Ricetta: risotto agli asparagi e funghi

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il risotto è uno uno dei piatti tipici della cucina italiana diffuso ampiamente dal Nord al Sud, in numerosissime varianti. Una di queste, è il risotto agli asparagi e funghi, combinazione vincente di sapori decisi e aromi intensi. Con questa ricetta, che serve due persone, vedremo come preparare alla perfezione questa cremosa bontà! Se possibile, per un risultato più gustoso, cerchiamo di preferire sempre gli asparagi di stagione.

28

Occorrente

  • Una pentola capiente, un pentolino, un mestolo, un cucchiaio di legno, ed una casseruola abbastanza ampia per tostare e rigirare comodamente il riso;
  • 200gr di asparagi preferibilmente di stagione;
  • una manciata di funghi porcini secchi di buona qualità o circa 100gr di funghi freschi;
  • 160gr di riso carnaroli;
  • 30gr di parmigiano grattugiato;
  • 20gr di burro;
  • qualche fettina di cipolla;
  • un bicchierino di vino bianco secco;
  • olio extravergine d’oliva;
  • sale e pepe;
  • acqua o brodo q.b. (a scelta se di carne o vegetale)
38

Pulire e tagliare gli ingredienti

Una volta pesati gli ingredienti del nostro risotto, procediamo alla preparazione degli stessi.
I funghi, se optiamo per quelli secchi andranno subito messi a mollo in acqua fredda. Se optiamo per i funghi freschi invece, puliamoli e tagliamoli grossolanamente. Laviamo dunque gli asparagi e cuociamoli nel pentolino per qualche minuto, in acqua salata. Preleviamo gli asparagi cotti, tagliamo le punte e mettiamole da parte per dopo, serviranno come decorazione per il risotto. Del fusto dell’asparago, scartiamo dunque un terzo dal lato della base: la radice è troppo dura e legnosa, abbiamo bisogno principalmente del cuore e la porzione prossima alle punte.

48

Mettere sul fuoco la pentola del brodo

Affettiamo dunque i fusti degli asparagi, tagliandoli a rondelle di circa un centimetro di spessore o poco meno. Tagliandoli così sottili consentiremo una buona cottura uniforme e sprigioneranno al meglio il loro aroma nel nostro risotto. Mettiamo sul fuoco la pentola del brodo. Possiamo farlo in casa o optare per quello di dado, sia vegetale che di carne. Se lo si preferisce, si può utilizzare anche solo acqua senza niente dentro. La scelta del liquido può cambiare l'aroma del risotto, intensificandolo o meno. Qualsiasi sia la nostra scelta, portiamo il liquido a bollore e teniamo costantemente la fiamma accesa al minimo sotto la pentola durante tutta l’esecuzione della nostra ricetta.

Continua la lettura
58

Preparare il risotto

Iniziamo a preparare il vero e proprio risotto appena il brodo o l’acqua sono a bollore.
In una casseruola abbastanza larga, versiamo un filo d’olio d’oliva e facciamo appassire leggermente la cipolla sminuzzata. Aggiungiamo il riso e procediamo con la tostatura, rigirando frequentemente per circa 2 o 3 minuti a fuoco moderato. Sfumiamo quindi con il bicchierino di vino bianco. Ora possiamo aggiungere due o tre mestoli di acqua o brodo al riso. Se il livello dell’acqua o brodo nel risotto dovesse calare troppo, abbassiamo la fiamma o aggiungiamone una mestolata. Non dobbiamo annegare il riso e abbandonarlo a sé stesso, ma nemmeno farlo seccare o attaccare alla casseruola! Seguiamo sempre la cottura e rigiriamo di tanto in tanto col cucchiaio.

68

Aggiungere i funghi e gli asparagi

A metà cottura, ossia dopo circa 8 minuti dall'aggiunta dell’acqua o del brodo al risotto, aggiungiamo le fettine di asparagi (ma non ancora le punte che avevamo messo da parte). Tagliamo a pezzetti grossolani i funghi secchi che avevamo messo a mollo, o eventualmente quelli freschi che avevamo tagliato, ed inseriamo anche loro nel risotto. Rigiriamo ed aggiustiamo di sale solo se stiamo adoperando l’acqua: due pizzichi generosi basteranno. Cerchiamo di non esagerare col sale. Aggiungerlo dopo è facile ma toglierlo è impossibile. Col brodo ad esempio, non è necessario metterlo in quanto già salato di suo. Dopo 4 minuti, aggiungiamo quindi le estremità degli asparagi che avevamo messo da parte. Sono tenere e non hanno bisogno di una cottura lunga come quella dei fusti. Cuociamo per altri 4 minuti circa, assicurandoci sempre che il risotto rimanga cremoso e non si secchi mai. Il tempo totale di cottura del risotto è di circa 15 o 16 minuti.

78

Procedere con la mantecatura

Procediamo dunque con la mantecatura per perfezionare la ricetta. Leviamo il riso dal fuoco e mettiamoci dentro il parmigiano, quindi mescoliamo energicamente col cucchiaio per circa trenta secondi. Ripetiamo dunque la stessa cosa col burro e mescoliamo con decisione, fino a scioglierlo completamente. A questo punto possiamo assaggiare ed aggiustare a piacere di sale e pepe.
Il nostro risotto agli asparagi e funghi è pronto dunque per essere impiattato, buon appetito!

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La corretta tostatura del riso può cambiare la qualità del piatto radicalmente
  • Un'alternativa al carnaroli è un buon riso arborio
  • Usare un cucchiaio di legno e non uno metallico è importante, non danneggia pentole, ingredienti e riso
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: risotto agli asparagi bianchi

Gli asparagi sono ortaggi di stagione che ben si prestano ad accompagnare ogni tipo di piatto. Essi sono ricchi di sali minerali, quali fosforo e calcio, e di vitamine, in particolare A, C e E. I germogli di asparago sono disponibili nel periodo di primavera....
Primi Piatti

Ricetta: risotto con asparagi e gamberi

Uno dei piatti della tradizione italiana è il risotto. Il risotto è davvero buonissimo, indipendentemente da come venga preparato o condito. Esistono moltissime scuole di pensiero che cambiano la ricetta del risotto per ottenere una preparazione ottimale....
Primi Piatti

Ricetta: risotto con asparagi e gorgonzola

La nostra cucina è una fonte perenne di ricette davvero interessanti da cucinare. Dall'antipasto al dolce, possiamo realizzare deliziose pietanze anche con ingredienti di facile reperibilità. Qualora non avessimo idee e volessimo realizzare un gustoso...
Primi Piatti

Ricetta: tagliatelle agli asparagi, radicchio e funghi

La pasta è tipicamente italiana e si può preparare in molte ricette diverse. All'uovo o agli spinaci, al classico tricolore le tagliatelle si condiscono con ragù e sughi prelibati e di ogni tipo. Prenderemo in considerazione ora un primo piatto variopinto,...
Primi Piatti

Ricetta: risotto con crema di asparagi e speck

In cucina vengono preparati, durante l'arco della della giornata, moltissimi piatti. Infatti iniziando con il pasto più importante, cioè la colazione, arriviamo alla sera completando con la cena. Tra i piatti preparati sia per il pranzo che la cena,...
Primi Piatti

Ricetta: risotto con polpo e asparagi

All'interno di questa guida andremo a dedicarci alla cucina. Lo faremo spiegando la preparazione di una ricetta specifica: il risotto con polpo e asparagi. Questa guida si comporrà di quattro differenti passi, escludendo il passo d'introduzione, dove...
Primi Piatti

Ricetta: risotto con asparagi e fragole

Una ricetta particolare, da assaporare in primavera, quando gli ingredienti sono freschi. Un misto di sapori che si uniscono in un connubio perfetto, apprezzato da piccoli ed adulti. L'insieme dei colori accontenta l'occhio prima del palato e con ingredienti...
Primi Piatti

Ricetta: risotto alla milanese con asparagi

Il risotto è un ottimo primo piatto, tipico della nostra cucina tradizionale, valido ed ottimo sostituto della pasta. Può essere insaporito con vari ingredienti ed essere servito sia caldo sia freddo, basti pensare alle insalate di riso, servite nelle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.