Ricetta israeliana: la halvah parfait

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La Halvah Parfait è una ricetta tipica della tradizione israeliana, presente in varie versioni in tutto il Medio Oriente. Si tratta di un dolce freddo, servito solitamente tagliato a quadretti e guarnito con salse dolci, al cioccolato o alla frutta. A tal proposito, in questa guida, vi illustrerò, nella maniera più chiara e comprensibile possibile, come realizzare la Halvah Parfait, presentando due versioni: la prima ai pistacchi, la seconda alle mandorle. Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • Per la Halvah Parfait ai pistacchi: 200 gr di pistacchi sgusciati, 140 gr di zucchero, 25 gr di burro, 2 cucchiai di liquore all'amaretto, alcune gocce di essenza di vaniglia.
  • per la Halvah Parfait alle mandorle: 4 uova, 220 gr di mandorle, 500 ml di panna vegetale da montare, 10 amaretti, 120 gr di zucchero.
36

Innanzitutto, per la Halvah Parfait ai pistacchi, iniziate la preparazione mettendo questi ultimi in ammollo per circa 30 minuti in una scodella di acqua bollente. Nel frattempo, ungete con del burro una teglia da forno, coprendo la superficie con della carta forno. Fatto ciò, scolate i pistacchi, asciugateli su di un panno pulito e tritateli assieme a un paio di cucchiai di liquore all'amaretto, quindi aggiungete lo zucchero, mescolando per far amalgamare bene gli ingredienti. Mettete una padella sul fuoco, versatevi al suo interno il burro a pezzetti, e fate sciogliere quest'ultimo a fiamma media, facendo attenzione a non bruciarlo.

46

Successivamente, unite al burro i pistacchi, facendo soffriggere il tutto per una ventina di minuti, mescolando senza sosta in modo da eliminare rapidamente i liquidi. Aggiungete l'essenza alla vaniglia, mescolate nuovamente per qualche secondo, spegnete il fuoco e versate il composto nella teglia da forno, cercando di ottenere uno strato uniforme con l'aiuto del retro di un cucchiaio o di una paletta di legno. Lasciate raffreddare, poi tagliate il dolce in una ventina di quadrati e riponetelo in frigorifero. Servire guarnendo con della salsa al cioccolato.

Continua la lettura
56

Oltre che con i pistacchi la Halvah Parfait può essere realizzata con le mandorle. Per iniziare, munitevi di tre ciotole: nella prima, montate i tuorli d'uovo assieme allo zucchero, nella seconda montate la panna vegetale, mentre nella terza eseguite la stessa operazione con gli albumi, ai quali sarà stato aggiunto un pizzico di sale. Versate nel mixer le mandorle e gli amaretti, tritateli finemente senza però ottenere una polvere. In un recipiente, unite il contenuto delle tre ciotole, le mandorle e gli amaretti, mescolate fino ad amalgamate gli ingredienti e trasferite il composto su di una teglia da forno o in uno stampo da plumcake, sempre foderando prima la superficie con carta da forno. Mettete il dolce in frigorifero per qualche ora, oppure in freezer per almeno un paio d'ore prima di servire.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Ricetta: sashimi di dentice

Il sashimi è una prelibatezza giapponese composta da carne cruda molto fresca o pesce tagliato a pezzi sottili. Questa prelibatezza giapponese deliziosamente semplice ma elegante è composta esclusivamente da pesce crudo molto fresco, nella nostra ricetta...
Cucina Etnica

Come preparare falafel vegani

I falafel vegani rappresentano un piatto che arriva direttamente dalla cucina mediorientale. Si possono realizzare più varianti di questa pietanza, e si tratta di gustosissime polpettine preparate con legumi e verdura; c'è chi preferisce realizzarle...
Cucina Etnica

Ricetta: Papas rellenas

Le Papas rellenas hanno origini peruviane dove rappresentano il piatto della cucina tradizionale. La ricetta delle Papas rellenas viene tramandata nelle varie generazioni subendo spesso anche delle modifiche. Ma cosa sono in realtà? Si tratta di polpette...
Cucina Etnica

Ricetta: cocido madrileño

La cucina non deve soltanto rappresentare piatti tradizionali. Ma, anche una sorta di conoscenza verso altri paesi. Esistono ricette che quasi mai, si può immaginare di poterle preparare. Poiché, la loro realizzazione può risultare difficile. Un altro...
Cucina Etnica

Ricetta vietnamita: come preparare il lahuh

Gentili lettori, all'interno della guida che seguirà andremo a parlare di cucina, dedicandoci ad una ricetta vietnamita. Andremo infatti a spiegare come preparare il lahuh.Ma come si fa a preparare il lahuh, tipica ricetta vietnamita?Proveremo ad illustrare...
Cucina Etnica

Ricetta: cuscus con pollo e cipollotti

Quando si parla di cucina sappiamo bene che, per impressionare i nostri commensali e realizzare pranzi e cene all'insegna del gusto e dell'originalità, è davvero fondamentale sperimentare manicaretti sempre nuovi e ricchi di sapore. Oggi vi proponiamo...
Cucina Etnica

Ricetta: frittelle con farina di ceci

Le frittelle con farina di ceci sono un piatto salato tipico del sud Italia ma apprezzato in tutta la penisola. La ricetta è semplice, economica, richiede pochi ingredienti e una veloce cottura. Tuttavia, questa semplicità è compensata sia dal gusto...
Cucina Etnica

Ricetta: pollo caramellato allo zenzero

Se volete cimentarvi nella preparazione del pollo cucinandolo in un modo diverso dal solito, in questa guida troverete la descrizione di una deliziosa ed originale ricetta, da preparare in pochi e semplici passi. La ricetta in questione è quella del...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.