Ricetta: pudding di prugne

tramite: O2O
Difficoltà: media
Ricetta: pudding di prugne
17

Introduzione

Nella guida che segue vedremo un fantastico dolce, il pudding di prugne. Si tratta di una ricetta diffusissima in Italia anche se le sue origini appartengono alla Gran Bretagna. Esistono tante ricette diverse di questo fantastico dessert, ma durante il periodo estivo le prugne sono in frutto ideale da utilizzare per questo dolce. La preparazione non è particolarmente complessa ed è l'ideale da presentare ai propri commensali in occasioni particolari: il risultato è sicuramente garantito.

27

Occorrente

  • casseruola, prugne, zucchero, cannella, macis
37

Il budino

Questo dolce si presenta come un budino, un dessert fresco e gustoso. Gli ingredienti sono facilmente reperibili e la preparazione non è particolarmente complessa. Inoltre, un consiglio, è l'aggiunta di un buon vino moscato secco, che rafforza i sapori, e soprattutto si accosta perfettamente al sapore delle prugne.

47

Le prugne

Per prima cosa bisogna lavare e snocciolare tutte le prugne, quindi aprirle a metà ed elimare la parte interna. Eventualmente eliminare anche l'attacco con la foglia. Dopo di che bisogna cuocerle in una casseruola di media ampiezza, aspettare che raggiunge l'ebollizione e poi mettere una stecca di cannella, il macis o la noce moscata, le scorze di limone (devono essere pezzi grandi ben lavati non trattati e grattugiati, perché servono solo ad insaporire) ed infine acqua e zucchero. Dal momento dell'ebollizione fare cuocere il tutto per circa quindici minuti.
Una volta cotto tutto togliere dal composto la cannella, il macis, la fecola e le scorze di limone e procedere con il setaccio del liquido di cottura con le prugne. Una volta fatto ciò rimettere tutto nel pentolino e cuocere a fuoco molto basso per alcuni minuti.

Continua la lettura
57

La cottura

Durante la cottura degli ingredienti, che cuocerenno lentamente, inizieranno ad addensanti lentamente, prendendo la consistenza del budino. Per evitare che si attacchi sul fondo, mescolare di tanto in tanto.
Una volta che il budino avrà preso forma, immergere lo stampo per qualche minuto nell'acqua calda, ma non troppo. Dopo di che poggiarlo su un piatto da portata. Ora dare sfogo alla propria creatività. Si può infatti decorare il pudding a proprio piacimento. Si possono mettere delle scaglie di cioccolato, arricchirlo con la panna oppure decorarlo con pezzetti di prugna. Una volta finito metterlo in frigo per farlo riposare e raffreddare adeguatamente, per almeno un'ora. A questo punto il dessert è pronto per essere servito ai propri commensali, magari accompagnato con del buon vino.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prestare attenzione durante l'addensamento degli ingredienti
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare il pudding al miele

Se siamo alla ricerca di un dolce insolito questo pudding di miele fa al caso nostro. È facile da preparare, con ingredienti semplici, ed è ottimo da servire in ogni occasione. Basterà solo pianificare di prepararlo il giorno prima. Il risultato sarà...
Cucina Etnica

Come fare il pudding dello Yorkshire

Se state organizzando un menù in perfetto stile inglese, non perdete la ricetta del pudding dello Yorkshire. Il pudding dello Yorkshire, in sostituzione del pane, accompagna di solito l'arrosto di manzo, saporito, tenero e succoso. Tuttavia, può essere...
Dolci

Ricetta: Pudding di pane, noci e mandorle

In casa vengono preparati molti cibi prelibati, tra ricette salate e ricette dolci, ci si può sbizzarrire. Tra i primi piatti è possibile fare un bel piatto di pasta, per esempio con dei pomodori freschi. Ma anche prepararla con il pesto di pistacchi....
Dolci

Ricetta del pudding di mele

Imposteremo questa guida con l'obiettivo di spiegarvi, in tre brevi passi, una ricetta che ritengo potrebbe risultare interessante per voi lettori. Come avrete letto nel titolo della guida stessa, ora ci concentreremo nello spiegarvi la ricetta del pudding...
Antipasti

Come preparare la salsa di mele e prugne

Gli arrosti di carne e le pietanze a base di pesce devono essere sempre accompagnate da un condimento oppure da una salsa, in maniera tale da esaltarne il sapore. Alcuni tipi di salsa si abbinano molto bene anche ai dolci. Attraverso i passaggi seguenti...
Dolci

Come fare la pizza dolce alle prugne

La pizza, è uno dei pasti preferiti da grandi e piccini ed è perfetta per ogni occasione.Per chi ama non solo mangiare una buona pizza ma anche prepararla, esistono delle varianti davvero particolari e originali alla classica pizza. In questa guida...
Dolci

Come preparare le prugne sciroppate

Cucinare è la passione di moltissimi di noi, riusciamo a creare ricette squisite e saporite con pochi ingredienti, tanto che la nostra cucina è molto famosa anche all'estero. Ma quello a cui non possiamo proprio rinunciare è la frutta, che mangiamo...
Carne

Ricetta: lombata di coniglio farcita alle prugne

La lombata è un taglio di carne corrispondente alla sella (o lombo) di un animale macellato. Ovvero trattasi della sua parte posteriore. Più nota è la lombata del bue o del vitello. Ma anche quella del coniglio possiede le medesime caratteristiche:...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.