Mostaccioli calabresi

Tramite: O2O 10/10/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Mostaccioli calabresi

I mostaccioli calabresi sono dolci tipici della tradizione contadina che si sono mantenuti intatti per moltissimo tempo e non mancano mai nelle tavole imbastite per le feste di questa bellissima regione . Si tratta di dolcetti genuini in quanto vengono preparati con ingredienti semplici che, anticamente, ogni contadino aveva molto facilmente a propria disposizione. Un'altra particolarità di questi dolcetti, che li hanno resi così diffusi nella cultura popolare, è che possono essere conservati davvero a lungo. Vediamo, quindi, la ricetta più famosa per poter realizzare questi gustosi pasticcini tipici. Scopriamo insieme tutti i passaggi necessari per poter realizzare dei buonissimi mostaccioli calabresi.

26

Occorrente

  • 1 Litro di miele di fichi
  • 1 Cucchiaio colmo di miele d'api
  • 750 ml di latte
  • 2 Uova intere
  • 200 gr di zucchero
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 3 Kg di farina
  • Una teglia antiaderente
36

Preparare l'impasto

Prendiamo la farina 00, quella per i dolci, per intendersi, perché l'impasto deve risultare sufficientemente morbido, ma al tempo stesso adatto all'inclusione degli altri ingredienti. Scegliamo solo farina di prima categoria perché in questa ricetta non c'è il burro che ci aiuta.
Prendiamo una spianatoia e disponiamo la farina a fontana: al centro metteremo le uova e lo zucchero e cominceremo ad amalgamare per bene questi primi due ingredienti cercando di evitare la formazione di grani che in cottura finirebbero per diventare duri e rovinare la sensazione di morbidezza. Quando le uova e lo zucchero saranno diventati un unico composto, verseremo una parte del miele di fichi; se per qualche motivo non si potesse avere a disposizione questo tipo di miele, scegliete dello sciroppo oppure delle mielata, che ben si prestano per la loro consistenza. In generale comunque ogni miele molto dolce può andare bene. A questo punto, iniziamo a sbattere, con i lembi di una forchetta, gli ingredienti aggiungendo man mano il restante miele. Incorporando il miele in più riprese, sarà sicuramente più semplice e agile lavorare l'impasto. Amalgamiamo adesso tutti gli ingredienti con le mani e, qualora l'impasto si presenti troppo liquido, possiamo decidere di aggiungere, gradualmente, un po' di farina per bilanciare bene il tutto. In questo caso ricordate di aggiungerla a velo e di includerla per bene prima di metterne altra, perché potrebbe restare isolata all'interno dell'impasto e tostare durante la cottura, dando al tutto un sapore troppo amaro che rischierebbe di rendere stucchevole la sensazione.

46

Unire gli ingredienti

In seguito incorporiamo una cucchiaiata di miele d'api e aggiungiamo il latte, lavorando il tutto con le mani; ottenuta una pasta omogenea, setacciamo il cucchiaino di bicarbonato. Questo ingrediente serve per facilitare la lievitazione in forno. Se volete potete sostituirlo con del comune lievito per dolci ottenendo più o meno lo stesso risultato. Sta tutto alla vostra bravura in cucina. Una volta uniti gli ingredienti, passeremo al momento dell'impasto completo, mischiando tutto, compresa la farina. Continuiamo ad impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo e di media consistenza: otterremo un composto di un bel colore dorato in quanto, il miele aggiunto, gli donerà sfumature ambrate. A questo punto, dividiamo l'impasto ottenuto in due parti da circa 150 grammi ognuna, mettendo da parte l'impasto avanzato per poterlo usare per la decorazione finale.

Continua la lettura
56

Cuocere i mostaccioli

Disponiamo i nostri mostaccioli calabresi senza preoccuparci di distanziarli troppo tra loro. Infatti, non subiranno una brande lievitazione durante la cottura. Mettiamo tutto in forno preriscaldato a circa 200° per una quindicina di minuti, giusto tempo di far formare la classica crosticina scura. Togliamo dal forno i nostri mostaccioli calabresi e, ancora caldi, spennelliamoli con il miele e volendo decoriamoli con piccoli confetti per dolci. Infine occorrerà lasciar riposare i dolcetti per un paio d'ore affinché l'impasto assorba bene il miele e i mostaccioli si induriscano. Se decidiamo di consumarli subito, aspettiamo che siano ben freddi per non rischiare brutte bruciature. Se invece desideriamo conservarli, sarà sufficiente preparare il fondo di una scatola per biscotti con un po' di carta assorbente e metterli dentro in ordine sparso. L'importante è non metterli in scatola prima che siano completamente freddati, altrimenti si rischia la condensa e con essa la muffa.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per ottenere un impasto consistente ma morbido ed elastico, aggiungete un cucchiaio di olio di oliva.
  • Al fine di rendere i vostri dolci più appetitosi, potete ricoprire questi ultimi con una glassa al cioccolato, o arricchire l'impasto con delle mandorle macinate.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare le scalille calabresi

Le scalille sono i classici dolci natalizi della tradizione calabrese. Ogni famiglia ha una sua variante e un modo diverso di chiamarli, ad esempio Scaliddre, Scaliddri, Scalilli, Scaliddi. L'unica cosa che non cambia mai è la forma: una piccola scaletta...
Dolci

I dolci tipici della Calabria

I prodotti dolciari calabresi hanno antiche tradizioni, tramandate di generazione in generazione. Queste vengono correlate a un significato rituale e offerto come espressioni di sentimenti puri. I dolci tradizionali calabresi vengono spesso realizzati...
Dolci

Come fare mustaccioli

I Mostaccioli sono dei tipici dolci della tradizione napoletana, preparati solitamente durante il periodo natalizio. Si tratta di una sorta di biscotti con una particolare forma a rombo, dalla grandezza media e generalmente ricoperti da una golosa glassa...
Dolci

5 dolci natalizi

Il freddo di fuori, le sciarpe e i cappelli, ampi cappotti in cui potersi nascondere dal gelido vento di fuori e poi finalmente dopo una lunga traversata si ritorna nel rassicurante tepore di casa, dopo una lunga giornata di lavoro. Niente è più dolce...
Dolci

Come preparare i dolci con vincotto

Il vino cotto è un alimento che viene utilizzato per la realizzazione dei dolci; nella maggior parte dei casi i dolci con il vino cotto sono preparati a Natale. Questi tipi di dolci hanno un retrogusto simile al miele e il sapore è come i mostaccioli....
Dolci

Come preparare le crocette di fichi

Le tradizioni popolari che si tramandano di generazione in generazione, sono fonte di grande arricchimento personale e donano un maggiore senso di appartenenza alla propria terra di origine. La cucina, ne è un esempio pratico, con i piatti tipici che...
Dolci

Come preparare i fichi con il cioccolato

I fichi con il cioccolato sono dei dolcetti calabresi, tipici delle feste. Dalle svariate varianti, sono facilmente reperibili in tutta Italia al supermercato, in qualsiasi periodo dell'anno. Semplici e veloci da preparare, si caratterizzano per la deliziosa...
Dolci

Come fare i cookies vegan

La ricetta dei cookies vegan è un ottimo compromesso per chi vuole stare attento alla propria alimentazione e tenersi in forma, senza però rinunciare al gusto. I cookies sono dei golosi biscotti di origine americana, dalla forma rotonda e guarniti con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.