Ricetta: pasta gratinata al sugo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Cucinare è una passione per tanti e una condanna per molti. I più creativi e fantasiosi sono sempre entusiasti di mettersi ai fornelli per sperimentare nuovi sapori. Molti altri, però, trovano stressante doversi inventare sempre qualcosa. Inoltre non tutti hanno confidenza con gli attrezzi del mestiere. Saper cucinare è un'arte non per tutti! Così è facile ricorrere a un semplice piatto di pasta monotono e poco originale. Ma non dobbiamo necessariamente accontentarci. Anche con poca creatività e abilità possiamo trasformare la pasta in un classico sfizioso. La pasta gratinata al sugo è un vero classico italiano, che trasforma la pasta in un piatto molto più accattivante. Scopriamo insieme questa ricetta appetitosa.

25

Occorrente

  • 500 gr di rigatoni
  • 200 gr di macinato di manzo
  • 250 gr di mozzarella
  • 400 gr di passata di pomodoro
  • Mezza cipolla
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale e pepe q.b.
  • Parmigiano reggiano grattugiato q.b.
35

Preparare il sugo di carne

Nonostante la sua semplicità, la pasta gratinata al sugo è adatta tanto alle feste quanto alle cene in compagnia. È sostanziosa, scenografica e assolutamente invitante. Il contrasto tra la croccante superficie e la pasta soffice solletica il palato. L'aggiunta di carne macinata e mozzarella ripropone accostamenti tipici della nostra tradizione. Pensiamo, per esempio, alle lasagne. Inizieremo dalla preparazione del sugo, soffriggendo mezza cipolla in pezzetti nell'olio d'oliva. Lasciamo imbiondire la cipolla, poi aggiungiamo la carne macinata. Rosoliamola a fondo, finché non prenderà colore.

45

Cuocere la pasta e il sugo

Aggiungiamo la passata di pomodoro e regoliamo di sale. Copriamo tutto con dell'acqua e lasciamo quindi cuocere il sugo per almeno 30 minuti, in modo che restringa. Possiamo sfruttare il tempo per preparare il resto degli ingredienti. Poniamo una pentola d'acqua sul fuoco per cuocere la pasta. Portiamo a bollore e saliamo, poi aggiungiamo i rigatoni. Tagliamo in tanti cubetti la mozzarella mentre la pasta cuoce. Dovremo scolarla molto al dente. Quando la pasta sarà pronta scoliamola e prepariamo la teglia.

Continua la lettura
55

Comporre il piatto e infornare

Spalmiamo un velo di sugo sul fondo della teglia. Versiamo quindi i rigatoni e copriamoli con un abbondante strato di sugo. Cospargiamo la pasta con uno strato di mozzarella e ripetiamo lo schema per una seconda volta. Per ottenere una gratinatura perfetta aggiungiamo un'abbondante spolverata di parmigiano grattugiato. Preriscaldiamo il forno e cuociamo la pasta a 225°C per 20 minuti. A 5 minuti dalla cottura completa attiviamo la funzione grill. Questo renderà la superficie della pasta gratinata bruna e croccante. Al termine della cottura, sforniamo il piatto e lasciamo compattare a temperatura ambiente per 10 minuti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare la pasta gratinata con cavolo e capperi

La pasta gratinata con cavolo e capperi rappresenta un primo piatto particolarmente stuzzicante, gradito anche da chi non ama questa verdura che, con i capperi, diventa molto più saporita. La preparazione è davvero veloce e semplice. Il risultato sarà...
Primi Piatti

Come fare il sugo di zucca per la pasta

La zucca è un ortaggio che generalmente viene raccolto dal mese di settembre a quello di novembre e che, prevede un grande utilizzo in cucina: in agrodolce, fritta, al forno, al vapore o per preparare risotti e minestre: la sua polpa può servire anche...
Primi Piatti

Ricetta: penne al sugo di noci

La pasta è un piatto della tradizione italiana. Cucinata con un sugo al pomodoro, con il formaggio o con qualunque altro sugo, la pasta, è sempre un piatto molto gradito ed apprezzato. Se volete scoprire una nuova ricetta per cucinare la pasta leggete...
Primi Piatti

Ricetta: cappelletti al sugo

La ricetta di oggi riguarda un piatto tipico, specialmente in Emilia Romagna e nelle Marche: i cappelletti. Caratteristica pasta all'uovo, i cappelletti somigliano ai tortellini, ma dalle dimensioni molto più ridotte. Si servono solitamente in brodo,...
Primi Piatti

Ricetta: sugo al salmone

Il sugo al salmone è il condimento ideale per un primo piatto sbrigativo, semplice ma delicato. Tipico pesce d'acqua dolce, dalle carni tenere e rosate si presta alla preparazione di molte pietanze. Fresco oppure affumicato, è facilmente reperibile...
Primi Piatti

Ricetta: fusilli lunghi al sugo di pancetta

I fusilli lunghi sono un particolare formato di pasta di grano duro, dall'aspetto gradevole e dalla consistenza molto corposa; si abbinano bene a sughi molto saporiti che li avvolgono e amalgamino completamente, per dare assoluta piacevolezza al palato...
Primi Piatti

Ricetta: polenta gratinata ai formaggi

Generalmente la polenta è un piatto che viene consumato nella parte settentrionale dell'Italia. Si tratta di una ricetta dal sapore molto particolare, perfetta per essere mangiata durante i mesi invernali. La polenta si presta a numerose varianti e può...
Primi Piatti

Ricetta: tajarin al sugo di carne

Ecco una nuova ricetta, da preparare comodamente nella nostra cucina, ricorrendo al classico metodo del fai da te, che ci darà una mano a mettere in pratica tutta la nostra fantasia, voglia di fare e creatività. Nello specifico cercheremo di preparare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.