Ricetta: fettuccine ai ricci di mare e nero di seppia

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le ricette a base di pesce sono davvero tantissime, grazie anche all'abbondanza ed alla freschezza del pesce pescato nei mari italiani. Tra i frutti di mare più apprezzati, specialmente nel sud Italia, troviamo i ricci di mare. Questi sono buonissimi crudi, appena pescati e sciacquati direttamente con acqua di mare. Pochi sanno che invece sono anche molto gustosi da mangiare come condimento per la pasta. L'unico problema è che bisogna pulirli uno alla volta per estrarre la polpa, operazione che può risultare molto noiosa. Questa guida si propone appunto di illustrarvi la seguente ricetta: fettuccine ai ricci di mare e nero di seppia.

25

Occorrente

  • Per la pasta: 500gr di farina; 150gr di uova; 60gr di aqua; nero di seppia.
  • Per il condimento: 100gr di polpa di ricci; olio extravergine di oliva; aglio; erba cipollina; prezzemolo
35

La prima cosa da fare è ovviamente quella di realizzare le nostre fettuccine. Queste possono tranquillamente essere acquistate in un supermercato, ma ovviamente se vengono fatte in casa sono molto più saporite. Per fare la fettuccine, occorre impastare della farina di semola di grano duro insieme alle uova, all'acqua e al nero di seppia. Una volta ottenuto un composto omogeneo, stendetelo su un piano con il mattarello. A questo punto potete utilizzare il rullo per le fettuccine, oppure potete tagliarle con un coltello. Siate abbastanza precisi, in modo da farle venire tutte uguali. Una volta terminato, mettetele da parte e passate alla preparazione del condimento.

45

La parte più noiosa nella preparazione di questa ricetta è quella di sgusciare i ricci. Munitevi di pazienza e tagliate i ricci a metà con una forbice. Con un cucchiaino estraete la polpa e mettetela da parte. Fate attenzione a non pungervi, le spine dei ricci sono molto dolorose. Prendete una padella e versate dell'olio, facendolo scaldare sul fornello. Fateci rosolare dell'aglio e, se gradite, delle foglie di erba cipollina. Al posto dell'erba cipollina, potete usare del rosmarino (senza però esagerare). Nel frattempo, mettete il tegame con l'acqua salata a dovere su un fornello grande e aspettate che cominci a bollire. Versate la pasta e fatela cucinare a dovere.

Continua la lettura
55

Una volta scolata la pasta, potete far soffriggere la polpa dei ricci insieme all'olio e all'aglio. Versate poi le fettuccine nella padella e fate saltare il tutto per qualche minuto. Una volta che la pasta sarà mantecata al punto giusto, non vi resta che impiattare. Volendo è possibile unire alla pasta un cucchiaio di ricotta fresca. Per dare un tocco in più, tritate del prezzemolo fresco e versatelo su ogni piatto. Accompagnate il tutto con del buon vino bianco.  

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: tagliolini al nero di seppia con panna e salmone

Le calde sere d'estate sono la cornice perfetta per esplorare nuovi sapori e profumi. Per una cena elegante, magari nella tiepida aria serale, perché non lasciarci ispirare dei sentori marini del nero di seppia e del salmone? I tagliolini al nero di...
Primi Piatti

Ricetta: bucatini ai ricci di mare e prezzemolo

Oggi vi spiegherò come preparare una deliziosa ricetta, tutta siciliana. Infatti, il protagonista di questo piatto prelibato sarà proprio il mar mediterraneo che con i suoi frutti (di mare) ha reso questa ricetta una semplice bontà. Semplice, leggera...
Primi Piatti

Come fare il risotto al nero di seppia

Il risotto al nero di seppia è un delizioso primo piatto di mare. Questo piattoè molto originale ed oltre che molto gustoso, è anche molto estetico. Il nero di seppia viene ricavato, appunto, dalla seppia ed è quello che comunemente viene detto inchiostro....
Primi Piatti

Ricetta: spaghetti ai ricci di mare con pomodoro

Se siete alla ricerca di un primo piatto veloce da preparare, gustoso e che, allo stesso tempo, contenga tutto il profumo e il sapore del mare, questa ricetta farà, senza dubbio, al caso vostro. Infatti, nei successivi passaggi di questa guida, vi spiegherò...
Primi Piatti

Ricetta: scialatielli ai ricci di mare con peperoncino fresco

Se siete alla ricerca di un piatto di mare semplice da preparare ma di grande effetto, potete orientarvi sui ricci. Il loro sapore intenso ma al contempo delicato, è adatto per un primo piatto da leccarsi i baffi. Lungo i passi di questa guida vorremmo...
Primi Piatti

Ricetta: gnocchetti sardi ai ricci di mare

Siete stanchi della solita pasta e per una volta volete cucinare qualcosa di diverso? Una delle ricette più apprezzate è sicuramente quella degli gnocchetti sardi ai ricci di mare. Poi si divide l'impasto in tante parti, successivamente schiacciati...
Primi Piatti

Come cucinare la pasta al nero di seppia

Come amano affermare i più grandi cuochi del mondo: in cucina bisogna osare. Questa frase può benissimo comprendere la preparazione di pietanze insolite e azzardate, come la pasta al nero di seppia. Purtroppo in commercio questa tipologia di alimento...
Primi Piatti

Come fare le tagliatelle al nero di seppia e carciofi

Un piatto d'origine tipicamente mediterranea è la ricetta delle tagliatelle al nero di seppia e carciofi. Essa raccoglie i profumi ed i sapori sia della terra e sia del mare; è considerato, per la sua ricchezza delle sue componenti, è considerato un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.