Ricetta: jambalaya

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le bontà culinarie sono ciò che rendono gloria ai palati degli abitanti di tutto il mondo, ogni nazione infatti ha i suoi piatti tipici e per provare nuove frontiere anche in tale ambito, ci si può cimentare nel provare a realizzarli e scoprire cosa si mangia fuori dalla nostra nazione. Per fare ciò però occorre rispettare scrupolosamente le ricette che si vanno a leggere, in questo modo si potrà avere l'assoluta certezza di essere riusciti a preparare qualcosa di veramente gustoso e che avrà modo di essere poi ripetuto. Nella guida che segue abbiamo deciso infatti di comporre la ricetta della Jambalaya, un piatto alquanto ricco di ingredienti che da solo basta a saziare coloro che hanno modo di provarlo. Esso proviene dagli Stati Uniti d'America ed è una pietanza alquanto tipica in molte parti della nazione appena citata.

25

Occorrente

  • 250 gr riso
  • 400 gr gamberi
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 cipolla
  • 3 pomodori pelati
  • 1 peperone
  • 1 foglia di allora
  • sale, prezzemolo, pepe, peperoncino q.b.
  • olio e timo q.b.
35

Soffritto

La preparazione di questo piatto avviene utilizzandolo l'olio dove andranno soffritti sia l'aglio che la cipolla ma prima quest'ultimi devono essere tritati. Trascorso qualche minuto si può aggiungere anche il peperone ma anch'esso deve essere tritato, prima ancora però deve essere pulito. La cottura a questo punto andrà avanti per qualche minuto e poi si potranno immettere anche le verdure con le salsicce che sono state prima pelate e poi sbriciolate.

45

Cottura

Agli ingredienti sopra citati vanno aggiunti che il timo e l'alloro, senza dimenticare il peperoncino tritato. Servirà poi un fuoco vivace per far soffriggere il tutto e si passerà così ad inserire anche i gamberi bolliti che risultano essere già sgusciati. Infine anche i pomodori pelati che sono stati tagliati a pezzi si uniranno al composto. Sempre tenendo una fiamma alquanto alta, la cottura proseguirà e si dovrà mescolare per evitare che si attacchi tutto, in merito a ciò infatti si aggiungerà mezzo litro d'acqua bollente e si andrà ad impreziosire il composto con il pepe ed il sale.

Continua la lettura
55

Condimento

Ancora qualche minuto dovrà trascorrere mentre il tutto bolle, poi sarà la volta del riso che si andrà a mescolare al mix già creato finora. Dovranno così trascorrere altri venti minuti di cottura ma dovrà esserci sopra anche il coperchio, stavolta con una fiamma decisamente più bassa. Mai si dovrà dimenticare di mescolare con frequenza e accertarsi di quando il riso sia cotto. Si andrà così ad aggiungere il prezzemolo tritato ed il piatto preparato sarà pronto per essere portato in tavola e farlo degustare ai propri commensali che sicuramente apprezzeranno il manufatto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Cucina austriaca: la ricetta della Linzer Torte

Ogni nazione ha degli usi e costumi che la differenziano dalle altre, tra queste vi è, quindi, anche la cucina. In questa guida prenderemo in esame quella austriaca che invita a provare dolci e piatti tipici con un sapore unico al mondo: nello specifico,...
Primi Piatti

Come fare la pasta secca

La pasta è senza dubbio il grande amore di tutti gli italiani: questo prodotto tipico nostrano è apprezzatissimo in tutto il mondo, proprio perché delizia chef e buongustai di ogni nazione. Ne produciamo tonnellate ogni anno e la esportiamo ovunque....
Dolci

Come preparare le frittelle lunghe sarde

L'Italia è una nazione che dal punto di vista gastronomico presenta una grande varietà di dolci, ed anche molto gustosi. A tale proposito, in questa guida ci soffermeremo principalmente su una ricetta tipica della Sardegna, e che viene elaborata a Carnevale...
Primi Piatti

Ricetta: noodles con maiale in agro

Saper cucinare non è di certo una cosa facile per tutti, talvolta può rivelarsi una vera e propria impresa. Sicuramente alcuni di voi saranno più portati di altri e riusciranno a cimentarsi in piatti anche abbastanza particolari ed elaborati. La cucina...
Carne

Come fare gli Spiedini di pollo tandoori

Nel seguente breve tutorial vedremo come fare gli spiedini di pollo tandoori, una ricetta forse nata per caso da un cuoco di Peshawar. Egli stava facendo un esperimento con la cottura delle carni bianchi ed in poco tempo diventò il piatto di ogni Nazione...
Dolci

Come preparare il panpepato al cioccolato

In Italia le tradizioni sono importanti, caratteristica tutta made in Italy è il rispetto per la tradizione culinaria durante le feste religiose più importanti. Una di queste, il Natale, spinge le nonne di tutta la nazione ma in particolare delle regioni...
Carne

Come preparare la francesinha di Porto

Il Portogallo è una nazione ricca di tradizioni e di cultura. La seconda città più famosa da visitare è sicuramente Porto, una piccola città che si estende sulle rive nordiche del fiume Duero. Se vi trovate in questa tipica cittadina non potete non...
Primi Piatti

Ricetta: sformato di zucca con salsa al taleggio

La cucina italiana è ricca di pietanze che riescono a legare un'intera nazione al di la delle diversità dialettali e abitudinarie. L'arte culinaria italiana non conosce limiti, estendendosi a campi classici come quelli della cucina marinaresca, fino...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.