Ricetta: risotto carciofi zafferano e pecorino

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Ogni volta che invitiamo amici e parenti per un pranzo o una cena, cerchiamo sempre di preparare qualcosa di particolare e che lasci tutti quanti a bocca aperta. Su internet, ormai, è possibile reperire moltissime ricette adatte ad ogni palato, ma se stiamo cercando qualcosa di veramente particolare e gustoso allora questa è proprio la ricetta che fa la caso nostro. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a preparare un buonissimo risotto con carciofi, zafferano e pecorino.

26

Pulire e cuocere i carciofi

Per prima cosa puliamo e laviamo per bene i carciofi, eliminando le foglie più esterne e i gambi. Tagliamoli in pezzi abbastanza piccoli e mettiamoli in una coppa di medie dimensioni a macerare con olio e il succo del limone spremuto. In una padella abbastanza grande mettiamo un filo d'olio e soffriggiamo mezza cipolla tagliata in pezzetti molto piccoli e dopo circa due minuti, aggiungiamo i carciofi. Copriamo con il coperchio e lasciamo cuocere per venti minuti circa. Se è necessario aggiungiamo un bicchiere d'acqua.

36

Cuocere il riso e unire gli ingredienti

In una padella piccola versate un filo d'olio e aggiungiamo la pancetta. Facciamo in modo che essa diventi croccante, quindi cuociamola a lungo. Quando sarà pronta, aggiungiamo la pancetta nella padella che contiene i carciofi. Prepariamo un tegame grande con abbondante acqua e cuociamo il riso, dopo averlo opportunamente salato, fermandoci però a circa metà cottura. Scoliamo il riso e aggiungiamolo nella padella grande. Facciamo in modo che raggiunga la tostatura (per questo è fondamentale che la padella sia antiaderente) e aggiungiamo due bicchieri di vino bianco. Il vino adatto è un vino leggero o a limite di medio corpo, non deve coprire assolutamente gli altri sapori. Mantechiamo il tutto senza smettere di mescolare e portiamo il riso a cottura. Quando il riso sarà quasi pronto, aggiungiamo tre quarti della ricotta e le due bustine di zafferano. Le bustine addizioniamole con cautela, una per volta, continuando a mescolare senza fermarci.

Continua la lettura
46

Aggiungere la ricotta e servire

Solo alla fine, quando il risotto sarà ormai pronto, aggiungiamo la parte restante della ricotta. A questo punto spegniamo il fuoco, riempiamo il tutto con pecorino romano grattugiato finemente e lasciamo riposare. Il risotto è finalmente pronto. Per servirlo, spolveriamolo con pepe e decoriamolo con grosse scaglie di pecorino. Per la presentazione, possiamo porre nel piatto da servire le foglie esterne dei carciofi che abbiamo eliminato inizialmente.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare il risotto con crema di carciofi e zafferano

Anche se abbiamo poco tempo a disposizione da dedicare ai fornelli, questo non vuol dire che non possiamo portare in tavola una piccola prelibatezza! Il risotto è un primo piatto cremoso e saporito, perfetto per essere declinato in moltissime varianti....
Primi Piatti

Ricetta: carciofi ripieni con farro allo zafferano

I carciofi con ripieno di farro allo zafferano sono un piatto leggero, sfizioso e molto salutare: le caratteristiche benefiche del farro, infatti, lo rendono una buonissima alternativa al grano duro, oltretutto è molto digeribile e poco calorico. Se...
Primi Piatti

Ricetta: fusilli ai carciofi, prosciutto e pecorino

In casa attraverso pochissimi ingredienti, si possono creare piatti elaborati e saporiti, basta saperli comporre tra loro per dar vita a una ricetta semplice, genuina e gustosa. Molte persone che lavorano, spesso si ritrovano ad avere poco tempo per realizzare...
Primi Piatti

Ricetta: risotto allo zafferano

L'Italia è un paese dalla ricca e conosciutissima tradizione culinaria. In ogni parte della nostra nazione è possibile gustare tantissime ricette particolari ma allo stesso molto speciali. Il risotto allo zafferano è una ricetta prettamente lombarda,...
Primi Piatti

Ricetta: risotto con funghi, crema di pecorino e tartufo

La ricetta per un risotto dal sapore tipicamente autunnale è il risotto con funghi, crema di pecorino e tartufo. Questo primo piatto di terra ricorda molto i sapori dell'Umbria e della Toscana, poiché sono terre ricche di funghi, tartufi ed anche di...
Primi Piatti

Ricetta: risotto allo zafferano, zucchine e gamberetti

Il risotto allo zafferano, zucchine e gamberetti è un piatto molto versatile, in quanto può essere sia invernale che estivo perché gli ingredienti sono disponibili in entrambe le stagioni; il piatto, inoltre, è molto semplice da preparare e richiede...
Primi Piatti

Ricetta per il risotto di zucchine e zafferano

La tavola estiva si veste di cibi leggeri e delicati, perfetti per affrontare con gusto anche le giornate più calde. Per un pranzo light e sfizioso, perché non abbinare la dolcezza croccante delle zucchine al profumo speziato dello zafferano? Il riso,...
Primi Piatti

Ricetta: risotto con datteri allo zafferano

In questa ricetta vedremo come preparare uno squisitissimo risotto con datteri allo zafferano, un primo piatto veramente eccezionale proprio da "leccarsi i baffi". Accompagnato con del vino bianco leggermente frizzante può essere il must per una cena...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.