Ricetta delle cozze alla marinara

tramite: O2O
Difficoltà: media
Ricetta delle cozze alla marinara
16

Introduzione

Se facessimo una lista con le pietanze più buone a base di mare, la ricetta che troveremmo certamente al primo posto sarà quella che vede come protagoniste le cozze alla marinara. Questo piatto assolutamente squisito, preparato principalmente nelle zone costiere, è accompagnato generalmente dallo spaghetto. Per la sua preparazione è notoriamente un piatto semplice, ma se deciderete di pulire voi stessi le cozze, risulterà un'operazione decisamente noiosa e faticosa. Se avete ospiti a cena e desiderate non fare brutta figura, proponendo un piatto molto gustoso, la scelta giusta è questa ricetta! Qui di seguito vi verrà spiegata la ricetta delle cozze alla marinara.

26

Occorrente

  • Cozze fresche
  • Prezzemolo tritato
  • Vino bianco da cucina
  • Olio
  • Aglio
36

Iniziate la preparazione di questa delizia pulendo le cozze. Prendetene una alla volta e procedete strappando via la barbetta che fuoriesce dal guscio. Aiutandovi con una retina di metallo, o con un coltello seghettato, raschiate via con molta attenzione i possibili residui situati sul guscio, fino a farlo risultare ben pulito e lucido. Durante questa operazione, se per caso trovate cozze con il guscio rotto o magari non riuscite ad aprirne alcune, gettatele subito via, in quanto non sono buone da mangiare e vi farebbero certamente male. Completata questa operazione, mettetele in un recipiente per dar loro un'ultima sciacquata.

46

Continuate il procedimento lavando accuratamente il prezzemolo e tritandolo fino ad ottenere un paio di cucchiai di trito. In una padella antiaderente, grande abbastanza per poter contenere tutti i molluschi, versate circa quattro o cinque cucchiai di olio. Aggiungete l'aglio schiacciato, tagliato a pezzetti, tritato o intero; se non desiderate trovarlo nel piatto, potete decidere di toglierlo dopo averlo utilizzato. Fate soffriggere l'aglio e successivamente aggiungete le cozze che avevate precedentemente pulito.

Continua la lettura
56

Quando noterete che con il calore i gusci inizieranno a schiudersi, sfumate con il vino bianco da cucina. Aggiungete il prezzemolo tritato. A questo punto potete coprire la padella con il coperchio per permettere una corretta apertura di tutti i gusci; generalmente ci vogliono tra i 5 e i 10 minuti. Una volta che questo sarà avvenuto, lasciate le cozze a cuocere ancora per qualche minuto, in modo che rilascino il loro sapore anche nel sughetto che si sarà formato. A questo punto spegnete la fiamma e mettete le cozze nei piatti o in un vassoio unico. Cospargetele di pepe e servitele finalmente in tavola, mettendo a disposizione olio e limone, senza dimenticarvi di almeno un contenitore dove buttare i gusci vuoti.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non occorre sale, perchè le cozze sono già abbastanza salate in sè
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: cozze al limone

Le cozze sono molluschi particolarmente apprezzati in cucina. Versatili, ricchi di proteine, ipocalorici e digeribili, forniscono all’organismo vitamine del gruppo B e sali minerali, come iodio, magnesio e ferro. Per questi e tanti altri motivi vengono...
Pesce

Ricetta: zuppa di cozze allo zafferano

Per la loro economicità le cozze, questi frutti di mare gustosissimi, hanno un sicuro successo nella tavola degli italiani. Generalmente prima di cucinarle è indispensabile pulirle accuratamente. Solitamente le cozze che andiamo a comprare dal pescivendolo...
Primi Piatti

Ricetta: gnocchi alla marinara

Un'ottima alternativa a un piatto di pasta o di riso, può essere un bel piatto di gnocchi. Questi solitamente vengono conditi con un sugo semplice preparato con salsa di pomodoro, con del pesto o ai quattro formaggi. Quasi mai invece vengono abbinati...
Pesce

Come cucinare le cozze

Le cozze sono dei molluschi molto utilizzati in cucina, ma il loro consumo richiede particolari precauzioni, in quanto molto spesso sono un vero e proprio deposito di virus e batteri portatori di malattie infettive come il tifo, il colera e l'epatite...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa di pesce

La zuppa di pesce è una ricetta figlia della tradizione povera, preparata con il pescato invenduto o con gli scarti. Ciononostante è un piatto prelibato, ricco dei sapori e dei profumi legati al mondo del mare. La zuppa di pesce è perfetta per portare...
Antipasti

Cozze all'arancia e zenzero

Le cozze sono tra i frutti di mare più deliziosi che si possano trovare in diversi menù a base di pesce. Questo genere di mollusco racchiuso in un consistente guscio di colore nero si presta grandiosamente a qualsiasi tipologia di ricetta culinaria....
Primi Piatti

Ricetta: spaghetti al sugo di cozze e vongole

La ricetta che presentiamo oggi è un classico della cucina. Dalla semplice esecuzione, ma dal gusto veramente speciale. Porterà sulle nostre tavole i profumi ed i sapori del mare. Una ricetta sicuramente gradita a tutti, con due ingredienti di grande...
Primi Piatti

Ricetta: pasta con cozze e peperoni

La pasta con le cozze è da sempre un piatto tipico della cucina italiana, molto amato. Esso presenta tante varianti e oggi ve ne consiglio una in particolare: pasta con le cozze e i peperoni. L'abbinamento di questa ricetta è davvero insolito, ma non...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.