Ricetta: liquore al cioccolato aromatizzato al peperoncino

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il liquore al cioccolato aromatizzato al peperoncino è un alcolico estremamente delizioso e perfetto se abbinato al gelato, al caffé, o sorseggiato così com'è. La ricetta che vedete riportata qui di seguito contiene circa il venticinque per cento di alcool, e gli ingredienti sono sufficienti per preparare circa settecentocinquanta millilitri di liquore. Ma vediamo insieme come preparare il liquore al cioccolato aromatizzato al peperoncino.

26

Occorrente

  • Un etto e venti di cioccolato da cucina
  • 200 gr di zucchero
  • 1 litro di latte intero
  • 200 ml di alcool (75%-90%)
36

Caramellare lo zucchero

Per caramellare lo zucchero, mescolate duecento grammi circa di zucchero in un pentolino con duecentotrenta millilitri d'acqua. Mettetelo su un fornello a fuoco basso: lo zucchero si dissolverà più facilmente man mano che l'acqua comincerà a scaldarsi. Continuate a mescolare la miscela e, quando l'acqua raggiungerà il bollore, aumentate la velocità fino a quando noterete che il composto comincerà ad addensarsi. Questo è il momento giusto per incorporarlo al composto al cioccolato. Vediamo come prepararlo.

46

Preparare il composto al cioccolato

Fate scaldare il latte sul fornello a fuoco basso, facendo attenzione a non farlo bruciare. Incorporate il cioccolato da cucina e man mano che inizierà a sciogliersi, portate il fuoco ad un livello medio. A questo punto, unite al composto il caramello preparato in precedenza ed assicuratevi che il tutto sia perfettamente amalgamato prima di spegnere il fuoco. Ora fatelo riposare fino a quando raggiunge la temperatura dell'ambiente circostante, poi aggiungete l'alcool al composto. Come detto in precedenza, assicuratevi che il liquore sia completamente raffreddato prima di aggiungere l'alcool, perché altrimenti quest'ultimo potrebbe evaporare, se esposto ad eccessivo calore.

Continua la lettura
56

Filtrare il liquore

Trascorsi quattro o cinque giorni, noterete che sulla superficie del liquore si saranno formati dei residui e delle croste. Questi ultimi cominceranno a rendersi visibili già dal secondo giorno. Prendete il liquore e filtratelo: è un processo piuttosto lento che richiede calma e pazienza, ma è fondamentale per la buona riuscita del liquore al cioccolato. Quando avrete terminato, lavate la bottiglia per eliminare eventuali residui che vi sono sfuggiti: non preoccupatevi se vi trovate costretti a gettare una piccola parte di composto, in quanto tende a rimanere aderente alle pareti di bottiglie e imbuti. Versate il liquore nella bottiglia, e lasciatelo riposare al fresco per un paio di settimane, o meglio alcuni mesi. Se non volete consumare il vostro liquore così com'è, vi consiglio di versarne una piccola quantità sul gelato alla vaniglia o alla menta, o per condire una buona insalata di frutta.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per accelerare il processo di raffreddamento del liquore, potete mettere la pentola in un lavandino con poca acqua corrente fredda.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come fare un liquore al cioccolato

Ecco una bella e nuova ricetta culinaria, mediante il cui aiuto, poter imparare come fare, comodamente in casa, un liquore al cioccolato, da presentare ed offrire ai nostri amici e parenti, che avremo invitato a pranzo o a cena, dopo una bella abbuffata,...
Vino e Alcolici

Ricetta del liquore alle giuggiole

Le giuggiole o datteri cinesi, sono un frutto delicato dal sapore molto simile alle mele. Con le giuggiole si può ricavare un liquore dal gusto corposo e che, è ottimo per essere servito come digestivo a fine pasto. Una dose di 4 cl di liquore alle...
Vino e Alcolici

Ricetta: liquore ai frutti rossi e ananas

Un'idea per preparare un liquore a base di frutta, specie in estate che se ne dispone di diverse qualità e quantità, è quella di farlo per esempio ai frutti rossi e ananas. Solitamente è una variante a cui non pensiamo, quindi oltre che disporre di...
Vino e Alcolici

Ricetta: liquore al melograno e fichi

I liquori realizzati con la frutta sono sempre deliziosi perché uniscono alla forza dell'alcool l'aroma delizioso delle mele, dell'uva o degli altri prodotti della natura che vengono utilizzati. In questa utilissima guida vi insegno a confezionare uno...
Vino e Alcolici

Ricetta: come fare il liquore di corbezzolo

Conosciuto più per il miele che se ne ricava tramite i suoi bellissimi fiori, il corbezzolo è il frutto di ciò che viene anche chiamato "l'albero d'Italia" per la diffusione che questo arbusto ha nel nostro paese, soprattutto in Sardegna e nelle Marche....
Vino e Alcolici

Ricetta: liquore di uva fragola

Dolcissima e profumata, l'uva fragola è una vera e propria prelibatezza da gustare acino dopo acino! Conosciuta anche come Uva Americana o Isabella, l'uva fragola affonda le sue radici in tempi lontani. Il caratteristico profumo inebriante e il sapore...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore alla banana

Il liquore è un alcolico molto forte che spesso si usa per accompagnare i dolci dopo cena. Proprio per la sua caratteristica di essere fortemente alcolico non è sempre gradito da tutti.Esistono moltissimi gusti di liquori e moltissime gradazioni. Ad...
Vino e Alcolici

Ricetta: liquore fatto in casa

Il liquore fatto in casa non è una ricetta che necessita di una grande esperienza culinaria. In questo caso, dovrete solo recarvi in campagna e raccogliere qualche ciuffo di finocchio selvatico secco. Una volta raccolto, andrà fatto seccare per poi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.