Ricetta: strozzapreti al salmone

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Probabilmente il nome di questa ottima pasta, fa riferimento a quando gli uomini auguravano al prete di strozzarsi durante il pasto, o ancora consideravano lo strozzaprete come il laccio attraverso il quale poterlo soffocare. Questo spiega il forte sentimento anticlericale che regnava tra queste regioni dell'Italia centrale durante il controllo dello Stato Pontificio. Quest'ultimo, infatti, non solo riscuoteva ingenti tributi ma faceva in modo che le famiglie rimanessero senza i necessari mezzi di sussistenza. All'interno di questa guida, infatti, ci occuperemo di una ricetta in particolare: gli strozzapreti al salmone.

25

Occorrente

  • 600 grammi di farina, 200 ml di acqua, sale q.b, 1 scalogno, olio extra vergine d'oliva, 250 grammi di salmone fresco o affumicato, mezzo bicchiere di vino bianco, passata di pomodoro.
35

Il sugo

Gli strozzapreti sono una ricetta tipica della regione Marche ma anche dell' Emilia Romagna. Più che di ricetta qui si parla di un particolare formato di pasta a base di acqua e farina. Il loro nome ha dei curiosi aneddoti e leggende alle spalle. Come prima cosa preparate il condimento della pasta a partire dal soffritto. Per fare ciò, mettete uno scalogno all'interno di una padella con dell'olio extra vergine d'oliva e fatelo imbiondire a fiamma bassa. Aggiungete i pezzettini di salmone fresco o affumicato e sfumate il tutto con abbondante vino bianco. Dopo che l'alcool sarà evaporato, incorporate due cucchiai di passata di pomodoro, della besciamella (o panna da cucina) e fate restringere leggermente il sugo.

45

La pasta

Per la pasta potete scegliere infatti se acquistarla già essiccata in qualsiasi supermercato o prepararla in casa con le vostre mani. Nel caso vogliate dunque cimentarvi nella versione fatta a mano, vi spieghiamo come fare. Prendete la farina e disponetela su un piano nella classica forma a fontana. Incorporate l'acqua, un filo d'olio extra vergine d'oliva, un pizzico di sale. Poi impastate il tutto in modo energico fino a formare un panetto omogeneo. Avvolgetelo con della pellicola alimentare e lasciatelo riposare a temperatura ambiente per circa quindici minuti. Trascorso il tempo necessario, mettetelo sopra ad una spianatoia e tirate la sfoglia dalla quale ricavare gli strozzapreti. Per creare la particolare forma, tagliate la sfoglia a listarelle e ruotatele per 3 volte su se stesse.

Continua la lettura
55

In conclusione

A questo punto il condimento dovrebbe essere perfetto ma verificate che non vada aggiustato di sale. Cuocete infine i vostri strozzapreti in abbondante acqua salata e, una volta cotti, scolateli e versateli direttamente nel condimento. Se di vostro gradimento, potete aggiungere infine una manciata di prezzemolo fresco e servire ancora caldi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come cucinare gli strozzapreti

Gli strozzapreti sono un tipo di pasta povera tipica della cucina emiliana. Il loro caratteristico nome dovrebbe derivare dal fatto che sono talmente buoni che quando li si mangia se ne fa letteralmente una scorpacciata: la ricetta affonda le sue origini...
Primi Piatti

Strozzapreti con cavolfiore e guanciale

Se intendiamo preparare un tipo di pasta insolito e con un condimento altrettanto diverso da quello abituale, non c'è niente di meglio che realizzare in casa o acquistarli già confezionati gli strozzapreti, conditi poi con cavolfiore e guanciale. Si...
Primi Piatti

Ricetta: tartare di salmone e mango

Gli amanti delle carni crude e dei sapori esotici apprezzeranno questa ricetta: la tartare di salmone e mango. La tipica preparazione della tartare è a base di carni o pesci crudi triturati a coltello molto finemente. Poi si condiscono con vari ingredienti...
Primi Piatti

Strozzapreti con funghi e scamorza

Il mese dei funghi è arrivato e al solo pensiero viene un po' a tutti l'acquolina in bocca. Se desiderate preparare un piatto a base di funghi, ecco la ricetta giusta per voi: strozzapreti con funghi e scamorza. Un equilibrio di sapori che farà risaltare...
Primi Piatti

Strozzapreti calabresi

Nel panorama gastronomico italiano la pasta ha sempre ricoperto il ruolo di regina. Fresca, secca, trafilata al bronzo, ogni qual volta la si porta in tavola è subito festa. Ogni regione conserva le proprie tradizioni legate al territorio e ai sapori...
Primi Piatti

Come preparare gli strozzapreti con verza e lenticchie

Se siete alla ricerca di un primo piatto gustoso che possa però essere preparato in pochi minuti, ecco a voi gli strozzapreti con verza e lenticchie. Sono ottimi da gustare caldi assieme a un bicchiere di vino rosso ben strutturato a temperatura ambiente....
Primi Piatti

Come fare gli strozzapreti al sugo di polpo

Molte volte accade di dover organizzare un pranzo o una cena con i propri amici e parenti, ma di non sapere cosa cucinare. Utilizzando un computer e una connessione ad internet, potrete facilmente reperire moltissime ricette, in modo da preparare qualcosa...
Primi Piatti

Strozzapreti con calamari e pesto di peperoni

Questo primo piatto di pesce, nonostante l’apparente delicatezza, è, tutt’altro che leggero. Gli strozzapreti sono un formato di pasta di origine romagnola preparati solo con acqua e farina e completamente lavorati a mano, ma, la forma arrotolata...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.