Ricetta: risotto all'aceto balsamico

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
Ricetta: risotto all'aceto balsamico
15

Introduzione

Il risotto all'aceto balsamico è un piatto tipico dell'Emilia Romagna, ed è particolarmente adatto a chi ha poco tempo a disposizione per preparare la cena o il pranzo. Inoltre i prodotti da usare sono di facile reperibilità, ed il costo totale della ricetta è decisamente contenuto. In riferimento a ciò, ecco una guida con le istruzioni su come procedere per l'elaborazione di questo gustoso risotto.

25

Occorrente

  • Riso carnaroli 300 g
  • 1 cipolla
  • 2 noci di burro
  • parmigiano reggiano
  • 2 bicchieri di vino bianco
  • 2 carote
  • 1 sedano
  • 2 zucchine
  • Aceto balsamico q.b.
35

Preparare il brodo

L'elaborazione della ricetta richiede circa 40 minuti, e per iniziare lavate accuratamente le verdure che servono per preparare il brodo. La carota ad esempio è consigliabile grattarla nella sua parte esterna, fino ad ottenere un colore ben arancione e togliendo così le rigature nere classiche dell'ortaggio. Fatto ciò, prendete il pentolino per il brodo e riempitelo di acqua fino ad occuparne i 2/3, dopodiché aggiungete tagliandole grossolanamente le vostre carote, unite alla cipolla, al sedano, alle zucchine e ad un pizzico di sale. A questo punto portate ad ebollizione fino a cottura ultimata. Il liquido ottenuto, servirà alla fine per bagnare il riso e facilitarne la giusta cottura.

45

Tostare il riso

A parte, prendete la padella e versatevi un copioso filo d'olio di oliva. Sbucciate la cipolla e tagliatela finemente, e se non la gradite potete sempre utilizzare dello scalogno. Mettete comunque la cipolla a soffriggere a fuoco lento, bagnando di tanto in tanto con un bicchiere di vino e facendolo poi sfumare del tutto. Una volta che la cipolla è ben rosolata, versate il riso e fatelo tostare mescolando con il cucchiaio di legno. Il riso sarà pronto quando vedrete il suo colore divenire quasi trasparente. Continuate a sfumare il tutto con un secondo bicchiere di vino. Per permettere la cottura del riso, iniziate ad innaffiarlo con il brodo vegetale precedentemente preparato e mantenuto a temperatura. Quando il tutto avrà raggiunto una cottura al dente, unite l'aceto balsamico (non troppo) ed una noce di burro. Adesso fate cuocere a fiamma media, mantecando di tanto in tanto.

Continua la lettura
55

Aggiungere dell'altro aceto balsamico

A lavoro ultimato togliete dal fuoco il tutto, e servite arricchendo il risotto con del formaggio grattugiato, e aggiungete (a zig zag) sul contorno del piatto dell'altro aceto balsamico proprio come amano fare gli chef più rinomati. Quest'ultimo ritocco serve sia ad esaltare ulteriormente il gusto della ricetta che a rendere il riso con un intenso sapore di aceto balsamico, visto che gran parte in fase di cottura è andato perso per un normale processo di evaporazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare il riso alle cipolle caramellate e rosmarino

Se dovete organizzare una cena di lavoro o avete un'occasione speciale e vi serve un menù raffinato potete optare per la preparazione di un risotto come primo piatto. Il web è pieno di ricette ma sicuramente dovete scegliere un ingrediente dal gusto...
Primi Piatti

Ricetta: risotto agli asparagi e mazzancolle

Con l'arrivo della primavera, sulle nostre tavole iniziano a comparire gli ingredienti di stagione, con tutto il loro carico di freschezza e il loro apporto di nutrienti e vitamine. Uno degli ingredienti più apprezzati di questo periodo dell'anno sono...
Primi Piatti

Come preparare il risotto alla cipolla caramellata

Se volete preparare un primo piatto originale, leggero e gustoso, senza dubbio la scelta migliore per voi è il risotto alla cipolla caramellata. È una ricetta che richiede pochissimi ingredienti e non serve molto tempo per prepararla. In questa guida...
Primi Piatti

5 risotti insoliti

Viaggiando attraverso i profumi e i sapori della gastronomia italiana non possiamo non pensare al delizioso risotto! Questo goloso primo piatto è solitamente servito nelle sue declinazioni più classiche, come il risotto allo zafferano. Eppure il risotto...
Primi Piatti

Ricetta: Risotto all'Amarone

Il risotto all'Amarone è un primo piatto tipico della cucina Veronese. Infatti l'Amarone è un vino rosso molto gustoso e corposo che viene prodotto a Verona e consente di creare anche delle gustose ricette come, per l'appunto, il risotto. Se non avete...
Consigli di Cucina

Come cucinare il cavolo rosso

Esistono vari modi per cucinare il cavolo rosso (conosciuto anche come cavolo viola), ma spesso non si sa come farlo e si finisce sempre per lessarlo. In realtà è un vegetale ricco di proprietà, poiché ricco di vitamine A e C. Queste vitamine sono...
Primi Piatti

Ricetta: riso al limone, gamberi e mandorle

Il riso è un primo piatto davvero delizioso. Esistono tantissimo modi differenti per cucinare il riso per ottenere dei risultati ottimi al palato ma anche molto vari tra loro. Il riso freddo, il riso lesso e il risotto sono i tre modi più classici e...
Antipasti

3 ricette con il cavolo viola

Se si vuole provare un ortaggio diverso dal solito, che può essere cucinato in tante maniere differenti, ecco proposto il cavolo viola. Si tratta di una variante del cavolo cappuccio, che di solito viene adoperato per la preparazione dell'insalata. In...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.