Ricetta: risotto con tartufo e mandorle

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quello che amo di più dell'arte della cucina è che la sola regola da seguire è metterci il cuore. Impossibile, mi direte, ma io sono proprio convinta che sia così: ai fornelli molte volte si può ottenere un risultato da veri chef se anziché un pizzico di sale si aggiunge al piatto un pizzico di follia. Basta poco per ricreare anche a casa la magia di un ristorante da favola e questa ricetta per preparare un risotto con mandorle e tartufo vi aiuterà a farlo. Le mandorle e il tartufo sono dei veri e propri gioielli che la natura ci offre per arricchire le nostre ricette: ecco pochi semplici passi da seguire per chi ha voglia di distinguersi ai fornelli!

26

Occorrente

  • Mezza cipolla
  • 200 grammi di mandorle pelate
  • 100 grammi di tartufo
  • Burro
  • Olio
  • Brodo
  • Sale
  • Pepe
  • Mezzo bicchiere di vino bianco
  • Parmigiano
  • 250 grazie riso carnaroli
36

Iniziate con il soffritto

Per cominciare, seguite i passi iniziali per l'ordinaria preparazione di un risotto: preparate un brodo delicato che utilizzerete per cuocere il riso e, dopodiché, occupatevi del soffritto. Tagliate finemente la cipolla e fatela soffriggere con olio extra vergine di oliva in una padella capiente o tegame, aggiungendo circa metà delle mandorle che avete a disposizione. Le mandorle possono essere a vostro piacere lasciate intere o tagliate grossolanamente. Sfumate con del vino bianco.

46

Fate cuocere il riso

Appena la cipolla sarà dorata, aggiungete il riso e fatelo tostare per qualche minuto. La qualità del riso è determinante per la riuscita del vostro piatto e sicuramente quello che meglio si presta è il riso carnaroli. Regolate di sale e pepe nero, e pian piano, ricoprite il riso con il brodo che avevate preparato. Il brodo può essere di carne o di verdure, a vostra scelta; in entrambi i casi, però, fate in modo che non abbia un sapore troppo forte: deve essere di ausilio per la cottura senza occultare gli altri sapori del piatto. Coprite la padella col coperchio e fate cuocere per circa quindici minuti (o il tempo necessario indicato sulla confezione del riso). Mescolate di tanto in tanto.

Continua la lettura
56

Guarnite il piatto

Trascorso il necessario tempo di cottura aggiungete in padella una noce di burro per far mantecare il risotto a fiamma molto bassa o spenta, pochi minuti. A questo punto, passate ad impiattare guarnendo ogni piatto con una presa di mandorle tritate, delle fettine di tartufo grattugiato e una spolverata di parmigiano. Fate attenzione se non siete soliti utilizzare il tartufo in cucina e ricordate che prima di essere utilizzato va trattato come un fungo, ovvero va rimossa con cura la terra in eccesso. A questo punto tutto è pronto, impossibile resistere a questo piatto dal sapore inconfondibile, per una cena che sarà impossibile dimenticare!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se volete potete aggiungere un filo d'olio a crudo prima di servire il piatto e se lo gradite potreste optare per un olio aromatizzato al tartufo, darà al piatto ancora più aroma!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: risotto con robiola e tartufo

Ci sono ricette che rimangono impresse nel nostro palato per il loro gusto e il loro sapore indimenticabile, una di queste è sicuramente il risotto con robiola e tartufo. Si tratta di un primo piatto tipicamente autunnale, quando la natura ci regala...
Primi Piatti

Come preparare un risotto al tartufo

Se in occasione di una cena importante, desiderate portare in tavola una pietanza davvero speciale, allora potrete preparare un delizioso risotto al tartufo, che è sicuramente l'ideale per ottimizzare il risultato. Si tratta di un primo piatto molto...
Primi Piatti

Ricetta: risotto con tartufo e noci

Una ricetta che ricorda molto la Toscana e l'Umbria e soprattutto rievoca sapori invernali è il risotto con tartufo e noci. È una ricetta relativamente semplice da preparare, poiché è difficile fare una cottura del risotto perfetta, ma l'esperienza...
Primi Piatti

3 ricette di primi con tartufo

Quando si lavora ai fornelli è molto importante dare una certa ventata di freschezza e novità al proprio modo di cucinare. Questo ci consente di ottenere non solo delle ricetta sempre e nuove e gustose, ma anche di evitare di cadere nell'oblio della...
Primi Piatti

Come fare i tortelli alla carne e tartufo

Avere la possibilità di utilizzare il tartufo in cucina, consente di dare un profumo e un sapore unici ad una grande varietà di piatti; per insaporire una pasta, un risotto o una salsa, è necessaria solo una piccola quantità di tartufo per avere risultati...
Primi Piatti

Come preparare una salsa di castagne e tartufo

Tutti gli appassionati di cucina, sono sempre alla ricerca di nuove idee e nuove ricette per stupire gli ospiti; presentare un bel piatto in tavola che viene gradito dai commensali, è una delle gratificazioni più grandi per chi la maggior parte del...
Primi Piatti

Come cucinare la pasta al nero di seppia

Come amano affermare i più grandi cuochi del mondo: in cucina bisogna osare. Questa frase può benissimo comprendere la preparazione di pietanze insolite e azzardate, come la pasta al nero di seppia. Purtroppo in commercio questa tipologia di alimento...
Primi Piatti

Ricetta: risotto alla zucca e rosmarino

Perfetto come primo piatto, specialmente serale, al risotto non si rinuncia mai. Di una versatilità estrema, si accosta indifferentemente a tutti gli ingredienti. Risotto alle verdure, ai funghi, al tartufo, ai crostacei o ai vari tipi di pesce o di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.