Ricetta: minestra di cavolo nero

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Durante i periodi invernali è bene assumere i più svariati tipi di cibi, in modo tale da assicurarsi il giusto nutrimento quotidiano e, perché no, anche diverse proprietà e benefici. Non tutto quello che mangiamo, in effetti, contiene delle proprietà particolari. In questo contesto, cercherò di spiegarvi come realizzare la ricetta della minestra di cavolo nero. Non è detto che si tratti di una ricetta esclusivamente invernale: infatti, anche in estate è possibile assumere le minestre ma, in generale, è preferibile scegliere pasti freddi; ciò non toglie che questa ricetta potrete seguirla quando e come vorrete. Vediamo subito tramite questi semplicissimi passi di questa guida come preparare una squisita minestra di cavolo nero.

26

Occorrente

  • 500 gr di cavolo nero
  • 300 gr di fagioli bianchi
  • 300 gr di pomodori pelati o sbucciati
  • Olio extravergine d'oliva q.b.
  • 2 cipolle bianche
  • Sedano fresco q.b.
  • 2 carote
  • Un ciuffo di prezzemolo
  • Scorza di limone grattugiata q.b.
36

Pulire le verdure

Anzitutto, il primo passo da compiere consiste nel procurarsi tutti gli ingredienti necessari alla realizzazione della ricetta. È importante acquistare ingredienti di qualità e soprattutto naturali, in modo tale da rendere la minestra davvero unica e saporita. Sciacquate bene le verdure sotto un getto di acqua correte, in modo tale da eliminare ogni traccia di sporco ed impurità. Dopo aver fatto ciò, fate rosolare in una casseruola l'olio extravergine d'oliva, le cipolle bianche sminuzzate, il sedano fresco tagliato molto finemente, le carote pelate e tagliate a rondelle, una spolverata di prezzemolo e la scorza di limone grattugiata, dopodiché aggiungete anche il sale ed il pepe.

46

Aggiungere il cavolo nero

Successivamente, lasciate cuocere il tutto per una decina di minuti a fuoco medio, mescolando accuratamente con un cucchiaio di legno. Quando il tutto risulterà ben colorito e soffritto, aggiungete i pomodori pelati oppure sbucciati, il cavolo nero tagliato a pezzetti ed i fagioli bianchi precedentemente lessati. Quando il cavolo si sarà ben saporito e leggermente asciugato, aggiungete dell'acqua calda che ammorbidirà il tutto e lo renderà sicuramente più cremoso.

Continua la lettura
56

Servire il piatto

Arrivati a questo punto, fate cuocere per un paio d'ore, unite delle fettine di pane precedentemente abbrustolite e spegnete il fuoco. Potete anche inserire il pane in una zuppiera e versarvi sopra il minestrone. Questo minestrone è ottimo sia caldo che freddo, con l'aggiunta di un filo d'olio extravergine d'oliva. Servite la vostra deliziosa ricetta in alcune ciotole di argilla per rendere omaggio alla tradizione di questo piatto, ed accompagnate il tutto con un vino rosso giovane, tipico delle cantine toscane. Buon appetito!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: risotto saporito con foglie di cavolo nero

Il cavolo nero è una varietà del cavolo coltivata soprattutto in Toscana. Si tratta di una pianta invernale costituita da lunghe foglie carnose e grinzose di colore verde scuro. Questo ortaggio è apprezzato non solo per il suo gusto, più dolce e meno...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa di cavolo nero

La zuppa di cavolo nero è uno dei piatti più antichi e gustosi dell'antica tradizione culinaria toscana. La preparazione di questa prelibatezza dal sapore rustico richiede circa tre ore e la presenza molte verdure e molti legumi da tenere in ammollo...
Primi Piatti

Come fare la zuppa di cavolo nero

Il cavolo nero è una verdura che si caratterizza per le foglie di colore alquanto scuro e dotate di differenti bolle. Si distingue, inoltre, dagli altri tipi di cavolo perché non ha la consueta forma rotonda. È universalmente riconosciuto come fonte...
Primi Piatti

Come cucinare la zuppa di cavolo nero e ceci

Di origine toscana, la zuppa di cavolo nero e ceci è un primo piatto nutriente e gustoso particolarmente adatto anche a chi segue una dieta vegana. Se da una parte i ceci sono infatti una importante fonte di energia, proteine e fibre in grado anche di...
Primi Piatti

Come preparare il pesto di cavolo nero

Se volete realizzare una salsa davvero gustosa e dal sapore originale potete senza dubbio orientarvi sul pesto di cavolo nero. Si tratta di una ricetta piuttosto comune che conferisce ai piatti un gusto unico e può essere utilizzata per la preparazione...
Primi Piatti

Come fare la vellutata di cavolo nero e patate

Vogliamo cucinare una ricetta deliziosa, calda e particolare da servire in una nostra cena di famiglia o amici? Non ci viene in mente alcun piatto o stiamo cercando una preparazione originale a base di verdure gradita anche dai bambini? Per fortuna, esistono...
Primi Piatti

Come preparare la pasta col cavolo nero

La natura mette a nostra disposizione un'infinità di prodotti differenti che potremo utilizzare per preparare moltissime pietanze molto gustose e salutari, ma se siamo alle prime armi con il mondo della cucina, riuscire a combinare i vari ingredienti...
Primi Piatti

Ricetta: minestra con i porri

Tra i primi piatti da consumare molto caldi, ci sono le zuppe e le minestre. Successivamente andremo ad elencare tutti gli ingredienti e il procedimento da seguire per intero per realizzare la ricetta della minestra con i porri. Anche se non siamo degli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.