Ricetta: pane guttiau

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Uno degli aspetti migliori presenti nella Penisola italiana riguarda sicuramente il mondo della cucina. Ogni Regione dell'Italia ha qualche ricetta culinaria originaria del luogo, ma tutte le preparazioni risultano veramente gustose da assaporare. La Sicilia è famosa per le arancine, la pasta alla norma, i cannoli e la cassata. Esempi di piatti tipici del Lazio sono la trippa romana, l'abbacchio alla cacciatora e la carbonara. Nella splendida Toscana abbiamo la bistecca alla fiorentina, il caciucco ed il castagnaccio. Questo interessante tutorial di cucina si riferisce però ad un alimento originario della Sardegna, il pane guttiau. Ecco dunque come bisogna preparare al meglio tale ricetta sarda, che si affianca al pane carasau e al pane frattau.

27

Occorrente

  • "500 gr" di farina di semola
  • "250 ml" di acqua
  • Lievito di birra
  • Sale fino (q.b.)
  • Olio extravergine d'oliva (q.b.)
37

Realizzare l'impasto del pane carasau

Per realizzare il delizioso pane guttiau, la base viene fornita dal pane carasau. Esattamente bisogna impastarlo per ottenere la classica sfoglia e trasformarlo in pane guttiau. Occorre iniziare sciogliendo il lievito nell'acqua calda e disponendo la farina bianca sul piano da lavoro. Dopo aver creato una fontana, posizionare al centro il lievito ed il sale fino. Lavorare il composto abbastanza velocemente, fino ad avere una compatta pasta soffice. Prendere l'impasto e dividerlo in circa 10 panetti. Ricoprirlo tramite un canovaccio e farli lievitare all'incirca per 3-4 ore.

47

Preparare le sfoglie di pane guttiau

Trascorso il periodo di lievitazione, spianare i panetti. Mettere un po' di farina di semola nella spianatoia, dunque realizzare una sfoglia con ogni panetto. Proseguire sovrapponendo tra loro due sfoglie e passando nuovamente il mattarello. Adesso è possibile riscaldare il forno ad una temperatura di 220°C e lasciar cuocere il pane carasau per massimo 15 secondi. Sfornare e dividere le sfoglie doppie, quindi passare alla seconda fase della cottura. Abbassare la temperatura del forno sui 180°C e sfornare il pane carasau dopo 10 minuti. A questo punto non resta che formare il pane guttiau.

Continua la lettura
57

Trasformare il pane carasau in pane guttiau

Il pane carasau è molto buono per accompagnare diverse pietanze. Qualora venisse trasformato in pane guttiau, si aggiungerà quel tocco in più che vivacizza lievemente il sapore. Adesso che le sfoglie risultano pronte, cospargerle di olio extravergine d'oliva (un filo) e sale fino (un pizzico). Riscaldarle nel forno, lasciandole soltanto per alcuni secondi. Sfornare e lasciare raffreddare il tutto. Adesso è possibile gustarsi un ottimo pane guttiau insieme a pietanze di carne o pesce. Anche per uno sfizioso antipasto, questa specialità sarda si rivela una soluzione ideale.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Ricetta: pane pita farcito

Il pane pita è un tipo di pane di forma rotonda, tipico dei paesi medio-orientali e della Grecia, a forma di focaccia nostrana; è molto duttile e si presta ad ogni riempito con svariate farciture come l'hummus di ceci, oppure con il kebab. Se seguirai...
Pizze e Focacce

Ricetta: pane arabo farcito

Il pane arabo è così definito in quanto particolarmente diffuso proprio nei paesi del Medio Oriente, ma anche in altri come ad esempio Grecia e Turchia. Si tratta di un alimento che si può preparare tranquillamente in casa, seguendo delle specifiche...
Pizze e Focacce

Ricetta Bimby: pane ai sette cereali

Grazie all'innovazione tecnologica, gli elettrodomestici ed i robot da cucina sono ormai alleati di chi si diletta a realizzare svariati piatti: essi aiutano moltissimo dimezzando il tempo di preparazione delle pietanze. Non tutti, però, hanno dimestichezza...
Pizze e Focacce

Come preparare il pane senza lievito

Se siete intolleranti al lievito o avete problemi di digestione ma non riuscite proprio a fare a meno del pane, provate a farlo azzimo utilizzando la ricetta che sarà spiegata di seguito. In questo modo vedrete che il pane riuscirà a gonfiarsi ugualmente...
Pizze e Focacce

Come fare il pane d'avena

Rispetto al pane "tradizionale", quello di farina bianca per intenderci, il pane d'avena è ideale per chi segue una dieta povera di glutine e per chi, in generale, digerisce, o semplicemente apprezza, più facilmente i cereali rispetto alla farina bianca....
Pizze e Focacce

Come preparare il pane indiano (Naan)

Oggi parleremo di come preparare il pane Naan, ovvero quel pane di tipo indiano, basso, che si può trovare nei ristoranti indiani o in posticini un po' etnici. A noi piace tantissimo e abbiamo pensato di mostrarvi la ricetta. Dopo aver dato una rapida...
Pizze e Focacce

Come fare il pane di segale

Chi ama mangiare in modo genuino, non può dimenticare la cucina delle nostre nonne. Le ricette venivano elaborate con ingredienti di prima qualità, in genere prodotti negli orti e nei campi. Per ottenere il pane di segale si deve mescolare farine di...
Pizze e Focacce

Come fare il tortino di pane e mozzarella di bufala

A volte bastano pochissimi ingredienti per preparare una pietanza assolutamente sfiziosa. Il tortino di pane e mozzarella di bufala è una ricetta dalle origini campane. Si tratta di un piatto unico, da servire anche come antipasto. Molto nutriente, è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.