Ricetta: marmellata di rosa canina

Tramite: O2O 23/12/2016
Difficoltà: media
16

Introduzione

La rosa canina viene ricavata dal frutto, o meglio, dal falso frutto, della pianta di rosa vera e propria di colore rosso-arancio ed ha una grande varietà di utilizzi, che vanno dai profumi, alle bevande sino ai supplementi nutrizionali. I piccoli frutti (bacche) della rosa canina sono considerati le "sorgenti naturali" più concentrate in vitamina C e per questo in grado di contribuire al rafforzamento delle difese naturali dell'organismo. La rosa canina è un eccellente tonico per fronteggiare l'esaurimento e la stanchezza, è un ottimo antinfiammatorio, contro le allergie, riniti, asma, tosse e raffreddore. Ma annotando tutte le caratteristiche di questo favoloso frutto, ne abbiamo tralasciata una importantissima... È anche ottima da mangiare. E quale miglior modo di utilizzare la frutta se non quello di preparare un'ottima marmellata, con una ricetta molto facile.

26

Occorrente

  • 1 kg di bacche di rosa canina
  • 350 g di zucchero circa (lo zucchero dipende dal peso finale della frutta cotta)
  • Colino
  • Buccia di limone grattugiata
  • Vasetti di vetro sterilizzati
36

Il procedimento parte dalla pulitura esterna delle bacche, con un getto d'acqua corrente di media intensità a temperatura lievemente al di sotto di quella dell'ambiente. Dopodichè si passa alla fase di pulitura interna: dopo aver eliminato ogni picciolo, le bacche devono essere tagliate a metà per rimuovere i semi e la tipica peluria. A questo punto, è necessario mettere sul fornello una pentola di dimensioni sufficienti riempita d'acqua: al momento dell'ebollizione, si buttino le bacche e le si lasci cuocere per una ventina di minuti.

46

Quando i frutti appariranno più morbidi (la verifica può essere fatta schiacciando una bacca con un cucchiaio di legno) si scoli l'acqua e si frulli il tutto, fino ad ottenere un composto mediamente omogeneo. Quest'ultimo dovrà essere filtrato con un colino a maglie non troppo grandi, per eliminare tutti quei residui non rimossi durante la precedente fase di lavaggio. In particolare, bisogna prestare particolare attenzione ai piccoli filamenti tipici del frutto: l'ingestione può irritare l'apparato digerente, soprattutto l'intestino.

Continua la lettura
56

Si proceda portando nuovamente ad ebollizione il composto, a cui si aggiungerà pian piano lo zucchero. La quantità del dolcificante necessaria varia a seconda del peso iniziale delle bacche prescelte: dovrà essere, in linea generale, pari a un terzo. Si lascia il tutto in cottura per circa 25 minuti. Quando la marmellata risulterà sufficientemente densa per i propri gusti, si inserisca una buccia di limone grattugiata finemente, quindi si proceda versando la confettura in contenitori di vetro sterilizzati. È infine consigliato capovolgere i vasetti, così da favorire l'eliminazione dell'aria in eccesso e la creazione del sottovuoto, per assicurare la massima conservazione del prodotto nel tempo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Ricetta: marmellata ai frutti di bosco

In questo articolo vogliamo proporre ai nostri appassionati lettori, una nuova ricetta, per imparare a fare la buonissima marmellata ai frutti di bosco, con le proprie mani e nella propria cucina. Quando parliamo di frutti di bosco pensiamo a fragoline,...
Dolci

Ricetta: crostata con ricotta e marmellata di visciole

Quando bisogna preparare un dolce, spesso si cerca la ricetta di qualcosa di non eccessivamente calorico e soprattutto di molto semplice da preparare. Un'ottima ricetta è la crostata con ricotta e marmellata di visciole. Questa crostata non è di sicuro...
Dolci

Ricetta: marmellata di alchechengi

Vi è mai capitato di notare, magari come decorazione del dessert in qualche ristorante, una bacca simile a un piccolo pomodorino di colore giallo e dal sapore leggermente agrumato? Esatto, quella bacca è proprio un alchechengi, frutto dalle innumerevoli...
Dolci

Ricetta: crostata con farina di farro e marmellata

Ricca di fibre e con un apporto calorico ridotto, la farina di farro trova largo impiego anche nella preparazione di dolci. L'impasto tradizionale della crostata prevede di solito una farina debole, ingrediente essenziale nella classica pasta frolla....
Dolci

Ricetta: marmellata di prugne e zenzero

Se si amano gli spuntini saporiti, ma non si vuole rinunciare ad un'alimentazione sana questa ricetta può essere sia una colazione che una merenda. Si tratta di una marmellata dal gusto esotico fatta con prugne e zenzero che si può spalmare sul pane...
Dolci

Come preparare la marmellata di melograno

La marmellata di melograno è una preparazione semplice e veloce che permette di utilizzare le eccedenze di questo particolare frutto. È una marmellata fresca e gustosa che non dovrebbe mai mancare nelle nostre case. Il melograno è un frutto particolare,...
Dolci

Semifreddo con biscotti e marmellata

Il semifreddo con biscotti e marmellata è un dolce estremamente semplice da preparare, adatto anche a chi non ha un evidente talento per la cucina. È anche abbastanza veloce, fa quindi al caso di chi non ha voglia di dedicare molto tempo alla cucina...
Dolci

Come preparare la crostata di marmellata e ricotta

Oggi abbiamo deciso di proporti la realizzazione di una nuova ricetta e cioè un dolce, che piacerà veramente tanto a grandi e bambini. Vogliamo imparare insieme a te, caro lettore, come preparare, nella tua cucina, la buonissima crostata di marmellata...