Ricetta: sfogliatelle ai cachi

Tramite: O2O 28/10/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

È arrivato l'autunno e con esso molta frutta e verdura di stagione che tanto ci mancava. Adesso che le temperature si sono abbassate, le giornate si sono accorciate e la coperta ha sostituito il ventilatore è arrivato il momento di concedersi qualche coccola anche mangiando. Non importa se ci si coccoli durante i pasti o per uno spuntino, è arrivato il momento di cuocere dolcetti alla zucca, sbucciare castagne ancora calde e godersi la dolcezza dei cachi. Sono proprio i cachi i frutti protagonisti di questa guida. In particolare vi mostrerò tre passi per riuscire a preparare una ricetta, le sfogliatelle ai cachi. Ricetta golosa e ricca di gioie.

26

Occorrente

  • 4 cachi, 300 gr di ricotta, cannella
  • Zucchero di canna, uovo
  • Sfoglia fresca
  • Utensili da cucina
36

Preparare la base delle sfogliatelle

Come primo passo dovete preparare la base su cui andrete a mettere la farcia. Innanzitutto il consiglio è quello di comprare una base di basta sfoglia già pronta semplicemente per una questione di praticità in quanto la ricetta per la preparazione della sfoglia è molto lunga e impegnativa per cui chi lavora o va di fretta non può dedicare tempo a questo tipo di ricetta. Scegliete una sfoglia di qualità, fresca, priva di grassi e zuccheri in eccesso. Adesso stendetela è allargatela su un piano usufruendo di un mattarello. Poi prendete una rotella dalle punte ondulate e fate le strisce sulla pasta. La pasta in eccesso potete impastarla nuovamente, stenderla e tagliarla ancora. Bucate la pasta con una forchetta e passate allo step successivo.

46

Preparare la farcia

Per la farcia vi serve della ricotta fresca, della polpa di cachi, dello zucchero di canna e della cannella. Prendere una ciotola capiente e versate dentro la ricotta con lo zucchero e la cannella. Non abbondante con lo zucchero perché i cachi sono frutti molto zuccherati. Lavorate il composto con una forchetta fino ad ottenere una farcia morbida e omogenea. A questo punto pulire i cachi e prendetene la polpa, inseritela nella ciotola e mescolate insieme alla ricotta. Vi consiglio di fare attenzione a non inserire insieme alla polpa la parte centrale filamentosa che altrimenti risulterebbe troppo stopposa e poco gradevole. Adesso passate all'ultimo step.

Continua la lettura
56

Assemblare le sfogliatelle e cuocerle

Adesso con l'aiuto di una forchetta iniziate ad adagiare la farcia su metà delle basi di sfoglia. Fate attenzione a lasciare almeno mezzo centimetro per ogni lato cosi da rendere poi facile la chiusura delle sfogliatelle. Adesso sull'altra metà delle sfoglie fate dei tagli trasversali e spennellare i piedi con l'uovo. Adesso ricoprite le sfoglie farcite e sigillatele. Cuocetele in forno a 180 gradi per circa 20 minuti. Sfornatele e servitele tiepide.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Ricetta: confettura di cachi

Se hai voglia di una marmellata originale e fragrante dai caldi colori autunnali, dai un'occhiata a questa ricetta!La confettura di cachi è particolare e coloratissima (e anche molto difficile da trovare in commercio!) e puoi usarla sia per i dolci,...
Dolci

Ricetta: Muffin ai cachi

Molto spesso per colazione o durante una breve pausa tendiamo a consumare dei dolci che però preferiamo acquistare già pronti recandoci in appositi negozi di alimentari. Se però volessimo assaporare qualcosa di più particolare, potremmo provare a...
Dolci

Come fare le sfogliatelle abruzzesi

La versione originale delle sfogliatelle abruzzesi prevede un ripieno composto da marmellata d'uva, cioccolato fondente e mandorle. Oggi, però, intendiamo proporvi la versione delle sfogliatelle al cioccolato. Si presenta come una preparazione elaborata...
Dolci

5 ricette a base di cachi

Il cachi è un dolcissimo frutto originario del misterioso Oriente. I suoi colori fiammeggianti ben rappresentano il mese che lo vede protagonista, ovvero l'autunno. Il cachi è inoltre un frutto ricco non solo di sapore, ma anche di virtù. Il cachi...
Dolci

Pancake morbidi ai cachi

La colazione del mattino può diventare golosa e sorprendente, portando a tavola dei morbidi pancake. Si tratta di dolci tipici della tradizione americana, che variano secondo l'impasto adoperato. In questa ricetta dovete aggiungere al composto della...
Dolci

Come preparare le sfogliatelle alla crema di riso

Volete preparare delle golose sfogliatelle da servire ancora calde la mattina a colazione? Ecco a voi le sfogliatelle alla crema di riso tipiche della regione Toscana. Per prepararle è necessario avere una buona manualità e un po’ di tempo a disposizione...
Dolci

Come preparare la mousse di cachi alla cannella

In autunno, quando maturano i cachi, è una delizia per il palato poter preparare e soprattutto gustare delle sane e gustose ricette con questo frutto! I cachi però sono poco usati nelle pietanze e vengono serviti di solito solo come frutta a fine pasto...
Dolci

Ricette a base di cachi

Il cachi oppure kaki è un frutto la cui origine deriva dai Paesi orientali. Esso oltre a contenere acqua, zucchero e una piccola percentuale di grassi e di proteine, è ricco di potassio e beta-carotene e possiede anche la vitamina A, C ed E. Questo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.