Ricetta: timballo di quinoa con formaggi e paprika

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In questa guida forniamo dei suggerimenti su come preparare una ricetta davvero gustosa; infatti, si tratta di un timballo a base di quinoa con l’aggiunta di formaggi vari e paprika. Il piatto è un ottimo primo da servire ad ospiti di riguardo, e farli assaggiare qualcosa di insolito e soprattutto originale. Inoltre, può essere preparato sia con la pasta che con le verdure. Queste ultime, sono state da noi scelte per elaborare la ricetta descritta nei passi successivi della guida.

25

Occorrente

  • Semi di quinoa 100 gr.
  • Spinaci 300 gr.
  • Olio, aglio e cipolla q.b
  • Formaggio di fossa 200 gr.
  • Pecorino 100 gr.
  • Paprika 20 gr.
  • Uova 2
  • Parmigiano 100 gr.
35

Una volta messi da parte tutti gli ingredienti necessari e soprattutto i semi di quinoa, possiamo iniziare la preparazione del timballo. Per cominciare prendiamo subito i suddetti semi e ne versiamo un buon quantitativo in una tazza, dopodiché li aggiungiamo in una pentola ricoprendoli totalmente ed in modo abbondante d’acqua salata.

45

Fatto ciò, li mettiamo sul fuoco coprendo la pentola con il suo coperchio, e quando inizia a bollire, abbassiamo la fiamma e facciamo cuocere per circa 15 minuti fin quando l’acqua non viene completamente assorbita dai semi di quinoa. A questo punto, li lasciamo riposare finché non si raffreddano. Nel frattempo prendiamo degli spinaci e li puliamo accuratamente lavandoli sotto l’acqua corrente per più volte, dopodiché li adagiamo in una pentola con poca acqua e li facciamo cuocere per alcuni minuti, per poi tirarli fuori, strizzarli tra le mani e tritarli in un modo grossolano. Adesso in una padella facciamo riscaldare dell’olio, ed inseriamo la cipolla e l’aglio entrambi finemente tritati. Quando la prima diventa trasparente, uniamo gli spinaci, aggiungiamo sale e pepe e poi li faccio saltare per almeno 5 minuti. A questo punto, a turno grattugiamo del parmigiano, il pecorino e del formaggio di fossa dopodiché aggiungiamo una spruzzata di paprika, e tritiamo in modo grossolano qualche fogliolina di salvia.

Continua la lettura
55

Adesso li preleviamo dalla padella, e poi li adagiamo in una terrina che preventivamente l'abbiamo imburrata sul fondo, con l'aggiunta della quinoa soffritta in precedenza e delle uova sbattute. Cospargiamo poi la base con del pangrattato, un filo d’olio extravergine d'oliva ed altra polvere di paprika, dopodiché la terrina la riponiamo nel forno ad una temperatura di 200 gradi, lasciandola cuocere per circa 30 minuti. Una volta che tale tempo è trascorso, possiamo sfornare il nostro timballo con formaggi e paprika, e farlo riposare per un 5 minuti prima di servirlo tiepido in tavola.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: timballo di riso e pollo

Il riso ed il pollo sono degli alimenti versatili, normalmente impiegati nella realizzazione tantissimi piatti. Il loro sapore delicato ben si sposa con un'infinità di ingredienti, come ad esempio le verdure ed i formaggi. Insomma, si tratta di cibi...
Primi Piatti

Ricetta: timballo di tagliatelle

Il timballo è uno sformato ripieno avvolto in una crosta di pasta sfoglia o brisè. Pur avendo origini remote, la ricetta del timballo presenta numerose varianti regionali: in Sicilia si usa preparare il timballo di maccheroni, in Abruzzo quello di crepes....
Primi Piatti

Ricetta: timballo di riso con salmone

Il timballo è la soluzione migliore per un pranzo (o una cena) d'occasione. Si può preparare con ragionevole anticipo e servirlo tiepido agli ospiti. Senza la necessità che la padrona di casa si assenti per troppo tempo dalla tavola. Il timballo si...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa di quinoa e spinaci

Se intendiamo preparare una gustosa e nutriente ricetta, possiamo utilizzare due ingredienti davvero salutari come ad esempio i semi di quinoa e gli spinaci; infatti, entrambi sono ricchi di proprietà nutritive a dir poco fondamentali per il corpo umano....
Primi Piatti

Ricetta: quinoa con zucca e ceci

Coppette di quinoa, su dadi di zucca al forno aromatizzato al rosmarino, con humus di ceci. Un antipasto sfizioso, ideale a tutte le situazioni e per tutti i palati, vegetariani e celiaci compresi.Un piatto semplice e delicato, ma che saprà stupire i...
Primi Piatti

Ricetta: timballo di tagliatelle in crosta

Per un pranzo domenicale, che possa stupire i vostri commensali occorre, che aggiungete al vostro menù un primo speciale. Questo deve risultare diverso dal solito e soprattutto gustoso. Per ottenere tale risultato, potete fare un timballo di tagliatelle...
Primi Piatti

Ricetta: timballo di riso con pancetta e piselli

L'obiettivo in cucina è sempre lo stesso: far provare un gusto speciale ai vostri commensali. Questo è un obiettivo molto difficile e che vi procura preoccupazioni e angosce poiché ci tenete a far felici le persone a voi care. Per questo motivo, veniamo...
Primi Piatti

Ricetta: timballo di pasta alle melanzane

Se avete voglia di variare la ricetta della classica pasta al forno della domenica, l'idea migliore è il timballo di pasta alle melanzane. È una ricetta semplice da preparare e allo stesso tempo veloce. Inoltre è una pietanza che può essere servita...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.