Ricetta: polenta contadina al vino rosso

tramite: O2O
Difficoltà: facile
Ricetta: polenta contadina al vino rosso
16

Introduzione

In questa guida vi spiegherò brevemente come preparare una ricetta adatta per qualsiasi tipo di portata. Ecco quindi come preparare la polenta contadina al vino rosso. È una ricetta adatta per tutti, molto facile da eseguire. Anche se siete alle prime armi. Avete davanti a voi i fornelli da poco. È un'ottima ricetta per iniziare.

26

Occorrente

  • olio
  • vino rosso
  • farina di mais
  • sale
  • pepe
36

In una pentola pesante portate acqua e sale ad ebollizione e frustate gradualmente farina di mais in un flusso sottile. Cuocete la polenta sopra moderatamente con calore basso (va a malapena bollente), mescolando costantemente, finché molto spessa tira via dal lato della padella, circa 40 minuti per la farina di mais e circa 15 minuti, per la polenta istantanea. Togliete la casseruola dal fuoco e coprite per tenere al caldo. Mescolate la polenta appena prima dell'uso. La polenta non mancherà di tenersi calda, coperta, a circa 20 minuti. Fate circa 3 tazze. Notate: Nel metodo tradizionale del cucinare polenta, quaranta minuti di agitazione costanti sono necessari per ottenere una consistenza e un sapore fragrante. Ma procediamo.

46

L'esperto italiano Marcello Hazan ha sviluppato un metodo che coinvolge molto poco l'agitazione durante questo periodo. Si crede produca un'ottima polenta, una quasi altrettanto saporita e liscia come la procedura tradizionale. Per fare la polenta soddisfacente in fretta reale, una polenta istantanea importata (con farina di mais precotta) bisogna seguire questa ricetta. Questo cuoce in soli quindici minuti con del vino rosso. Foderate una teglia con carta da forno. Cuocete la polenta secondo le indicazioni sulla confezione. Togliete dal fuoco e mantecate con il parmigiano e il vino rosso, 1/4 di tazza di Gruyère e 1/4 di cucchiaino di ogni sale e pepe. Raschiate la polenta sulla teglia preparata e sparsa per formare un ovale di 3/4 pollici di spessore.

Continua la lettura
56

Scaldate quindi 2 cucchiai di olio con del vino rosso in una padella a fuoco medio-alto. Aggiungete la metà dei funghi e cuocete, gettandolo spesso, fino a doratura, dai 4 ai 5 minuti. Trasferite in una piastra. Cuocete i restanti funghi con l'olio rimanente nel cucchiaio con vino rosso. Restituite il primo lotto di funghi nella padella e conditeli con lo scalogno, il timo, il vino rosso, 1/2 cucchiaino di sale e 1/4 cucchiaino di pepe. Spargete il composto di funghi sopra la polenta e cospargete con il rimanente 1/4 di tazza Gruyère. Cuocete fino a quando il formaggio inizia a divenire marrone, per circa 3 minuti. Servite la polenta contadina al vino rosso con una insalata, se lo si desidera.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non lasciate cuocere oltre i tempi stabiliti

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: ravioli al vino rosso

I ravioli al vino rosso sono una ricetta tipica dell'Albese, dell'Astigiano e del Monferrato. La loro preparazione può essere svolta con metodi differenti, ma la farcitura deve sempre contenere soprattutto carne bovina arrostita arricchita con erbe aromatiche,...
Primi Piatti

Ricetta: risotto alla contadina

Un piatto che può essere preparato all'ultimo momento e con ingredienti sempre reperibili in casa è un buon risotto alla contadina. Si tratta di una ricetta di tradizione, piuttosto antica, a base di verdure e proteine date dalla presenza dei salumi....
Primi Piatti

Come preparare le tagliatelle al vino rosso

In questa guida vi insegneremo a preparare un primo piatto semplice e gustoso ed a dispetto del titolo, non molto calorico; ideale quindi, per ogni periodo dell'anno. Ecco a voi: le tagliatelle al vino rosso! Un tipo di pasta facile da preparare e che...
Primi Piatti

Come preparare il risotto con vino rosso e gamberi

Se volete stupire i vostri ospiti con un primo piatto decisamente insolito e appetitoso, questo risotto con vino rosso e gamberi è tutto ciò di cui avete bisogno. La sua realizzazione non comporta particolari difficoltà tecniche e anche chi si trova...
Primi Piatti

Ricetta: polenta ai funghi porcini

La polenta è un'antica ricetta di tradizione contadina che vede l'utilizzo massiccio di cereali, mais o segale. È molto apprezzata e consumata in Italia, specie al nord, ma anche oltre le Alpi ha avuto un discreto successo. Oltre alla versione base,...
Primi Piatti

Ricetta lombarda: polenta concia

La polenta concia è una ricetta tipica delle regioni del Nord Italia, dalla Valle d'Aosta al Veneto. Ogni area geografia ha una sua variante tradizionale, che si distingue non tanto per il metodo di cottura, quanto per il tipo di formaggio adoperato....
Primi Piatti

Ricetta: polenta con porcini alla cacciatora

La polenta è un piatto tipico della tradizione contadina, arrivato fino ai nostri giorni con la fama di piatto povero che, poi oggi è molto semplice da arricchire con altri ingredienti. La polenta è ottima calda in inverno ma anche fredda in estate,...
Primi Piatti

Ricetta: polenta ai calamari

Per riscaldare le fredde giornate invernali, perché non portare in tavola una ricetta antica ma dal sapore prelibato come la polenta? Una preparazione povera, ma capace di soddisfare anche i palati più esigenti! La ricetta classica la vuole accompagnata...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.