Ricetta: strudel salato con porri e speck

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Lo strudel è una ricetta tipica della Svizzera, ma esso si trova spesso su molte tavole d'Italia. Lo strudel è una preparazione a base di pasta fresca lavorata a mano e le mele compongono il ripieno. In realtà come tutte le focacce ripiene e le torte salate questa pietanza si presta bene ad essere farcita e riempita con tantissimi tipi di ingredienti: frutta, verdura, carni o pesce. Infatti gli strudel salati, anche se si discostano dalle preparazioni dolci tipiche, sono adatti per pranzi veloci, preparazioni dell'ultimo minuto e pasti a buffet. In questo tutorial vengono dati alcuni utili consigli e delle corrette informazioni su come preparare uno strudel salato con speck e porri.

24

La prima operazione da fare è la preparazione della pasta. Bisogna versare la farina sulla spianatoia e formare una sorta di vulcano; al centro si mettono le uova e si aggiunge anche un pizzico di sale e l'acqua. A questo punto si comincia a lavorare con le mani l'impasto fino a che non assume una consistenza liscia, omogenea e compatta. Successivamente si deve formare una palla, si avvolge nella pellicola trasparente e si lascia riposare per almeno mezz'ora in luogo fresco.

34

Nel frattempo che la pasta è pronta si può preparare il ripieno. Bisogna lavare i porri, eliminare l'estremità del gambo, troppo dura, e la barba presente sotto il cipollotto e poi mondarli. Successivamente utilizzando un coltello si deve fare il tutto a fettine molto sottili e si fa soffriggere in un'ampia padella con un po' di burro, sale e una spolverata di pepe nero. È consigliabile girare di tanto in tanto con un cucchiaio in legno. Quando i porri sono appassiti bisogna spegnere la fiamma e mettere da parte per farli raffreddare a temperatura ambiente.

Continua la lettura
44

Trascorsa una mezz'ora si può lavorare la pasta. Si mette un velo di farina sulla spianatoia e con un mattarello si stende la sfoglia per ottenere un rettangolo abbastanza ampio per contenere il ripieno. In seguito si deve prendere una teglia da forno, foderarla con della carta forno e posizionare la sfoglia di pasta. Adesso sulla metà inferiore della sfoglia, nel verso del lato lungo, bisogna stendere uno strato di fette di speck e su di esso si devono mettere i porri. Poi, si dà una spolverata di grana in scaglie e si chiude ripiegando la metà superiore sulla prima. È fondamentale chiudere bene i bordi ripiegandoli; bisogna praticare delle incisioni sulla superficie per non far gonfiare la pasta. Successivamente si inforna a 180° C per circa mezz'ora; dopo questo periodo di tempo si può servire in tavola.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Ricetta: torta porri e speck

La ricetta della torta porri e speck è una ricetta facile, adatta anche per chi è alle prime armi in cucina.Si adatta ad essere consumata sia nella stagione fredda che calda, e può essere preparata in anticipo, diventando un'ottima idea salva cena!Inoltre...
Pizze e Focacce

Strudel salato di porcini e zucca

I lunghi e freddi pomeriggi invernali possono trasformarsi nella ghiotta occasione per preparare qualcosa di veramente prelibato! Lo strudel è una delizia dolciaria tipica del Trentino, anche se le sue origini sembrano appartenere alle lontane terre...
Pizze e Focacce

Strudel salato con salsicce, cipolle e patate

Lo strudel è tipico piatto della tradizione orientale culinaria, però è ormai presente sempre di più nelle nostre tavole proprio al suo utilizzo versatile. Può anche essere creato con pasta frolla, pasta sfoglia o con la più classica pasta da strudel,...
Pizze e Focacce

Come preparare lo strudel salato con porcini, prosciutto e pomodori secchi

Ormai non ci sono più dubbi: i funghi fanno bene alla salute! Stiamo entrando nella stagione giusta per trovarli freschi e buonissimi. Ma spesso non ci va di cucinare le solite ricette. Oggi abbiamo voglia di inventarci qualcosa di elaborato. Magari...
Pizze e Focacce

Ricetta: strudel con salsiccia e broccoli

Lo strudel è una ricetta tipica del Trentino-Alto Adige, le cui origini risalgono probabilmente all'antica Grecia. Lo strudel consiste in una pasta arrotolata o ripiena: solitamente viene servito come dolce, ma esistono numerose varianti salate di questo...
Pizze e Focacce

Plumcake salato agli asparagi e speck

Gli asparagi sono una verdura che è stata molto apprezzata fin dall'antichità: pare che la sua coltivazione fosse diffusa in tutta l'area del Mediterraneo già 2000 anni fa. I Romani conoscevano gli asparagi, molto amati per via del loro gusto delicato....
Pizze e Focacce

Ricetta: plumcacke salato con salsiccia e formaggio

Il plumcacke salato è un piatto che sicuramente delizierà i palati di grandi e piccini. Trova il suo impiego come antipasto, per accompagnare un aperitivo, in occasione di un picnic, o semplicemente come piatto unico quando non si ha idea di cosa cucinare;...
Pizze e Focacce

Come fare uno strudel di funghi porcini

Lo strudel di funghi porcini è un piatto goloso e sfizioso, la cui preparazione è abbastanza veloce. Può essere usato come antipasto, per un aperitivo oppure insieme ad altre pietanze per una cena a buffet. È una pietanza che, indipendentemente da...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.