Ricetta: minestra di cavolo nero

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Durante i periodi invernali è bene assumere i più svariati tipi di cibi, in modo tale da assicurarsi il giusto nutrimento quotidiano e, perché no, anche diverse proprietà e benefici. Non tutto quello che mangiamo, in effetti, contiene delle proprietà particolari. In questo contesto, cercherò di spiegarvi come realizzare la ricetta della minestra di cavolo nero. Non è detto che si tratti di una ricetta esclusivamente invernale: infatti, anche in estate è possibile assumere le minestre ma, in generale, è preferibile scegliere pasti freddi; ciò non toglie che questa ricetta potrete seguirla quando e come vorrete. Vediamo subito tramite questi semplicissimi passi di questa guida come preparare una squisita minestra di cavolo nero.

26

Occorrente

  • 500 gr di cavolo nero
  • 300 gr di fagioli bianchi
  • 300 gr di pomodori pelati o sbucciati
  • Olio extravergine d'oliva q.b.
  • 2 cipolle bianche
  • Sedano fresco q.b.
  • 2 carote
  • Un ciuffo di prezzemolo
  • Scorza di limone grattugiata q.b.
36

Pulire le verdure

Anzitutto, il primo passo da compiere consiste nel procurarsi tutti gli ingredienti necessari alla realizzazione della ricetta. È importante acquistare ingredienti di qualità e soprattutto naturali, in modo tale da rendere la minestra davvero unica e saporita. Sciacquate bene le verdure sotto un getto di acqua correte, in modo tale da eliminare ogni traccia di sporco ed impurità. Dopo aver fatto ciò, fate rosolare in una casseruola l'olio extravergine d'oliva, le cipolle bianche sminuzzate, il sedano fresco tagliato molto finemente, le carote pelate e tagliate a rondelle, una spolverata di prezzemolo e la scorza di limone grattugiata, dopodiché aggiungete anche il sale ed il pepe.

46

Aggiungere il cavolo nero

Successivamente, lasciate cuocere il tutto per una decina di minuti a fuoco medio, mescolando accuratamente con un cucchiaio di legno. Quando il tutto risulterà ben colorito e soffritto, aggiungete i pomodori pelati oppure sbucciati, il cavolo nero tagliato a pezzetti ed i fagioli bianchi precedentemente lessati. Quando il cavolo si sarà ben saporito e leggermente asciugato, aggiungete dell'acqua calda che ammorbidirà il tutto e lo renderà sicuramente più cremoso.

Continua la lettura
56

Servire il piatto

Arrivati a questo punto, fate cuocere per un paio d'ore, unite delle fettine di pane precedentemente abbrustolite e spegnete il fuoco. Potete anche inserire il pane in una zuppiera e versarvi sopra il minestrone. Questo minestrone è ottimo sia caldo che freddo, con l'aggiunta di un filo d'olio extravergine d'oliva. Servite la vostra deliziosa ricetta in alcune ciotole di argilla per rendere omaggio alla tradizione di questo piatto, ed accompagnate il tutto con un vino rosso giovane, tipico delle cantine toscane. Buon appetito!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Riso basmati, cavolo cappuccio e carote

Un buon piatto di riso con verdure è ideale per scaldare una fredda e piovosa giornata autunnale. Leggero, nutriente e saporito il riso basmati con cavolo cappuccio e carote è una pietanza particolarmente apprezzata dai vegetariani e vegani, ma non...
Consigli di Cucina

10 utilizzi dei legumi secchi

In questa guida vedremo 10 utilizzi dei legumi secchi. I legumi secchi sono un importante alimento, tuttavia necessitano sempre di reidratazione prima di cuocerli. Sono una fonte di proteine per cui è consigliabile non abbinarli con cibi troppo pesanti...
Antipasti

Minestra di quinoa con zucchine e piselli

Se nella vostra settimana avete modo di dedicare del tempo alla cucina e avete la possibilità di preparare dei cibi sani, salutari, con ingredienti genuini e ricercati, sicuramente dovete prendere in considerazione la possibilità di preparare una gustosissima...
Primi Piatti

Come cuocere e surgelare la minestra di verdure

Con l'arrivo della primavera, è utile continuare a consumare le verdure tipiche della stagione invernale, utilizzando le tecniche di congelamento che permettono di avere prodotti freschi anche fuori stagione. È come preparare un minestrone fatto in...
Primi Piatti

Ricetta: minestra di riso con porri e patate

La minestra è uno dei primi piatti più piacevoli da consumare soprattutto nei periodi invernali, quando le temperature tendono ad abbassarsi. Infatti, non esiste nulla di più sostanzioso e ricco di proteine vegetali di una calda e deliziosa minestra....
Primi Piatti

Come preparare la minestra di piselli

La minestra di piselli è una di quelle pietanze che si consumano principalmente durante le fredde serate invernali. Si tratta di una ricetta davvero semplice da preparare e molto economica. Grazie alla presenza delle verdure, questa pietanza fornisce...
Primi Piatti

Come preparare la minestra di porri con patate

Durante le fredde giornate invernali, il primo piatto più buono e nutriente da portare a tavola consiste, senza dubbio, in una calda minestra, perfetta per grandi e piccini. Ecco una ricetta da preparare in pochi minuti durante l'inverno, per una cena...
Primi Piatti

Ricetta: minestra di zucca porri e patate

La minestra è un'ottima soluzione per accontentare tutti a tavola, durante la stagione fredda. È un piatto che riscontra molti consensi e si può preparare in mille modi. Si passa all'accostamento con ortaggi, i legumi e le verdure di ogni genere. Tutto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.