Ricetta: penne alla pescatora

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le penne alla pescatora sono un eccellente piatto, molto colorato, che viene apprezzato moltissimo da chi ama il pesce. Si deve servire appena pronto e deve essere accompagnato da un ottimo vino bianco fresco. Per la preparazione occorrono molti ingredienti, ma non abbiamo bisogno di troppo tempo per prepararlo. Seguendo questa ricetta il piatto può essere preparato in una mezz'oretta; evitiamo così di andare al ristorante. Prepararlo a casa, in tutta tranquillità, dà soddisfazione e viene apprezzato dagli ospiti che, probabilmente, saranno sorpresi piacevolmente. Questa guida dà dei consigli su come preparare le penne alla pescatora.

26

Occorrente

  • 320 g di penne
  • 300 g di pomodorini
  • 200 g di cozze
  • 200 g di vongole
  • 200 g di gamberi rosa
  • 200 g di calamaretti spillo
  • 200 g di calamaretti
  • 200 g di mazzancolle
  • sale
  • aglio
  • olio
  • pepe
  • prezzemolo
36

Cozze

In una bacinella, con dell'acqua, mettiamo le vongole in ammollo e le teniamo da parte, perché ci servono più tardi. Versiamo in una padella un filo d'olio, aggiungiamo le cozze, le copriamo con un coperchio e mettiamo sul fuoco a fiamma bassa. Intanto, in un'altra padella mettiamo un po' d'olio d'oliva e versiamo, al suo interno, alcune vongole sgocciolate; anche in questo caso il fuoco deve essere basso, ma non bisogna coprire. Adesso puliamo con molta cura le seppioline, inserendo il dito all'interno, facendo attenzione a non rompere la sacca del nero, poi eliminiamo l'osso dai pesci.
Con un goccio di vino bianco sfumiamo le vongole che abbiamo messo nella padella.

46

Vongole

Sciacquiamo le seppie sotto l'acqua corrente del rubinetto e controlliamo le vongole per vedere se si sono aperte. A questo punto prendiamo una padella, mettiamo un filo d'olio e uno spicchio d'aglio, che schiacciamo con il palmo della mano e poi mettiamo alcuni pomodorini tagliati a metà. Filtriamo il liquido delle vongole in una piccola ciotola, poi ripetiamo lo stesso procedimento con le cozze, apriamo i molluschi aggiungiamo i calamaretti con i pomodori e versiamo le code di mazzancolle, sgusciate precedentemente.

Continua la lettura
56

Gamberi rosa

Per terminare dobbiamo aggiungere anche i gamberi rosa interi; mettiamo il liquido filtrato prima dai molluschi. A questo punto aggiungiamo le seppioline che dobbiamo tagliare a metà; queste ultime si devono aggiungere alla fine perché la loro cottura è molto rapida. Adesso scoliamo le penne; aggiungiamo le mazzancolle nella padella con il sugo ed a seguire le vongole. Ora è il momento di introdurre la pasta; occorre mescolare con un cucchiaio di legno per far assorbire il sughetto e poi aggiungiamo un po' di prezzemolo tritato. Riempiamo i piatti ed aggiungiamo una macinata di pepe, meglio se misto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: crespelle alla pescatora

Le crespelle alla pescatora sono una ricetta che ricorda molto i sapori estivi, soprattutto i giorni delle vacanze al mare. Sono un piatto leggero e abbastanza semplice da preparare e di solito accontentano i gusti di tutti. Ovviamente possono essere...
Primi Piatti

Ricetta: spaghetti alla pescatora

Se avete voglia di preparare un primo piatto veramente sfizioso ed appetitoso, per una cenetta davvero speciale, allora gli spaghetti alla pescatora rappresentano la ricetta che fa al caso vostro. La loro preparazione, un po' come accade per tutti quanti...
Primi Piatti

Ricetta: penne alla polpa di granchio

Quando vogliamo degustare qualcosa di speciale e non adoperare i classici prodotti alimentari, una ricetta di cucina sicuramente da provare sono le penne alla polpa di granchio. I tempi di preparazione di questo piatto davvero squisito sono abbastanza...
Primi Piatti

Ricetta: penne allo yogurt

Se avete intenzione di realizzare un primo piatto diverso, preparate le penne allo yogurt. Nella ricetta lo yogurt è l'alimento base, che costituirà il condimento della pasta. Se finora avete usato lo yogurt solo per fare le creme per i dolci, questo...
Primi Piatti

Ricetta: penne con le castagne

La ricetta delle penne con le castagne rappresenta davvero una pietanza molto gustosa, pare che la prima ricetta di questo prelibato piatto sia tradizionalmente sicula però viene preparato in quasi tutte le regioni Italiane. In ognuna ricetta...
Primi Piatti

Penne agli aromi: ricetta

Le penne agli aromi sono un primo piatto sano e genuino. Il profumo inequivocabile degli aromi quali: rosmarino, prezzemolo, salvia, timo, peperoncino e aglio conferisce alla ricetta un gusto particolare ed apprezzato da tutti i palati. Le erbette aromatiche...
Primi Piatti

Ricetta: penne con moscardini

Chi l'ha detto che un piatto semplice debba essere per forza meno gustoso di uno più ricco e particolare? Prendiamo ad esempio le penne con moscardini. Questa ricetta è l'ideale per stupire i propri commensali durante una cena speciale. I moscardini...
Primi Piatti

Ricetta: penne con le triglie

La ricetta delle penne con le triglie accontenta gli amanti del pesce ma anche chi non sa rinunciare ad un ottimo piatto di pasta. La realizzazione di questa ricetta richiede una manciata di minuti. Piatto ideale, quindi, per chi ha poco tempo per dedicarsi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.