Ricetta: sarde in carpione

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
Ricetta: sarde in carpione
17

Introduzione

Capita a tutti di avere ospiti a pranzo o a cena e di non sapere cosa preparare per sorprenderli e deliziarli. Spesso, rispolverare un piatto tipico della nostra tradizione può essere la mossa vincente. Fanno al caso nostro le sarde in carpione, una tipica ricetta che ha origine in Veneto. Il termine significa "in sapore" e sta a indicare la ricchezza di gusto e di sapori che questa ricetta regala. Si tratta di un piatto ottimo a base di pesce azzurro, ricco quindi di proteine e di omega tre, utilissimo per chi soffre di problemi legati al colesterolo. La ricetta non è difficile ma richiede una particolare attenzione. Ecco a voi la ricetta: sarde in carpione.

27

Occorrente

  • 600 g di sarde già pulite
  • 2 cipolle grandi
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 40 g di uva passa
  • 40 g di pinoli
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 2 foglie di alloro
  • sale q.b.
  • farina q.b.
  • olio di semi di girasole (per friggere)
  • pepe rosa in grani
37

Preparare le sarde

Per prima cosa acquistate delle sarde, rigorosamente fresche. Evitate prodotti congelati! Fatevele pulire dal pescivendolo, lui ci impiegherà 5 minuti a farlo, ma nel caso si rifiutasse, fatelo voi armati di forza e coraggio, non è così difficile. Dopo aver lavato accuratamente le sarde, asciugatele bene e infarinatele. Mettete già da ora l'uva passa in ammollo in acqua tiepida. Dopo aver fatto ciò, mettete dell'olio di semi di girasole in una casseruola a scaldate il tutto. Una volta raggiunta la giusta temperatura, iniziate a friggere le sarde per qualche minuto.
Fate scolare le sarde appena fritte su un foglio di carta assorbente per eliminare l'olio in accesso.

47

Cuocere le cipolle

Adesso affettate le cipolle in fettine sottili, e fatele rosolare a fuoco basso per un 20 minuti circa all'interno di una terrina con dell'olio d'oliva. Trascorso il tempo, salate e aggiungete lo zucchero e l'aceto di vino, sfumate il tutto e spegnete il fuoco. Prendete una terrina e mettete un primo strato di sarde fritte. Coprite adesso con la cipolla, una manciata di uvetta e pinoli. Continuate con un secondo strato sempre di sarde, cipolla, uvetta e pinoli. Alla fine, aggiungete le foglie di alloro e il pepe rosa come decorazione per rendere il vostro piatto piacevole anche alla vista.

Continua la lettura
57

Far riposare e servire il piatto

Il piatto è pronto ma prima di consumarlo, vi consigliamo di lasciarlo riposare per 24 ore. Infatti, dopo un po' di tempo, le sarde non solo saranno ben conservate, ma si presenteranno più gustose del primo giorno. Da qui la tecnica di conservazione "saor" che mantiene il pesce fritto sempre ottimo.
È un piatto che va consumato a temperatura ambiente, è ideale per l'estate e potrete accompagnarlo con del riso o con fresche insalate.
A scelta, può essere usato anche come antipasto, magari accompagnato da crostini di pane tostato. Provate ad accoppiare anche un buon vino bianco.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Mettete l'uva passa in ammollo per una decina di minuti

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Ricetta: sarde a beccafico

Le sarde a beccafico rappresentano una delle ricette decisamente tra le più note e apprezzate della tradizione gastronomica siciliana, in particolare palermitana con alcune varianti catanesi e messinesi. La portata, perfetta da servire come prelibato...
Pesce

Come fare le sarde ripiene e fritte

Le sarde sono pesci pelagici che tuttavia si possono pescare anche vicino alle coste. La facilità e l'abbondanza della loro pesca ha reso le sarde un tipo di pesce economico, contrariamente ad altri prodotti del mare. Nutrienti e saporite, si prestano...
Pesce

Ricetta: le polpette di sarde

All'interno di questa breve guida andremo a trattare il tema dell'alimentazione, e lo faremo attraverso la spiegazione della preparazione di una ricetta molto particolare: le polpette di sarde.Partendo dalla sua origine geografia, le polpette di sarde...
Primi Piatti

Ricetta: Sarde beccaficu

Le sarde, con la loro carne gustosa e saporita, sono un pesce particolarmente versatile in cucina. In questo tutorial, vi proponiamo una deliziosa ricetta, tipica della tradizione siciliana. Si tratta delle sarde beccaficu, un secondo piatto appetitoso...
Pesce

Ricetta: sarde in saor

Le sarde in saor sono una ricetta tipica del nostro paese, in particolar modo della Regione del Veneto. Si tratta di un piatto abbastanza semplice e veloce da preparare, anche perché ingredienti che compongono la ricetta sono semplici e facilmente reperibili...
Primi Piatti

Come preparare la pasta con le sarde alla palermitana

Questo è un piatto, come suggerisce il nome, originario della Sicilia e in particolare della zona di Palermo. La ricetta è molto antica e viene tramandata da generazioni, restando invariata nel tempo. In Sicilia infatti, sono molti i ristoranti e le...
Pesce

Come cucinare il carpione

Il carpione è un pesce di acqua dolce dal sapore molto saporito. Infatti, viene utilizzato spesso per la preparazione di diverse ricette. È un pesce di facile reperibilità, ma è importante fare attenzione quando si acquista. Controllando che non si...
Primi Piatti

Come si fa la pasta con le sarde

In cucina vengono preparate molte ricette prelibate. Tra antipasto, prima portata, seconda portata, contorno e infine dessert, ci di può sbizzarrire. Per esempio possiamo preparare la pasta con il pesto fresco fatto in casa, o magari fare la lasagna....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.