Ricetta: galantina di pollo

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
Ricetta: galantina di pollo
16

Introduzione

In questa guida vogliamo proporre una nuova ricetta e cioè quella della galantina di pollo. È un piatto di sicuro effetto, che potete comodamente preparare anche con un giorno di anticipo per per essere di compagnia durante la vostra cena e non sparire tra i fornelli. Pur essendo una ricetta abbastanza laboriosa, la sua realizzazione non è difficilissima: vediamo come fare in questa guida.

26

Iniziare il lavoro

Il procedimento per preparare questo delizioso piatto è di media difficoltà ma con un pochino di pazienza riuscirete a portare a termine il vostro lavoro. Per prima cosa tagliate a cubetti il pollo e marinatelo nel marsala per almeno una notte (se avete fretta il minimo per la marinatura è di mezz'ora altrimenti non si impregnerà completamente del sapore intenso del marsala).

36

Tagliare a cubetti

Tagliate a cubetti di circa 4 centimetri il prosciutto e la mortadella e togliete il pollo dalla marinatura scolandolo per bene. In una ciotola capiente mettete i cubetti di pollo (appena marinati), di prosciutto e di mortadella, il macinato di vitello, il parmigiano e i pistacchi. Aggiungete le uova, il sale, il pepe e una generosa grattata di noce moscata. A questo punto mescolate bene il composto con le mani fino a quando tutti gli ingredienti non siano ben amalgamati.

Continua la lettura
46

Dare la forma

La galantina deve avere una forma tondeggiante o a mezzaluna quindi deve essere cotta in uno stampo cilindrico in modo da conferirle la classica forma richiesta. Ricordate di ungere il contenitore con del burro o dell'olio per non rischiare che la galantina resti attaccata. Aiutandovi con un cucchiaio riempite lo stampo prestando attenzione a pressare bene il composto.

56

Chiudere bene

Dopo aver completato l'operazione chiudete bene l'apertura con dell'abbondante pellicola trasparente. Ponete il tutto in una pentola capiente e riempitela di acqua o di brodo vegetale senza superare la parte superiore del contenitore. Cuocete a bagnomaria per circa un'ora e mezza.

66

Togliere dal contenitore

Quando la galantina sarà cotta, togliete il contenitore dalla pentola e lasciatela raffreddare un po'. Una volta tiepida, sfilate delicatamente la galantina dal suo stampo e ponetela a raffreddare in frigo per 4 ore. Per la gelatina che accompagnerà la galantina, potete utilizzare gli appositi preparati che si trovano in commercio: seguite le istruzioni per la preparazione e versatela in uno stampo della forma che preferite. Anche questa andrà fatta raffreddare in frigorifero. A questo punto della guida vi auguro sinceramente buon lavoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Carne

Come preparare la mortadella in casa

Realizzare dei salumi in casa è un qualcosa di molto bello e divertente che, in tempo di crisi, vi permette anche di risparmiare un po' di denaro. Tra i vari salumi che è possibile realizzare in casa, ne esistono alcuni molto buoni ed invitanti che,...
Pizze e Focacce

Ricetta: piadina con mortadella, pera e gorgonzola

All'interno di questa guida andremo a parlare di cucina. Lo faremo, in questo caso specifico, per illustrare una ricetta inerente all'elemento base della piadina. Andremo a ripercorrere tutta la preparazione della piadina con mortadella, pera e gorgonzola....
Antipasti

Come preparare i fagottini mortadella e provola

La bella stagione ormai è arrivata e sempre più spesso organizziamo dei pranzi veloci e degli aperitivi con gli amici: un'ottima occasione per preparare dei rustici semplici e veloci come quelli che vi propongo oggi. Sto parlando dei fagottini mortadella...
Primi Piatti

Come preparare i sedani con mortadella e peperoni

Ci sarà sicuramente capitato, almeno una volta, di non sapere cosa preparare perché non si ha voglia di mangiare sempre le solite pietanze. Grazie ad internet, anche se non siamo degli esperti di cucina, potremo riuscire facilmente a preparare pietanze...
Carne

Come preparare le cotolette con mortadella

Avete mai provato le cotolette di mortadella? Si tratta di due fette di carne di vitello che racchiudono una fetta di mortadella. Come se fosse un panino. Meglio ancora, come se fosse un cordon-bleu! Infatti sono un'ottima alternativa a questo tipo di...
Antipasti

Come fare le polpettine di mortadella e scamorza

Le polpettine di mortadella e scamorza sono un piatto gustoso ed invitante. Sono perfette come antipasto per una cena tra amici. Potete presentarle anche ad un aperitivo assieme ad un tagliere di salumi e formaggi freschi. Sono ottime persino come secondo...
Carne

Come preparare le polpette di mortadella

Se volete servire qualcosa di goloso durante l’aperitivo oppure desiderate preparare uno sfizioso antipasto, ecco a voi le polpette di mortadella. Sono molto semplici da realizzare e piacciono sempre sia agli adulti che ai bambini. Per velocizzare la...
Primi Piatti

Come preparare i ravioli di patate e mortadella

I ravioli sono soltanto alcuni tra i tanti tipi di pasta fresca fatta in casa. La loro bontà è resa tale grazie ai diversi metodi di farcitura, e tra questi, ne esistono alcuni poco conosciuti, ma ugualmente gustosi. Parliamo infatti, di patate e mortadella...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.