Ricetta: pizza con pomodorini, seppia e salmone

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La ricetta della pizza con pomodorini, seppia e salmone è tra le più gustose in circolazione. L'acidulo del pomodoro si sposa alla perfezione con le seppie. Il salmone andrà invece a dare un tocco di raffinatezza in più. Preparare questa pizza è abbastanza semplice. Serviranno in tutto due ore, impasto escluso. Pronte ad iniziare?

24

Iniziamo subito a preparare la pizza con pomodorini, seppia e salmone. Per la ricetta occorrono 450 grammi di pelati e 400 grammi di farina per pizza. Procuratevi poi 100 grammi di filetto di salmone e 100 di seppie. Occorrono poi una bustina di lievito di birra e olio extravergine di oliva. Per dare sapore, serviranno sale, pepe e vino bianco. Iniziate ad incorporare il lievito alla farina. Setacciate i due ingredienti fino a quando saranno perfettamente amalgamati. Aggiungete 200 grammi di acqua. Mescolate il tutto e incorporate un pizzico di sale. Ora impastate per bene, cercando di formare una palla di pasta dalla consistenza omogenea. Assicuratevi che non ci siano grumi nell'impasto. A questo punto, sistemate la palla di pasta in una terrina. Copritela con un foglio di pellicola trasparente da cucina. Lasciate lievitare per almeno quindici ore. L'ideale sarebbe sfruttare la notte.

34

Trascorso il tempo necessario, mettete l'impasto in un posto caldo. Fate poi scaldare una pentola antiaderente con un filo di olio. Affettate quindi un gambo di radicchio. Buttate le fettine di radicchio nell'olio bollente. Aggiungete uno spicchio di aglio sbucciato. Fate saltare il tutto in padella per un paio di minuti. Successivamente, tagliate a metà i ciliegini e togliete i semi. Aggiungeteli al radicchio rosolato. Proseguite la cottura per altri due minuti. Preparate quindi il pesce. Sarà sufficiente scaldare il salmone fresco su entrambi i lati fino a quando non sarà roseo. Serviranno circa cinque minuti per lato.

Continua la lettura
44

Ora tagliate le seppie a fettine. Scaldate un'altra pentola con dell'olio extravergine di oliva. Fate soffriggere in questa le seppie. Aggiungete il vino bianco, in modo che sfumino a dovere. Continuate a cuocere le seppie per uno o due minuti. Triturate i pomodori pelati e insaporiteli con aglio e prezzemolo. Suddividete la palla di pasta in quattro parti uguali. Stendeteli e cospargete la loro superficie con i pelati. Versate poi su questi un filo di olio. Scaldate il forno a 180 gradi per una decina di minuti. Non dovete fare altro che cuocere la pizza con pomodorini, seppia e salmone per quindici minuti circa. Estraetela quindi dal forno e farcitela con il salmone, le fettine di seppia e il radicchio. Buon appetito!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come conservare il nero di seppia

Il nero di seppia è un liquido di colore molto scuro che viene estratto dalle vesciche o sacche delle seppie. Il colore scuro del nero di seppia è dovuto al contenuto di melanina. Spesso nel passato si utilizzava per scrivere come inchiostro naturale....
Primi Piatti

Ricetta: tagliolini al nero di seppia con panna e salmone

Le calde sere d'estate sono la cornice perfetta per esplorare nuovi sapori e profumi. Per una cena elegante, magari nella tiepida aria serale, perché non lasciarci ispirare dei sentori marini del nero di seppia e del salmone? I tagliolini al nero di...
Primi Piatti

Ricetta: spaghetti al sugo di seppia

La pasta al nero di seppia risulta essere una ricetta di origine siciliane, più specificatamente della zona del Messinese. In passato, tale piatto veniva considerato povero, al giorno d'oggi invece ha un costo particolarmente elevato. Se non avete voglia...
Pizze e Focacce

Pizza fredda con salmone radicchio e bufala

La pizza è un alimento che piace quasi a tutti. Si può fare con varie basi d'impasto e dare forme diverse. Per poi, condirla come si desidera. Inoltre, la pizza si può portare a tavola sia a pranzo che a cena. Sostituendo così, qualsiasi portata o...
Pesce

5 ricette con la seppia

Tra i pesci più prelibati e più adatti per la preparazione di decine e decine di ricette, è indispensabile inserire la seppia. La seppia è un mollusco carnoso, gustoso, adatto alla preparazione di ottimi primi piatti, secondi, contorni, antipasti,...
Consigli di Cucina

5 modi per cucinare la seppia

La seppia è un mollusco marino molto diffuso nel Mediterraneo. Viene utilizzato nella nostra cucina per la realizzazione di piatti molto gustosi. Vedremo insieme 5 modi per cucinare la seppia. Per prima cosa vediamo velocemente come si preparano le seppie...
Pizze e Focacce

Come preparare l'impasto al nero di seppia

La pizza è un'invenzione del tutto italiana, un alimento in grado di soddisfare anche i palati più esigenti. È possibile gustarla in tutte le sue numerose varianti: dalla semplice Margherita, alla più condita e gustosa quattro stagioni. Ma naturalmente...
Pesce

3 secondi piatti con la seppia

Ospiti improvvisi hanno deciso di venire a cena da voi e non volete far brutta figura? Anche se il preavviso è pochissimo, ci sarà sempre la possibilità di stupire amici e parenti con qualche ricetta sfiziosa. Perché dunque non scegliete delle seppie,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.