Ricetta: Mandarini sotto spirito

Tramite: O2O 16/08/2017
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Come tutti sappiamo, il mandarino è un tripudio di proprietà benefiche. Innanzitutto, è importante saper distinguere un buon mandarino tra tanti altri: la sua buccia dev'essere ben tesa ed attaccata alla polpa, il frutto interno, ed il suo peso dev'essere consistente rispetto al suo volume. Non lasciatevi ingannare dalle sue dimensioni: un buon mandarino non si stabilisce da quanto esso è grande, bensì da quanto è pesante. Partendo proprio dalla sua buccia ricordate che essa risulta essere ricca di antiossidanti; a tal proposito viene impiegata per la produzione di olio essenziale, utile per placare l'ansia, l'insonnia e ritardare i segni del tempo. La sua polpa, invece, è composta per lo più da vitamina C, che stimola l'attività cerebrale e protegge mucose e capillari, da vitamina P, che combatte la ritenzione idrica e favorisce la diuresi, da vitamine del gruppo B e A e da calcio, potassio e fibre che aiutano l'intestino. In questo guida, vi spiegherò come preparare una deliziosa ricetta: i mandarini sotto spirito.

27

Occorrente

  • 1 kg di mandarini
  • 1/2 kg di zucchero
  • alcol a 60°
  • 1 l di acqua
37

Sbucciare i mandarini

Come prima cosa, reperite una certa quantità di mandarini. Sbucciateli e tagliateli a fettine non troppo sottili ed in senso trasversale. Ricordate, nella scelta di quest'ultimi, di acquistare quelli piccoli e sodi, con la buccia ben aderente al frutto. Nello svolgere questa operazione, ponete particolare attenzione a non disperdere il succo che si formerà e siate ben accorti nell'eliminare ogni traccia di semi e filamenti bianchi. In seguito, potete un pentolino sul fuoco inserendo lo zucchero ed un litro di acqua.

47

Preparare uno sciroppo di zucchero

Lasciate il composto per circa dieci minuti o, comunque, fino a quando non sarà diventato sciroppo, denso e corposo. Continuate a mescolare affinché non caramelli. Quando accenna ad ingiallire, togliete il composto dal fuoco e, non appena lo sciroppo si sarà intiepidito, travasategli i mandarini ed il loro succo. Successivamente, rimettete il tutto sul fuoco e cuocete a fiamma molto bassa finché lo sciroppo si sarà completamente addensato.

Continua la lettura
57

Inserire i mandarini nei vasetti per conserve

Con la schiumarola scolate le fettine e mettetele ad asciugare su di un piatto. Misurate lo sciroppo ed aggiungete dell'alcol a 60° in quantità tale che sia tre volte quella dello sciroppo. A questo punto, potete versare nei vasetti per conserve (sono ottimi quelli con chiusura ermetica). Ricordatevi di alternare sciroppo e fettine di mandarino, in modo che diventi un composto omogeneo e ben armonioso. Avrete la possibilità di gustare questo nettare di bontà dove, come e quando volete. Buon appetito!

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Consigli per conservare la frutta in alcool o sotto spirito

Al giorno d'oggi, abbiamo diversi tipi di conservazione per i nostri cibi. Salta subito alla mente il frigorifero, un elettrodomestico che rivoluzionò il nostro rapporto con gli alimenti. Accanto al frigorifero, però, troviamo ancora dei metodi antichi...
Dolci

Come si prepara il mandarino cinese candito

Preparare frutta candita è un procedimento lungo e a volte può risultare noioso, ma non è assolutamente difficile. Negli ultimi anni sono diventate sempre più diffuse le piante orientali, come ad esempio il mandarino cinese. I suoi frutti però non...
Dolci

Come preparare il sorbetto al mandarino

Il sorbetto al mandarino è una ricetta veramente semplice, la cui preparazione non richiede l’utilizzo della gelatiera. Esso presenta un gusto molto più aromatico e profumato dell sorbetto al limone e può essere servito sia come digestivo dopo un...
Dolci

Ricetta natalizia col Bimby: casetta di pan di zenzero

La casetta di pan di zenzero è un dolce tradizionale natalizio. Tipico del Nord Europa e degli USA, viene molto apprezzato da grandi e piccini, ma la preparazione richiede tempi abbastanza lunghi. Tuttavia col Bimby il lavoro viene notevolmente alleggerito....
Dolci

Ricetta: arance caramellate

La frutta squisita al caramello è davvero molto semplice da preparare in casa. Generalmente questa viene servita a fine pasto come un dessert in grado di renderlo più delizioso. Abbiamo l'opportunità di aggiungere inoltre una pallina di gelato alla...
Dolci

Come fare i biscotti cuor di mele

I biscotti cuor di mele sono dei dolcetti rustici invitanti e deliziosi. Sono perfetti come fine pasto. Sono ottimi per la colazione e per la merenda dei bambini accompagnati da una bella spremuta fresca. La parte croccante del guscio di frolla aromatizzata...
Dolci

Ricetta: torta di noci e caffè

Quando si hanno degli ospiti a cena una buona idea è quella di preparare una torta che stuzzichi il palato degli invitati. Di seguito approfondiremo la preparazione della ricetta della torta di noci e caffè. Il sapore di questa torta ricorda molto quello...
Dolci

Pasta di mandorle: la ricetta siciliana

La pasta di mandorle è una specialità siciliana ormai nota in tutto il mondo. Oltre la metà delle mandorle italiane sono prodotte in Sicilia, e non a caso la pasticceria dell'isola, si è specializzata in dolci a base di pasta di mandorle. Le sue origini...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.