Ricetta: tacconelli ventricina e ricotta

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In questa guida andrete a vedere in maniera dettagliata come realizzare un primo piatto delizioso. Si tratta di una ricetta molto semplice da preparare, ma che nel contempo nasconde un sapore unico. Ecco quindi come realizzare i tacconelli ventricina e ricotta. Ricetta unica nel suo genere in quanto a sapori.

25

Occorrente

  • 300 gr. di ventricina
  • 140 gr. di ricotta
  • 30 gr. di parmigiano
  • 1 uovo
  • 1/2 cucchiaino di noce moscata
  • 1 1/2 cucchiaini di semi di finocchio
  • 1 pizzico di sale
  • 50 gr. di burro
  • 200 gr. di farina
  • 1 uovo
  • 2 tuorli
35

Preparate la ventricina

Se utilizzate della ventricina precotta sbucciata, passate al passo successivo. Se utilizzate la ventricina con buccia è necessario lavarla e lessarla prima. Tagliare una barra attraverso le conchiglie da una parte. Se vi capita di cucinare la ventricina, spesso, v'è anche uno strumento che si può acquistare. Questo potrà aiutarvi. Poi ponete la ventricina in una pentola piena di acqua fredda per coprire il tutto da un paio di pollici. Portate ad ebollizione e cuocete per circa 30 minuti o finché diventano teneri. Quindi provate a sbucciare una ventricina, inserendo un coltello in esso. Questo dovrebbe cedere il passo come se fosse una patata cotta. Scolate e lasciate raffreddare un po' prima di sbucciare la ventricina.
A questo punto schiacciate o schiacciate la ventricina cotta. Unite in una ciotola la ventricina con la ricotta, il parmigiano, l'uovo e la noce moscata. Quindi aggiungete 1/2 cucchiaino di semi di finocchio e un pizzico di sale. La ricetta dei tacconelli ventricina e ricotta verrà molto saporita. Per preparare i tacconelli fate così. Mettete la farina su una superficie piana e pulita. Quindi fate un buco nel centro, formando una sorta di cratere. Rompete l'uovo e aggiungete i tuorli al centro del cratere. Con una forchetta, cominciate a montare le uova, incorporando la farina poco alla volta. Questo fino a quando non è più possibile sbattere con la forchetta. Usate le mani infarinate per coniugare il resto della farina. Impastate per pochi minuti o fino a che diventa liscio. Avvolgete in plastica e lasciate riposare per almeno 30 minuti a temperatura ambiente. La ricetta dei tacconelli ventricina e ricotta quindi risulta anche veloce da preparare.

45

Realizzate i Tacconelli

Per farei tacconelli, tagliate la pasta in 4 pezzi uguali. Prendete un pezzo di pasta. Mantenete il resto della pasta coperta con un canovaccio o una pellicola trasparente. Il tutto in modo che non si asciughi e stendetela con una macchina per la pasta. Lavorate verso il basso per l'impostazione più stretta. L'impasto deve ritrovarsi abbastanza sottile. Dovete poter cominciare a vedere la mano attraverso essa. Ma non troppo sottile da non poter sostenere il ripieno di ricotta. Lavorate su una superficie leggermente infarinata con strisce di pasta di circa 4 pollici di larghezza. Questo finché gradite, quindi collocate il riempimento sul foglio di pasta leggermente fuori dal centro. Sbattete il bianco d'uovo riservato e spazzolate intorno al ripieno. Piegate la pasta a metà nel senso della larghezza (rendendola più magra). Questo per incontrare il bordo del foglio di pasta e premete delicatamente verso il basso. Ovviamente attorno ad ogni cucchiaiata di ripieno, lavorando da un lato all'altro. Il tutto spingendo l'aria fuori. Avete quasi ultimato i tacconelli ventricina e ricotta, non vi resta che cuocerli.

Continua la lettura
55

Cuocete il tutto

Con un cutter a rotella scanalato o un coltello affilato, tagliate per la lunghezza dell'intero foglio di pasta. Questo sul lato aperto (non il lato piegato). Quindi separate ciascuna sfoglia mediante rifilatura in maniera uniforme. Questo in modo da avere circa un bordo intorno al ripieno. È possibile salvare i pezzi tagliati, impastarli insieme. Quindi continuare ad utilizzarli. Quindi coprite quando non la usate per evitare l'essiccamento. Continuate fino al completamento la pasta e il riempimento, o quello che viene prima.
Mettere i tacconelli finiti su una teglia o una superficie piana foderata di carta forno. Quindi teneteli coperti con un canovaccio, mentre fate gli altri. Staranno un po’ di tempo ad asciugarsi e questo è perfettamente normale. Ma se li state lasciando per una notevole quantità di tempo, fate così. Teneteli in frigo. Dopo aver effettuato la realizzazione di tutti i tacconelli, cuoceteli in una pentola di acqua bollente salata. Questa deve stare sul fuoco medio fino a quando diventa al dente, per circa 5 minuti.
Quando i tacconelli si cuociono a dovere, scolateli. Quindi servite subito con parmigiano grattugiato. Ed ecco che quindi avete preparato la ricetta dei tacconelli ventricina e ricotta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: gnocchi con ricotta, radicchio e speck

In questo tutorial di cucina vedremo come preparare un primo piatto che però può essere considerato anche un piatto unico: gli gnocchi con ricotta, radicchio e speck. Eseguire la ricetta sarà semplice e divertente, partiremo preparando gli gnocchi...
Primi Piatti

Ricetta: lasagne ai broccoli e ricotta

Le lasagne sono un primo piatto gustosissimo, adatto ad ogni genere di occasione. Possiamo preparare questo piatto nella sua versione classica, ma possiamo anche sperimentare degli abbinamenti nuovi e ugualmente deliziosi. Se siamo degli amanti di questo...
Primi Piatti

Ricetta: brodo con la ricotta

Il brodo con la ricotta è una ricetta molto semplice ed essenziale nei suoi ingredienti di base. Essa soddisfa l'esigenza di combinare qualcosa di consistente al palato e di corposo nutrizionalmente parlando, rispetto ad una semplice base di solo brodo...
Primi Piatti

Ricetta: cannelloni ripieni con ricotta, funghi e bresaola

I cannelloni sono uno dei piatti più rappresentativi della tradizione culinaria del nostro paese. Inoltre si tratta di una pietanza piuttosto versatile, che si adatta alle esigenze di chi li prepara e dei commensali. Il ripieno varia dal classico ricotta...
Primi Piatti

Ricetta: cannelloni con ricotta e funghi

I cannelloni sono una delle ricette tradizionali dell'Emilia-Romagna. Questa ricetta presenta svariati abbinamenti e varianti. In questa guida vedremo come preparare i cannelloni con ricotta e funghi. Vi mostreremo tutti i procedimenti da eseguire per...
Primi Piatti

Ricetta: manfredi con la ricotta

La cucina italiana viene considerata una delle migliori, grazie alla sua varietà di pietanze offerte da qualsiasi Regione. Con riferimento ai primi piatti, ci sono tante gustose ricette culinarie invidiate nel resto del mondo. La pasta è la regina dell'Italia,...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa con ricotta

La zuppa di ricotta è un piatto appartenente alla tradizione popolare Toscana, molto popolare sia in Maremma che sul Monte Amiata. Questo piatto, fa parte sicuramente dei piatti più poveri di questa cucina poiché è legato strettamente alla vita nomade...
Primi Piatti

Ricetta: pasta alla ricotta limone e basilico

Se intendiamo preparare una ricetta davvero semplice e gustosa, possiamo scegliere un tipo di pasta dal formato particolare come ad esempio le farfalle o i fusilli e condirla con ricotta, limone e basilico. L'elaborazione avviene in poco tempo, ci vogliono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.