Ricetta: i tori dango

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se intendete preparare una cena con qualcosa di particolare per stupire gli ospiti, potete elaborare un piatto davvero semplice e dal gusto esotico ossia i tori di dango. Si tratta infatti di una ricetta originaria giapponese, di cui l'ingrediente principale è il pollo, arricchito da diverse spezie. In riferimento a ciò, vediamo come elaborare questo secondo a base di carne unico ed originale nel suo genere.

25

Occorrente

  • Pollo con pelle 400 gr.
  • Porro 2
  • Sale q.b.
  • Erba cipollina 2
  • Zenzero 30 gr.
  • Riso 400 gr.
35

Tagliare i petti di pollo

Innanzitutto dopo aver acquistato in un supermercato tutti gli ingredienti, possiamo incominciare ad elaborare la ricetta. Nel caso specifico possiamo avere difficoltà per la carne di pollo disossata e con la pelle, allora se non la troviamo nei centri commerciali, ci conviene chiederla al macellaio oppure prepararla da soli, comprando un pollo intero per poi tagliare i petti con il giusto coltello, ed eliminare le ossa ma tenendo la pelle. Per elaborare questa ricetta è fondamentale questo ingrediente, per avere il buon sapore dei tori dango tradizionali.

45

Mescolare gli ingredienti

Dopo questa breve ma doverosa premessa, tagliamo il filetto di pollo a pezzetti aiutandoci con un coltello a lama sottile dopodichè lo maciniamo per alcuni minuti, utilizzando un robot da cucina oppure un frullino elettrico o manuale fino a quando non otteniamo un composto omogeneo e cremoso. Dopo aver fatto questa operazione, versiamo tutto in una scodelle ed aggiungiamo poi l'erba cipollina, i porri precedentemente tritati, la salsa di soia, la fecola di mais, lo zenzero ed il sale. Per quanto riguarda invece la quantità di sale e di soia, può essere scelta in base ai propri gusti personali. A questo punto mescoliamo con le mani fino a quando non si amalgamano gli ingredienti, dopodichè facciamo delle palline ben chiuse che non si devono aprire durante la fase di cottura.

Continua la lettura
55

Preparare il brodo

Intanto prepariamo il brodo di pollo o di pesce, o in alternativa si può comprare nei supermercati quello già pronto per facilitare il lavoro. In seguito mettiamo le polpette nel brodo in ebollizione per pochi minuti, facendo attenzione a non farle indurire troppo. Questa ricetta può essere un ottimo secondo piatto, ma deve essere servito ben caldo. Inoltre si può accompagnare con un contorno di insalata verde o mista di stagione, oppure da patate cotte al forno condite con olio extravergine di oliva ed origano. Un'altra alternativa è invece di utilizzarlo come piatto unico, a cui vanno associati i tori dango ed una buona porzione di riso bianco al dente condito con della salsa di soia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Ricetta: sashimi di dentice

Il sashimi è una prelibatezza giapponese composta da carne cruda molto fresca o pesce tagliato a pezzi sottili. Questa prelibatezza giapponese deliziosamente semplice ma elegante è composta esclusivamente da pesce crudo molto fresco, nella nostra ricetta...
Cucina Etnica

Ricetta: Papas rellenas

Le Papas rellenas hanno origini peruviane dove rappresentano il piatto della cucina tradizionale. La ricetta delle Papas rellenas viene tramandata nelle varie generazioni subendo spesso anche delle modifiche. Ma cosa sono in realtà? Si tratta di polpette...
Cucina Etnica

Ricetta: cocido madrileño

La cucina non deve soltanto rappresentare piatti tradizionali. Ma, anche una sorta di conoscenza verso altri paesi. Esistono ricette che quasi mai, si può immaginare di poterle preparare. Poiché, la loro realizzazione può risultare difficile. Un altro...
Cucina Etnica

Ricetta vietnamita: come preparare il lahuh

Gentili lettori, all'interno della guida che seguirà andremo a parlare di cucina, dedicandoci ad una ricetta vietnamita. Andremo infatti a spiegare come preparare il lahuh.Ma come si fa a preparare il lahuh, tipica ricetta vietnamita?Proveremo ad illustrare...
Cucina Etnica

Ricetta: cuscus con pollo e cipollotti

Quando si parla di cucina sappiamo bene che, per impressionare i nostri commensali e realizzare pranzi e cene all'insegna del gusto e dell'originalità, è davvero fondamentale sperimentare manicaretti sempre nuovi e ricchi di sapore. Oggi vi proponiamo...
Cucina Etnica

Ricetta: frittelle con farina di ceci

Le frittelle con farina di ceci sono un piatto salato tipico del sud Italia ma apprezzato in tutta la penisola. La ricetta è semplice, economica, richiede pochi ingredienti e una veloce cottura. Tuttavia, questa semplicità è compensata sia dal gusto...
Cucina Etnica

Ricetta: pollo caramellato allo zenzero

Se volete cimentarvi nella preparazione del pollo cucinandolo in un modo diverso dal solito, in questa guida troverete la descrizione di una deliziosa ed originale ricetta, da preparare in pochi e semplici passi. La ricetta in questione è quella del...
Cucina Etnica

Chicken Caesar Salad: la ricetta

La ricetta della Chicken Caesar Salad vanta una tradizione centenaria. Creata da uno chef italiano, ha riscosso poi un enorme successo in tutto il mondo. La ricetta originale vuole l'immancabile salsa Worcestershire, ma se non gradite il suo sapore forte,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.