Ricetta: liquore al melograno e fichi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I liquori realizzati con la frutta sono sempre deliziosi perché uniscono alla forza dell'alcool l'aroma delizioso delle mele, dell'uva o degli altri prodotti della natura che vengono utilizzati. In questa utilissima guida vi insegno a confezionare uno squisito liquore che ha come protagonisti assoluti il melograno ed i fichi. Questi frutti sono molto aromatici e profumati e danno al liquore un gusto molto particolare. Seguite le mie indicazioni e ben presto grazie a questa ricetta potrete assaporare con i vostri cari o con gli amici un prodotto ottimo.  

26

Occorrente

  • 450 gr. melograno, 400 gr. fichi maturi, 450 gr. zucchero di canna, 700 gr. acqua, 600 gr.alcool
36

Prendete una bottiglia di vetro scuro (in modo che il liquore sia protetto dalla luce), e lavatela bene con acqua calda. Asciugate la bottiglia lasciandola all'aria, fino a quando non presenta più nessuna traccia di umidità. In un altro contenitore di vetro abbastanza largo e capiente mettete i chicchi di melograno che avrete sgranato in precedenza. Badate sempre di scegliere frutti maturi e sani, senza ammaccature. Questo favorirà la buona riuscita del liquore. Ricordatevi di scartare tutte le pellicine e le parti bianche del melograno perché sono molto amare.

46

Nel recipiente dove avete messo i chicchi di melograno aggiungete i fichi (preferibilmente di qualità chiara) dopo averli mondati, asciugati con cura con un tovagliolo di cotone e tagliati a pezzetti regolari. Coprite con l'alcool puro a 90 gradi avendo cura che i frutti restino completamente sommersi. Mischiate velocemente e coprite il contenitore con un coperchio ermetico che non lasci penetrare aria al suo interno.

Continua la lettura
56

Lasciate la frutta in infusione nell'alcool per almeno due settimane, e se amate i sapori molto decisi allungate di qualche giorno il tempo di infusione della frutta. Ricordatevi di scuotere con forza il contenitore una o due volte al giorno, senza aprirlo. Dopo due settimane fate bollire l'acqua con lo sciroppo di canna e quando il liquido inizia ad addensarsi spegnete il gas e lasciate raffreddare completamente lo sciroppo. A questo punto filtrate l'alcool contenente la frutta in infusione, utilizzando un pezzo di garza appoggiata ad un colino. Mischiate l'alcool con lo sciroppo di zucchero usando un cucchiaio di legno, ed imbottigliate. Tappate bene e lasciate riposare il liquore di melograno e fichi per almeno tre settimane, prima di gustarlo accompagnato da una fetta di torta casareccia. Talvolta il liquore appare leggermente torbido, ma questa caratteristica è dovuta alla genuinità del liquore e non pregiudica affatto la sua bontà.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Questo liquore è particolarmente delizioso se gustato con una bella fetta di torta alla crema.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Ricetta bimby: liquore al cioccolato

In questa guida vi spieghiamo oggi come creare una ricetta bimby: liquore al cioccolato. Per fare tale liquore delizioso, ci sarà bisogno di usare del cacao amaro olandese di prima scelta, e del latte fresco intero. Il liquore al cioccolato lo potrete...
Vino e Alcolici

Ricetta del liquore alle giuggiole

Le giuggiole o datteri cinesi, sono un frutto delicato dal sapore molto simile alle mele. Con le giuggiole si può ricavare un liquore dal gusto corposo e che, è ottimo per essere servito come digestivo a fine pasto. Una dose di 4 cl di liquore alle...
Vino e Alcolici

Ricetta: liquore al cioccolato aromatizzato al peperoncino

Il liquore al cioccolato aromatizzato al peperoncino è un alcolico estremamente delizioso e perfetto se abbinato al gelato, al caffé, o sorseggiato così com'è. La ricetta che vedete riportata qui di seguito contiene circa il venticinque per cento...
Vino e Alcolici

Ricetta: liquore ai frutti rossi e ananas

Un'idea per preparare un liquore a base di frutta, specie in estate che se ne dispone di diverse qualità e quantità, è quella di farlo per esempio ai frutti rossi e ananas. Solitamente è una variante a cui non pensiamo, quindi oltre che disporre di...
Vino e Alcolici

Ricetta: come fare il liquore di corbezzolo

Conosciuto più per il miele che se ne ricava tramite i suoi bellissimi fiori, il corbezzolo è il frutto di ciò che viene anche chiamato "l'albero d'Italia" per la diffusione che questo arbusto ha nel nostro paese, soprattutto in Sardegna e nelle Marche....
Vino e Alcolici

Ricetta: liquore di uva fragola

Dolcissima e profumata, l'uva fragola è una vera e propria prelibatezza da gustare acino dopo acino! Conosciuta anche come Uva Americana o Isabella, l'uva fragola affonda le sue radici in tempi lontani. Il caratteristico profumo inebriante e il sapore...
Vino e Alcolici

Ricetta: liquore fatto in casa

Il liquore fatto in casa non è una ricetta che necessita di una grande esperienza culinaria. In questo caso, dovrete solo recarvi in campagna e raccogliere qualche ciuffo di finocchio selvatico secco. Una volta raccolto, andrà fatto seccare per poi...
Vino e Alcolici

Come fare il liquore di melagrana

Il melograno o melagrana è un frutto tipico del periodo autunnale, ha le dimensioni di una mela, ed all'interno è composto da piccoli chicchi di colore rosso. Conosciuto in tutto il mondo grazie alle sue proprietà benefiche quali antiossidante ed antitumorale,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.