Ricetta: semolino

tramite: O2O
Difficoltà: facile
Ricetta: semolino
16

Introduzione

Il semolino può essere usato per cucinare diversi piatti, come budini, torte e gnocchi ad esempio, ma tradizionalmente viene utilizzato nella preparazione di minestre calde e nutrienti. È un alimento sano grazie alla quantità di proteine, potassio e altri minerali come fosforo e magnesio e una rilevante presenza di vitamine. Non richiede una lunga e complessa preparazione e di conseguenza in ambito culinario si presta ad essere interpretato in diversi modi. Questa guida si propone di illustrare come si prepara la ricetta classica del semolino.

26

Occorrente

  • Per la minestra: semolino, brodo vegetale, sale e parmigiano.
36

La ricetta classica è anche la più semplice è sicuramente quella della minestra a base di semolino. Per prepararla occorrono le verdure come una patata, due carote, un gambo di sedano, 2 zucchine, mezza cipolla, olio EVO, sale e parmigiano. Per prima cosa si deve procedere alla preparazione del brodo vegetale, bisogna mettere lavare e mondare le verdure, metterle a bollire dopo averle tagliate a dadini, in una pentola dai bordi alti, in abbondante acqua. Quando le verdure risultano morbide, occorre filtrare il brodo con un colino, qui si può salare a piacere. Le verdure cotte le possiamo anche passare in un passa verdure, così da rendere il brodo ancora più nutriente, o se non avete tempo frullarle col minipimer.

46

Adesso non resta che riportare a ebollizione il brodo e aggiungere il semolino appena riprende a bollire. Per evitare la formazione di grumi, è importante mescolare costantemente e cuocere a fuoco lento. Butilizzate un mestolo di legno. Dopo qualche minuto, il semolino raggiunge la giusta consistenza e cremosità e dopo averlo versato in un piatto fondo, è pronto da gustare. Prima di servire bisogna aggiungere un filo di olio EVO e una spolverata di parmigiano o grana.

Continua la lettura
56

Il semolino può essere usato in diversi modi. Oltre ai nostrani gnocchi alla romana, il semolino si presta bene anche nelle preparazioni di dolci. Nella tradizione culinaria inglese ad esempio, viene usato come base per gustosi pudding o budini. Viene cotto lentamente nel latte con dello zucchero, e viene servito condito con miele, cioccolata o marmellata e frutta secca o fresca. Può essere usato in aggiunta alle farine tradizionali, nella preparazione di alcune torte, alle quali conferisce una particolare consistenza ed un gusto diverso dal solito. Oppure ai ripieni, come le classiche sfogliatelle napoletane, dove viene aggiunto alla ricotta zuccherata e ai canditi e cannella. Buon appetito!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per una preparazione più breve della minestra, è possibile usare del dado da brodo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: semolino

Il semolino può essere usato per cucinare diversi piatti, come budini, torte e gnocchi ad esempio, ma tradizionalmente viene utilizzato nella preparazione di minestre calde e nutrienti. È un alimento sano grazie alla quantità di proteine, potassio...
Primi Piatti

Gnocchi di semolino e ceci: ricetta tradizionale

La ricetta tradizionale di gnocchi e semolino e ceci è primo piatto ricco e gustoso. Una combinazione perfetta di proteine e carboidrati che vi saprà deliziare fin dal primo boccone. Per quanto riguarda il condimento, cucineremo un ottimo sugo di agnello....
Primi Piatti

Come preparare la minestra di semolino

La minestra di semolino è un piatto che risale a tempi antichi, quando ancora non esistevano i cibi liofilizzati, gli omogeneizzati, i surgelati. Questi ultimi hanno risolto il problema della pappa dei bambini, essendo prodotti che si preparano molto...
Primi Piatti

Come fare gli gnocchi di semolino al forno

Gli gnocchi di semolino al forno, conosciuti anche come gnocchi alla romana, sono una ricetta tradizionale della cucina del Lazio. Sono stati ideati intorno agli anni '60 ed inizialmente venivano consumati soprattutto nelle zone del centro Italia. Sono...
Primi Piatti

Come preparare i canederli di semolino

Cucinare è un qualcosa di molto bello e di divertente, in particolar modo se realizziamo in cucina dei piatti buoni e gustosi. Ci sono molti piatti buone e spesso sottovalutati, come ad esempio i canederli al semolino. Una sorta di gnocchi morbidi e...
Primi Piatti

Come preparare i gratin di semolino con raspadura

Siete a casa. Avete la cucina tutta per voi. Volete cimentarvi nella realizzazione di un piatto semplice e gustoso ma non avete idea su cosa far ricadere la vostra scelta? Niente timore! Perché se non ricordate dove avete messo l'antico ricettario della...
Primi Piatti

Ricetta: gli gnocchi alla romana

La cucina italiana è certamente la più rinomata e conosciuta in tutto il mondo in quanto si avvale di una grandissima quantità di ricette. Molte sono infatti le specialità che compongono le ricette del nostro paese, e tra queste la pasta è forse...
Primi Piatti

Ricetta: gnocchi alla romana con spinaci

Avete un languorino di qualcosa di sfizioso? Se volete riempirvi la pancia con gusto e sostanza, gli gnocchi alla romana fanno per voi! Si tratta di una ricetta corposa e gustosa. Inoltre sono semplicissimi da realizzare. Potete condire i vostri gnocchi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.