Ricetta: graffe napoletane

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Le graffe sono un dolce tipico napoletano, molto gustoso e ideale da mangiare sia a colazione o anche come merenda. La preparazione non è complica, quindi anche chi non è molto abile nell'arte pasticciera può farle con pochi e semplici ingredienti. Seguendo con attenzione la ricetta che vi illustrerò, riuscirete a realizzare questo particolare dolce.

26

Occorrente

  • 500 grammi di farina
  • 50 grammi di patate
  • 100 grammi di burro
  • 4 uova intere
  • Sale un cucchiaio
  • due cucchiai di zucchero per l'impasto e 150 grammi a parte per la decorazione
  • Lievito di birra
  • Olio per friggere
36

Pelate le patate

Innanzitutto bisogna procurarsi tutti gli ingredienti da acquistare presso un supermercato, e anche gli utensili. A questo punto si può iniziare la lavorazione. Prendete delle patate e mettetele in una pentola con dell'acqua e fatele cuocere per circa un'ora, e ogni tanto controllate con una forchetta il grado di cottura. Quando entra nella patata, allora significa che ha raggiunto la giusta cottura. Adesso poggiatele in una terrina e pelatele ancora calde altrimenti la buccia diventa difficile toglierla, e schiacciatele con lo schiacciapatate. In un altro recipiente invece mettete le uova e lo zucchero, e continuate a mescolare fino a quando si formerà una crema densa.

46

Lavorate l'impasto

Proseguite prendendo un pentolino, e versate mezzo bicchiere d'acqua e fate riscaldare su di un fornello a fiamma media. Aggiungete il lievito di birra girando con un cucchiaino, e fate in modo che non si formino grumi. Adesso mescolate le patate schiacciate al composto di zucchero, uova, sale e lievito ma quest'ultimo però sciolto in precedenza in mezzo bicchiere di acqua tiepida e della farina. A questo punto lavorate l'impasto, aiutandovi con la farina. Impastate delicatamente per rendere la pasta liscia ed elastica. Formare una palla, tenendo cura di non lavorarla per troppo tempo. Proseguite formando dei bastoncini di circa 15 cm di lunghezza, e chiuderli poi ad anello. Quindi lasciateli crescere per circa un'ora coperti da un canovaccio di cotone. Raddoppiati gli anelli di spessore, mettete sul fornello una pentola capiente. Riempitela con abbondante olio di semi, ed appena raggiungerà l'ebollizione versate le graffe.

Continua la lettura
56

Friggete le graffe

Friggete le graffe tre alla volta per circa 5 minuti, ma avendo l'accortezza di girarle ogni tanto, finché avranno un colore dorato. Nel frattempo che friggono, pestare con un mortaio dello zucchero e versatelo in un piatto da portata. Dopo cotte, toglietele dalla padella con un cucchiaio forato e mettetele ad asciugare su un foglio di carta da cucina. Dopo averle ben assorbite, passatele nello zucchero e servitele per ogni ospite tiepide accompagnate da un bicchiere di liquore secco.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • lavorare l'impasto delicatamente aiutandosi con la farina per evitare che s'incolli alla tavola

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare le sfogliatelle napoletane

Oggi parliamo di un dolce tradizionale della pasticceria napoletana; ci riferiamo alle saporite sfogliatelle napoletane. Questa squisitezza ha le sue origini nel monastero di Santa Rosa d’Amalfi, per merito delle suore. All'inizio questo dolce veniva...
Dolci

10 dolci fritti per Carnevale

Le prime cose che vengono in mente quando si parla di Carnevale sono le maschere, i coriandoli e le frittelle. Questo è infatti il momento più goloso dell'anno poiché in ogni regione è consuetudine gustare le prelibatezze tipiche di questo periodo....
Dolci

Come fare i dolci fritti

I dolci fritti sono, senza alcun dubbio, squisiti: il profumo accattivante di graffe, bomboloni, zeppole e frittelle si spande e inebria l'olfatto prima ancora che il palato. Anche la vista è appagata davanti ai piatti ricolmi dei dolci fritti dorati...
Dolci

Ricetta natalizia col Bimby: casetta di pan di zenzero

La casetta di pan di zenzero è un dolce tradizionale natalizio. Tipico del Nord Europa e degli USA, viene molto apprezzato da grandi e piccini, ma la preparazione richiede tempi abbastanza lunghi. Tuttavia col Bimby il lavoro viene notevolmente alleggerito....
Dolci

Ricetta: torta di noci e caffè

Quando si hanno degli ospiti a cena una buona idea è quella di preparare una torta che stuzzichi il palato degli invitati. Di seguito approfondiremo la preparazione della ricetta della torta di noci e caffè. Il sapore di questa torta ricorda molto quello...
Dolci

Ricetta: muffin al cioccolato bianco

In questa guida vi spiegherò in tre semplici passi come eseguire una ricetta a dir poco fantastica e golosa: muffin al cioccolato bianco. Si tratta di una ricetta ottima per la merenda, un pasto delicato e genuino. Quindi basta perderci in frivole chiacchiere...
Dolci

Ricetta: baci di dama alla nutella

Se siete amanti dei dolci non potete rinunciare alla ricetta di oggi. I baci di dama sono un dolce di origine piemontese. Il nome deriva dalla forma assunta da questo dolce. Infatti le due cupolette di pasta ricordano da vicino due labbra che baciano....
Dolci

Ricetta: biscotti al vino

Per preparare i biscotti al vino potete procedere sia con la ricetta veloce che con la ricetta lunga. Volete improvvisare un dolcetto rapido per una cena all'ultimo secondo o dovete fare un figurone per stupire gli ospiti a fine cena? A voi la scelta!...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.