Ricetta: orzotto alla trentina

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'orzotto alla trentina è una ricetta tipica del territorio montano, a base di orzo, verdure e speck. Questo piatto si adatta perfettamente alla stagione invernale (dato il suo apporto calorico piuttosto alto) e va servito bollente. Inoltre, può essere consumato sia asciutto che brodoso: senza brodo sarà un piatto assimilabile al riso, in caso contrario lo renderete una zuppa. Seguite dunque questa guida per preparare l'orzotto alla trentina.

27

Occorrente

  • 160 gr di orzo (decorticato o perlato)
  • 350 gr di carote
  • Rosmarino (a piacere)
  • 100 gr di speck
  • Erba cipollina o cipolla (per insaporire)
  • 400 gr di patate
  • 1 gambo di sedano
  • 1 litro di brodo vegetale
  • 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
37

Lavare e tagliare le verdure

Anzitutto, la qualità della ricetta dipenderà in larga parte dall'orzo che sceglierete. L'orzo decorticato ha moltissime fibre, ma dovrete immergerlo in acqua per circa un'ora prima di preparare la ricetta. Quello perlato, invece, è già pronto all'uso, tuttavia non ha tante fibre come l'orzo decorticato. In ogni caso, cercate di acquistare dei prodotti biologici, che renderanno il piatto più gustoso e genuino. Prendete le verdure (carote, patate e sedano) e lavatele con cura, quindi tagliatele a cubetti. Adesso, preparate una pentola fonda e versatevi l'olio extravergine d'oliva, dopodiché aggiungete lo speck tagliato anch'esso a cubetti e qualche rametto di rosmarino.

47

Cuocere l'orzo

Successivamente, aggiungete nella pentola l'orzo e qualche mestolo di brodo. Una volta consumato, create uno strato di brodo in superficie e lasciate riposare sul fuoco per circa mezz'ora. Verso la fine della cottura, versate altro speck ma tenete sempre fuori una piccola parte, che vi servirà alla fine. Aspettate un'altra mezz'oretta, tenendo sempre la pentola sul fuoco. Nel frattempo, prendete lo speck rimanente e rosolatelo in una padella assieme all'erba cipollina o la cipolla (ben tagliata), finché non diventerà croccante. Terminata la cottura, non vi resta che servire l'orzotto nei piatti, ponendovi sopra lo speck.

Continua la lettura
57

Variare la ricetta secondo il proprio gusto personale

Se non avete a disposizione lo speck potrete utilizzare la pancetta, che conferierà comunque al piatto un buon sapore. Per insaporire la ricetta, invece, potrete condire l'orzotto con i funghi. Il tipo decidetelo voi, in base al vostro gusto personale: che siano già pronti, essiccati o da preparare non farà alcuna differenza, l'importante è che si adattino bene al piatto. Inoltre, se siete vegetariani, potrete preparare la zuppa allo stesso modo, rimuovendo la carne ed aggiungendo i funghi, o, se non vi piacciono, altre verdure di vostro gusto. Anche le lenticchie o altri legumi potranno servirvi, in modo da mantenere una ricetta sostanziosa ed adatta ai climi invernali. A questo punto, non mi resta che augurarvi buon appetito!

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta trentina: gnocchi di semolino

Tra i tipi di pasta più apprezati in Italia possiamo trovare gli gnocchi. Solitamente questo tipo di pasta viene realizzata con le patate, e condita con un buon sugo a base di carne che gli conferisce un sapore deciso. Ma gli gnocchi possono essere preparati...
Primi Piatti

Ricetta: orzotto ai porri e patate con zafferano

In natura esistono moltissimi prodotti che se abbinati correttamente possono portare alla produzione di moltissime pietanze gustose e molto salutari. Tuttavia soprattutto se siamo alle prime armi con il mondo della cucina, per riuscire a capire come fare...
Primi Piatti

Come preparare l'orzotto alle cozze

Siete alla ricerca di una ricetta golosa, fresca e semplice da cucinare? Ecco a voi tutte le indicazioni necessarie per preparare l'orzotto alle cozze. L'orzotto alle cozze è un piatto da gustare tiepido o freddo a seconda delle proprie esigenze. Adoperando...
Primi Piatti

Orzotto con spinaci

In natura esistono tante varietà di cereali, adatte al nostro nutrimento e sostentamento. Eppure, spesso tendiamo a prediligere sempre le stesse soluzioni. L'orzo ad esempio, sebbene un cereale ricco di virtù, viene spesso messo in secondo piano dal...
Primi Piatti

Come preparare l'orzotto con zenzero e radicchio

La preparazione di pietanze calde durante il periodo invernale sono un vero toccasana per il nostro corpo e la nostra mente. A tal proposito, infatti, i questa guida vedremo come preparare l'orzotto con lo zenzero ed il radicchio. Una ricetta molto sana...
Primi Piatti

Ricetta: tartare di salmone e mango

Gli amanti delle carni crude e dei sapori esotici apprezzeranno questa ricetta: la tartare di salmone e mango. La tipica preparazione della tartare è a base di carni o pesci crudi triturati a coltello molto finemente. Poi si condiscono con vari ingredienti...
Primi Piatti

Ricetta: gnocchetti verdi ai gamberetti

Gli gnochetti verdi sono detti anche ''spatzle'' o gnochetti tirolesi. Il loro sapore si sposa in maniera stuzzicante a quello del pesce: un'accoppiata vincente con i gamberetti. Gli gnocchetti verdi ai gamberetti sono la ricetta ideale se volete stupire...
Primi Piatti

Spätzle di farina di castagne: la ricetta

La ricetta dello spätzle di farina di castagne non mancherà di sorprendervi. Il suo gusto unico ha conquistato gli chef più rinomati. La realizzazione non è semplicissima, quindi fate attenzione a tutti i passaggi. Lo spätzle di farina di castagne...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.