Ricetta: frittelle dolci ai fiori di zucca

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I fiori di zucca sono un alimento prelibato che ci offre la natura; essi hanno un gusto delicato e sono ideali per essere fritti. Molto conosciuti sono i fiori di zucca pastellati e fritti nella versione salata, ma essi sono ottimi anche per la preparazione di gustose frittelle dolci. Prepararle è molto facile e costituiscono una sana merenda. Gli ingredienti che occorrono non sono molti; leggendo questo tutorial si possono avere dei consigli sulla ricetta: frittelle dolci ai fiori di zucca.

25

Occorrente

  • 100 g di fiori di zucca
  • 2 uova
  • 100 g di farina di riso
  • 100 ml latte
  • 60 g di zucchero a velo
  • 20 g di zucchero a velo per decorare
35

La preparazione dei fiori di zucca è fondamentale per la ricetta. All'inizio bisogna pulire i fiori di zucca; eseguendo questa operazione occorre togliere tutti i pistilli, altrimenti questi ultimi danno ai fiori un sapore amaro. Durante la fase di pulitura bisogna toccare la materia prima il meno possibile per non sciuparla. Se è necessario bisogna soffiare all'interno dei fiori fino a quando non si aprono. Dopo aver pulito i fiori occorre saltarli in padella con un cucchiaino di zucchero e con un pizzico di cannella. Questo procedimento deve durare soltanto un minuto e non bisogna farli appassire troppo. A questo punto occorre frullarli con il latte fino a quando non si ottiene un composto cremoso.

45

Ora che abbiamo pronta la crema di fiori di zucca si può procedere alla realizzazione delle frittelle dolci. Sbattiamo 2 uova intere con lo zucchero fino a quando il composto non diventa spumoso e poi aggiungiamo la crema di latte ed i fiori di zucca. Infine, incorporiamo la farina di riso passandola per un setaccio e sbattendo con le fruste per evitare che l'impasto diventa grumoso. In queste frittelle viene utilizzata la farina di riso per non intaccare il gusto delicato dei fiori di zucca. Per quanto concerne la consistenza si può variare a seconda se le frittelle piacciono più "croccanti" o più morbide. A questo punto amalgamiamo il tutto e facciamo riposare in frigo per circa un'ora.

Continua la lettura
55

L'ultima fase della preparazione riguarda la frittura. È opportuno sapere che per una buona frittura occorre un olio ben caldo. Per le frittelle dolci è consigliabile utilizzare un olio anch'esso molto delicato: ad esempio l'olio di soia è perfetto. Dopo che l'olio è stato portato ad ebollizione formiamo delle palline con 2 cucchiai oppure versiamo semplicemente l'impasto nell'olio caldo fino a quando non diventa dorato. A questo punto togliamo le frittelle e le passiamo nello zucchero a velo, poi le facciamo raffreddare e le mangiamo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Ricetta: frittelle dolci all'arancia

Per preparare una colazione veramente speciale, un simpatico e saporito brunch oppure una merenda gustosa per grandi e piccini, ecco una ricetta davvero golosa simile a quella dei famosi pancakes dolci ma dal sapore più fruttato e fresco. Questa ricetta...
Dolci

Come preparare le frittelle dolci senza uova

Le frittelle dolci senza uova, sono una variante più leggera delle frittelle classiche. Realizzarle senza uova, è utile per chi è intollerante a questo ingrediente, o per chi desidera realizzare qualcosa di buono, ma allo stesso tempo leggero. La preparazione...
Dolci

Come preparare le frittelle dolci di zucchine

Tutti conosciamo il sapore dolce delle zucchine, ma pochi le usano per preparare dei dolci. In realtà esistono alcune ricette tradizionali, come quelle sarde, in cui invece sono la base per delle golose frittelle, buone a fine pasto o per un aperitivo....
Dolci

I dolci con la zucca per Halloween

La zucca è un alimento molto mangiato in Italia, in particolare al sud, grazie alle proprie incontrastabili proprietà benefiche, il buonissimo sapore e la lunga conservazione che se ne può fare. Con la zucca si possono preparare risotti, paste ripiene,...
Dolci

Ricette dolci con la zucca

La zucca è un ingrediente che inizia a far parte delle nostre tavole a partire da settembre o ottobre. Seminata a marzo, aspettiamo con ansia che cresca per poterci sbizzarrire in cucina sfruttando la sua versatilità culinaria e la sua dolcezza. Dall'antipasto...
Dolci

Ricetta: frittelle di Carnevale

Carnevale è la festa più scherzosa dell'anno. Tra coriandoli, stelle filanti e maschere si assiste a un trionfo di travestimenti! Proprio per questo motivo è la festa più amata dei bambini. Le sue origini si perdono nel tempo e fra feste di sagra...
Dolci

Ricetta: frittelle di carnevale con fiocchi di patate

Durante le tradizionali feste italiane, il consumo (e l'abuso) di dolci sembra quasi inevitabile. Le celebrazioni sono un'ottima scusante per concedersi qualche peccato di gola in più. Ciambelle, frittelle e pasticcini sono delizie irresistibili per...
Dolci

Le migliori ricette di dolci con la zucca

È certo che in cucina si sviluppano tante vivande dolci e salate, grazie svariati ingredienti, alcuni dei quali potrebbero apparire adatti solo per preparare alcune pietanze, senza tener conto che, in realtà servono per elaborare anche quel che pensavamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.