Ricetta: pasta pancetta e fave

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le fave sono ricche di vitamine se vengono mangiate crude. Durante la cottura infatti, una buona parte di queste si perdono. Diventano quindi, adatte per chi segue una dieta, perché non fanno ingrassare. Il loro sapore dolce e delicato si presta per la preparazione di svariati piatti e si abbina benissimo con il piccante della pancetta. E in questa guida utilizziamo proprio questo "accoppiamento" per la preparazione di un primo piatto. La ricetta in questione è, pasta pancetta e fave. Un piatto veloce ed economico con i profumi della primavera.

25

Occorrente

  • Fave sbucciate 400 gr
  • Cipolla 1
  • Pomodorini 300 gr
  • Pancetta affumicata 150 gr
  • Parmigiano a scaglie 150 gr
  • Pasta 500 gr
  • Olio - Sale - Pepe
35

Preparazione del condimento

Per preparare un'ottima pasta con fave e pancetta è opportuno utilizzare le fave fresche piuttosto che quelle surgelate. Sfruttiamo i cibi di stagione fino a quando è possibile trovarli. Quindi sbucciate le fave e provvedete a togliere anche il tegumento. Se le fave sono grosse, sbollentatele per un paio di minuti. Al contrario, non occorre farlo per quelle piccoline. Prendete una padella antiaderente e metteteci dentro la pancetta tagliata a striscioline e i pomodorini aperti a metà. Unite la cipolla tritata finemente, una buona dose di olio, il sale e il pepe. Fate soffriggere il tutto fino a quando la pancetta non sia diventata croccante. Infine aggiungete le fave e il vino, mescolate e cuocete, per una decina di minuti, con il coperchio. Le fave sono tenere e quindi richiedono poca cottura.

45

Cottura della pasta

Nel frattempo occupatevi della pasta. Ma continuate a tenere d'occhio le fave. Devono rimanere a pezzetti e non diventare una crema. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata. Scolatela e mettete da parte un poco di acqua di cottura. Potrà servirvi successivamente per ammorbidire la pasta. Toglietela dal fuoco qualche minutino prima del previsto. Completerà la sua cottura facendola saltare in padella. È consigliabile scegliere un formato di pasta corto e che tiene di più la cottura. Potete utilizzare delle penne rigate, dei fusilli o delle caserecce fresche.

Continua la lettura
55

Conclusione del piatto

Cotta la pasta, trasferitela nella padella con le fave e mescolatela per amalgamarla bene. Se con tutto il condimento la pasta vi risulta troppo asciutta, aggiungete allora un poco di acqua di cottura oppure, se lo preferite del brodo, anche di dado o semplicemente un filo di olio. A questo punto non vi resta che dividere la vostra pasta fave e pancetta nei piatti. Servitela calda e con sopra, una bella manciata di scaglie di parmigiano. A scelta potete mantecare la pasta, con l'aggiunta di qualche cucchiaio di panna da cucina.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Ricetta: gamberoni su crema di fave secche e pancetta dolce

Se in occasione di una cena per degli ospiti di riguardo intendiamo preparare una ricetta davvero raffinata e nel contempo insolita, possiamo cimentarci nell'elaborazione di gamberoni appoggiati su un letto di crema di fave secche e pancetta dolce. Si...
Primi Piatti

Tagliatelle fave e stracciatella

Le fave sono tra i legumi più tipici della primavera. Solo in questo periodo è infatti possibile gustare i loro semi freschi ricchi di nutrienti. Oltre ad essere un'ottima fonte di proteine e di fibre, le fave hanno un'alta percentuale di ferro, di...
Antipasti

Come fare la vellutata di fave e sedano

Le vellutate sono delle preparazioni a base di verdure o legumi che vengono servite come antipasto o come contorno. Accompagnate con i crostini o insaporite con pancetta o salumi sono veramente deliziose. La parola vellutata sta ad indicare una preparazione...
Primi Piatti

Come fare i maccheroni salsicce e fave

Le fave sono dei legumi che possono essere consumati sia crudi che cotti. Con le fave si possono fare delle zuppe gustosissime ma anche dei contorni. Meno frequente è l'impiego di questi legumi per preparare dei primi asciutti. In questa ricetta vi proporremo,...
Primi Piatti

Come preparare il risotto con fave e basilico

Se in estate decidete di organizzare una cena con degli amici, potete cucinare un piatto semplice, fresco e profumato ossia il risotto con fave e basilico; infatti, è semplice da preparare, occorrono pochi ingredienti e non bisogna essere dei cuochi...
Primi Piatti

Come cucinare pasta e fave

Nella tradizione italiana troviamo piatti rustici, dalla preparazione semplice, fatta con pochi ingredienti ma in grado di regalare a chi li assapora un gusto del tutto particolare. Uno di questi è sicuramente la pasta con le fave. Le fave si prestano...
Antipasti

Come cucinare le fave fresche

Le fave sono dei legumi che, solitamente, vengono coltivate in zone climatiche temperate; oltre ad essere semplici da trattare, poiché non necessitano di una grande cura, sono molto veloci da cucinare. Il periodo migliore per mangiare le fave è sicuramente...
Antipasti

Come preparare il purè di fave

Le fave rappresentano indubbiamente un alimento molto salutare e ricco di proprietà e benefici per l'uomo. Per questo motivo esse sono molto utilizzate in ambito culinario e vengono adoperate per la realizzazione di numerose e deliziose ricette. Nella...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.