Ricetta: panelle e crocché

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La cucina palermitana è stata influenzata dalla sua storia, con piatti e spezie tipiche dei costumi arabi, ma ci sono ricette che perdurano da tempi molto antichi e si tramandano ora per i chioschi e i banconi in giro per la città. Una di queste è il panino con panelle e crocché. Vediamo come realizzarlo, seguendo una ricetta per 4 persone.

26

Occorrente

  • 250 g di farina di ceci
  • 750 ml d'acqua
  • olio di semi di girasole
  • sale
  • pepe
  • prezzemolo
  • 4 patate medie
36

Preparare le patate

Innanzitutto prepariamo le patate. Il consiglio importante da seguire è che queste devono essere lessate con tutta la buccia in poca acqua la sera prima, in modo da riposare e raffreddarsi. La cottura deve essere uniforme, per cui devono restare in ebollizione per almeno un'ora e mezzo. Una volta tolte dal fuoco, sbucciamole e lasciamole sgocciolare. L'indomani passiamole nello schiacciapatate o nel frullatore, saliamo e pepiamo, spolverando il tutto con abbondante prezzemolo. Infine lasciamo riposare il tutto per una mezz'ora. Una volta pronto l'impasto, creiamo delle polpettine allungate, non più grandi di 5 centimetri.

46

Frittura

Una volta pronte, scaldiamo abbondante olio di semi di girasole in una pentola alta almeno 10 centimetri ed non appena l'olio arriva a temperatura, adagiamo le polpette, prestando attenzione a non romperle, aiutandoci con un colino da frittura. Una volta dorato l'esterno delle polpette, tiriamole fuori e posiamole in un piatto con su della carta assorbente per 5 minuti, in modo da liberarle dall'olio di frittura.

Passiamo adesso alle panelle. In una pentola alta versiamo 750 ml d'acqua fredda e, per mezzo di un setaccio, aggiungiamo la farina di ceci. A fornello ancora spento, mescoliamo energicamente ed una volta ottenuto un composto omogeneo, accendiamo il fuoco e manteniamolo a fiamma medio bassa. Non smettiamo di mescolare con la frusta ed una volta che il contenuto giunge ad ebollizione, continuiamo a mescolare per altri 10 minuti, aggiungendo sale e pepe.

Continua la lettura
56

Impastiamo

Cerchiamo di non creare grumi per avere un risultato ottimale. Stendiamo ora il composto ancora caldo su un tagliere di legno e creiamo uno strato sottile di circa 2 millimetri. Ricaviamo quindi dei quadrati da 7 centimetri per 7 e mettiamoli nella pentola d'olio caldo (possiamo utilizzare quella usata per le crocché, a patto che sia pulita da precedenti impurità). Una volta dorate e ben cotte, tiriamole fuori aiutandoci col colino e lasciamole riposare su un piatto con carta assorbente per 5 minuti.
Tagliamo infine dei bei panini di grano tenero per lungo e mettiamo le panelle e, sopra di esse, le crocché. A piacimento, possiamo aggiungere del pepe o del succo di limone.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lessiamo le patate la sera prima con tutta la buccia
  • Per fare le crocché, laviamoci le mani ad ogni polpetta e lasciamole umide per non farle attaccare alla pelle.
  • Usiamo l'acqua fredda per l'impasto delle panelle, onde evitare la formazione di grumi

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Ricetta: Papas rellenas

Le Papas rellenas hanno origini peruviane dove rappresentano il piatto della cucina tradizionale. La ricetta delle Papas rellenas viene tramandata nelle varie generazioni subendo spesso anche delle modifiche. Ma cosa sono in realtà? Si tratta di polpette...
Cucina Etnica

Ricetta: cocido madrileño

La cucina non deve soltanto rappresentare piatti tradizionali. Ma, anche una sorta di conoscenza verso altri paesi. Esistono ricette che quasi mai, si può immaginare di poterle preparare. Poiché, la loro realizzazione può risultare difficile. Un altro...
Cucina Etnica

Ricetta vietnamita: come preparare il lahuh

Gentili lettori, all'interno della guida che seguirà andremo a parlare di cucina, dedicandoci ad una ricetta vietnamita. Andremo infatti a spiegare come preparare il lahuh.Ma come si fa a preparare il lahuh, tipica ricetta vietnamita?Proveremo ad illustrare...
Cucina Etnica

Ricetta: cuscus con pollo e cipollotti

Quando si parla di cucina sappiamo bene che, per impressionare i nostri commensali e realizzare pranzi e cene all'insegna del gusto e dell'originalità, è davvero fondamentale sperimentare manicaretti sempre nuovi e ricchi di sapore. Oggi vi proponiamo...
Cucina Etnica

Ricetta: frittelle con farina di ceci

Le frittelle con farina di ceci sono un piatto salato tipico del sud Italia ma apprezzato in tutta la penisola. La ricetta è semplice, economica, richiede pochi ingredienti e una veloce cottura. Tuttavia, questa semplicità è compensata sia dal gusto...
Cucina Etnica

Ricetta: pollo caramellato allo zenzero

Se volete cimentarvi nella preparazione del pollo cucinandolo in un modo diverso dal solito, in questa guida troverete la descrizione di una deliziosa ed originale ricetta, da preparare in pochi e semplici passi. La ricetta in questione è quella del...
Cucina Etnica

Chicken Caesar Salad: la ricetta

La ricetta della Chicken Caesar Salad vanta una tradizione centenaria. Creata da uno chef italiano, ha riscosso poi un enorme successo in tutto il mondo. La ricetta originale vuole l'immancabile salsa Worcestershire, ma se non gradite il suo sapore forte,...
Cucina Etnica

Ricetta: i takoyaki

I takoyaki sono una ricetta Giapponese che ha come ingrediente principale il polpo. Per la sua preparazione nono necessari ingredienti che non sono facilmente reperibili in Italia, per questo motivo elencherò un metodo di preparazione leggermente variato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.