Ricetta: strudel di ricotta e uvetta

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Una variante golosa allo strudel classico alle mele è sicuramente lo strudel con la ricotta e l'uvetta sultanina. Questo particolare dolce ha un aroma inconfondibile e avvolgente. Preparare lo strudel di ricotta e uvetta sultanina sarà semplicissimo se leggerete con attenzione questa guida e potrete così servirlo a parenti e amici dopo qualche cena assieme o per un aperitivo sfizioso. Vediamo insieme la ricetta di come preparare lo strudel di ricotta e uvetta.

25

Occorrente

  • Per la pasta: 300 gr farina, 50 gr burro, acqua q.b
  • Per il ripieno: 300 gr ricotta, 100 gr zucchero, 60 gr uva sultanina, buccia di un limone, rum q.b
35

La pasta

Per prima cosa dobbiamo preparare la pasta che sarà l'involucro del nostro dolce. Per preparare questo tipo di impasto occorreranno pochissimi ingredienti, in quanto sarà una pasta molto delicata e perché no anche molto leggera adatta a tutti. Per iniziare pesiamo 300 grammi di farina e poniamola in una ciotola, poi aggiungiamo 50 grammi di burro e dell'acqua tiepida quanto basta finché amalgamando per bene non otteniamo un panetto di impasto liscio ed omogeneo. Come qualsiasi pasta fatta col burro che si rispetti, andrà ricoperta per bene con della pellicola trasparente e riposta in frigo al riposo per almeno mezz'ora.

45

Il ripieno

Per il nostro ripieno ricco e goloso dobbiamo procurarci della ricotta freschissima, la più indicata è quella tipo romana, più asciutta che non andrà fuoriuscendo dal nostro impasto. A parte monteremo due albumi d'uovo a neve ben ferma e li lasciamo riposare, un trucchetto se questi non dovrebbero montare è aggiungere un pizzico di sale, ma prima dobbiamo assicurarci che le uova siano freschissime e fredde di frigo. Alla ricotta aggiungiamo lo zucchero e la buccia grattugiata di un limone e cominciamo a mescolare per bene. A parte avremmo già messo l'uva a bagno nel rum per farla riprendere e darle un sapore molto caratteristico, se vogliamo evitare di aggiungere l'alcool mettiamo l'uva a bagno nel succo d'arancia. Strizziamola per bene e aggiungiamola alla ricotta, adesso delicatamente incorporiamo gli albumi montati a neve ferma. Un consiglio è quello di preparare la ricotta anche il giorno prima, acquisterà maggior sapore.

Continua la lettura
55

La preparazione

Adesso togliamo l'impasto dal frigo e stendiamolo con l'aiuto di un mattarello su una superficie piana, la pasta dovrà avere uno spessore di pochi millimetri, cercando di essere più omogenee possibili nella dimensione della stesura. Poniamo il nostro impasto su un foglio di carta da forno, sarà più facile dopo metterlo nella teglia. A questo punto con un cucchiaio cospargiamo l'impasto della nostra ricotta con uvetta lasciando i bordi asciutti per almeno un centimetro su tutto il perimetro. Arrotoliamo nella maniera tipica dello strudel ovvero non troppo stretto e formiamo con il nostro rotolo un semicerchio. Spennelliamo la superficie con un tuorlo d'uovo e del latte e cospargiamo di granellini di zucchero. Il tutto andrà in forno per circa 45 minuti a 180 gradi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare lo strudel di albicocche e ricotta

Lo strudel, è un dolce tipico dell'Europa centro-settentrionale, trova in Italia il proprio bacino di produzione, in particolare nel territorio del Trentino-Alto Adige. Questo dessert, quello per eccellenza si compone di mele, pinoli, uvetta e spezie...
Dolci

Come preparare la torta alla ricotta e uvetta

La colazione deve essere ricca e nutriente per poter affrontare al meglio la giornata. Generalmente si consumano le fette biscottate con marmellata, ma la domenica mattina è possibile fare un'eccezione alla regola mangiando una bella fetta di torta....
Dolci

Ricetta: strudel di mele e lamponi

Lo strudel (dal tedesco Strudel, vortice) è il dolce altoatesino per definizione. Caldo o a temperatura ambiente, lo strudel può essere servito indistintamente a colazione, a merenda o come dessert a fine pasto, magari accompagnato con del succo di...
Dolci

Strudel di mele con pistacchi: la ricetta

La ricetta dello strudel di mele con pistacchi è perfetta se desiderate un dolce classico ma dal gusto inconfondibile. La pasta croccante dello strudel si accosta ad hoc alla morbidezza delle mele e della confettura. Questo dolce sarà l'ideale per iniziare...
Dolci

Ricetta: strudel di zucca e amaretti

La pasta sfoglia è un impasto di straordinaria tecnica e di grande bontà; si adatta benissimo sia per il salato che per il dolce. Nella guida che segue vi sarà spiegato come preparare la ricetta dello strudel di zucca e amaretti. In particolare, i...
Dolci

Ricetta: strudel di zucca e mele

Se si vuole preparare un dolce dalla nota salata si può provare il famoso strudel. Si tratta di una ricetta tipica dell'Austria, dove una deliziosa pasta sfoglia avvolge un ripieno dolce e succulento. Il più famoso è sicuramente lo strudel di mele,...
Dolci

Ricetta: strudel di pere con cannella e cioccolato

La suggestiva bellezza del Trentino rapisce il cuore e lo sguardo, ma sa anche tentare il palato con un dolce semplice ma ricco di sfumature. Lo strudel è una preparazione tipica delle terre trentine, che vede come protagoniste le mele. Anche se la ricetta...
Dolci

Ricetta: lo strudel di mele

Lo strudel di mele è il simbolo della cucina altoatesina. Però non tutti sanno che questo dolce ha origini mediorientali. L'importante produzione di mele delle valli trentine ha sicuramente contribuito alla diffusione dello strudel e di tanti altri...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.