pentolino dal fuoco. Lasciate raffreddare per un po'. Successivamente, prendete le vostre giuggiole macerate e versatevi il contenuto del pentolino, ormai freddo. Richiudete nuovamente il recipiente, e fate riposare il tutto per almeno una settimana. Trascorsi questi sette giorni, dovrete filtrare il liquore di giuggiole e travasarlo in una bottiglia. Se avete seguito con attenzione tutti i passaggi di questa ricetta, il vostro liquore alle giuggiole è pronto per essere servito freddo alla fine del pasto. Una ricetta semplice, anche se la preparazione richiede un po' di tempo per la macerazione delle giuggiole, ma il risultato vi lascerà soddisfatti. Che aspettate? Preparate il vostro liquore e buona digestione!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Le giuggiole devono essere mature al punto giusto e prive di ammaccature.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Ricetta: liquore al cioccolato aromatizzato al peperoncino

Il liquore al cioccolato aromatizzato al peperoncino è un alcolico estremamente delizioso e perfetto se abbinato al gelato, al caffé, o sorseggiato così com'è. La ricetta che vedete riportata qui di seguito contiene circa il venticinque per cento...
Vino e Alcolici

Ricetta: liquore ai frutti rossi e ananas

Un'idea per preparare un liquore a base di frutta, specie in estate che se ne dispone di diverse qualità e quantità, è quella di farlo per esempio ai frutti rossi e ananas. Solitamente è una variante a cui non pensiamo, quindi oltre che disporre di...
Vino e Alcolici

Ricetta: liquore al melograno e fichi

I liquori realizzati con la frutta sono sempre deliziosi perché uniscono alla forza dell'alcool l'aroma delizioso delle mele, dell'uva o degli altri prodotti della natura che vengono utilizzati. In questa utilissima guida vi insegno a confezionare uno...
Vino e Alcolici

Ricetta: come fare il liquore di corbezzolo

Conosciuto più per il miele che se ne ricava tramite i suoi bellissimi fiori, il corbezzolo è il frutto di ciò che viene anche chiamato "l'albero d'Italia" per la diffusione che questo arbusto ha nel nostro paese, soprattutto in Sardegna e nelle Marche....
Vino e Alcolici

Ricetta: liquore di uva fragola

Dolcissima e profumata, l'uva fragola è una vera e propria prelibatezza da gustare acino dopo acino! Conosciuta anche come Uva Americana o Isabella, l'uva fragola affonda le sue radici in tempi lontani. Il caratteristico profumo inebriante e il sapore...
Vino e Alcolici

Ricetta: liquore fatto in casa

Il liquore fatto in casa non è una ricetta che necessita di una grande esperienza culinaria. In questo caso, dovrete solo recarvi in campagna e raccogliere qualche ciuffo di finocchio selvatico secco. Una volta raccolto, andrà fatto seccare per poi...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore alla banana

Il liquore è un alcolico molto forte che spesso si usa per accompagnare i dolci dopo cena. Proprio per la sua caratteristica di essere fortemente alcolico non è sempre gradito da tutti.Esistono moltissimi gusti di liquori e moltissime gradazioni. Ad...
Vino e Alcolici

Come preparare liquore di vaniglia

Le bacche di vaniglia rappresentano un valido rimedio per lo stress e l'insonnia. Hanno infatti potere antiossidante per le cellule e sono anche un ottimo afrodisiaco. Ecco perché è da sempre possibile preparare numerose ricette a base di vaniglia,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.