Ricetta: zuppa di cavolo nero

tramite: O2O
Difficoltà: media
Ricetta: zuppa di cavolo nero
16

Introduzione

La zuppa di cavolo nero è uno dei piatti più antichi e gustosi dell'antica tradizione culinaria toscana. La preparazione di questa prelibatezza dal sapore rustico richiede circa tre ore e la presenza molte verdure e molti legumi da tenere in ammollo per ottenere una pietanza storica e dai notevoli benefici nutrizionali. La zuppa malgrado il sapore amaro contiene calcio e antiossidanti, ed è perfetta da gustare durante le gelate invernali. In questa guida troverete la ricetta per preparare questa pietanza.

26

Occorrente

  • 400 gr di cavolo nero
  • due patate o due porri
  • una carota
  • una cipollina
  • una costa di sedano
  • 250 gr di fagioli secchi
  • una foglia di alloro
  • 250 gr di conserva di pomodoro
  • olio extravergine d'oliva
  • acqua calda
  • sale e pepe
  • peperoncino (opzionale)
36

Occorrente

La zuppa di cavolo nero prevede diverse varianti. La ricetta tradizionale, richiede però questi ingredienti: cavolo nero, carote, fagioli secchi, cipolline,patate o porri, alloro, olio d'oliva, sale e pepe, conserva di pomodoro e per gli amanti del piccante, un pizzico di peperoncino. L'ideale è accompagnare la vostra pietanza con i crostini, un'altra prelibatezza della cucina toscana.

46

Ammollo dei legumi

La preparazione della zuppa richiede molto tempo. I legumi, ingrediente portante del vostro piatto, richiedono un ammollo molto lungo. Nel caso vogliate servire la zuppa a pranzo ricordate di mettere ammollo i vostri fagioli la sera prima. Procuratevi una ciotola capiente e versate al suo intero l'acqua e i fagioli secchi. Passata la notte, eliminate l'acqua e i vostri fagioli saranno morbidi e pronti per essere cucinati.

Continua la lettura
56

Verdure e patate

Poi, dedicatevi alla pulizia delle verdure. Partite dal cavolo, dopo averlo lavato, eliminate le sue foglie e l'innervatura centrale, tagliate ciò che resta nella maniera che preferite. Infine aggiungete il cavolo nero appena spezzettato in una pentola piena d'acqua calda portata all'ebollizione. Per quanto riguarda le verdure, il sedano e le carote, dopo averle pulite, aggiungetele in un mixer e tritate. In seguito versate il tutto in una padella unta con olio d'oliva e lasciate rosolare. Per quel che riguarda le patate o in alternativa i porri, tagliate finemente il tubero scelto e aggiungete i suoi pezzi in un casseruola, versate un po' d'olio, aggiungete al suo intero l'alloro e la conserva di pomodoro e lasciate stufare il tutto.

66

Cottura

Quando il cavolo nero avrà perso volume e apparirà molle, potrete aggiungere i fagioli nella pentola che lo contiene in modo da farli cuocere. Poi dedicatevi all'aggiunta degli altri ingredienti. Quando la vostra casseruola conterrà tutto l'occorrente, versate altra acqua e aggiungete il sale e il pepe per insaporire la pietanza durante la cottura. Se adorate il piccante, questo è il momento giusto per spolverare un po' di peperoncino sulla vostra zuppa. Richiudete la pentola con un coperchio e lasciate cuocere per due ore. Servite la zuppa calda.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare la zuppa toscana

La zuppa è il piatto per eccellenza che permette di riscaldarsi soprattutto durante la stagione fredda. Una delle preparazioni più famose è la zuppa toscana. Si tratta di una pietanza che prevede l'aggiunta del cavolo nero. Inoltre, la tradizione prevede...
Primi Piatti

Come preparare la zuppa di cavolo nero con pollo e whisky

Quando le temperature si abbassano ed arrivano le stagioni fredde, è bello coccolarsi alla sera con un pasto caldo, che aiuti a lasciare fuori dalla porta stress e tensioni della giornata appena trascorsa. Un piatto perfetto per questo scopo sono le...
Primi Piatti

Come preparare la zuppa di cavolo nero al cotechino

Quando arriva l'inverno inevitabilmente il freddo la fa da padrone. Quindi è fondamentale contrastare il freddo magari adoperandosi in cucina. A tal proposito possiamo prendere in considerazione l'idea di preparare ai fornelli qualcosa di caldo, così,...
Consigli di Cucina

Cavolo cappuccio: 10 ricette per gustarlo al meglio

Il cavolo cappuccio è uno degli ortaggi più utilizzati nelle ricette di cucina, sia Italiane sia Europee. Queste ricette vanno a costituire primi piatti sfiziosi oppure secondi piatti, dove il cavolo viene gustato crudo. In questa lista andrò ad illustrarvi...
Primi Piatti

Ricetta toscana: la ribollita

Una ricetta tipica della tradizione Toscana è sicuramente la cosiddetta ribollita, ovvero un piatto davvero gustoso e soprattutto gradevole. Si tratta infatti, di una zuppa a base di ortaggi e verdure, che viene servita con dei crostini di pane. Per...
Antipasti

3 ricette con il cavolo cappuccio

Dal sapore intenso e dall'odore molto forte soprattutto durante la cottura, il cavolo cappuccio è una deliziosa verdura adatta alla preparazione di diverse pietanze. Questo ortaggio, oltre ad essere tra i più nutrienti in assoluto, è ricco di calcio,...
Consigli di Cucina

10 utilizzi dei legumi secchi

In questa guida vedremo 10 utilizzi dei legumi secchi. I legumi secchi sono un importante alimento, tuttavia necessitano sempre di reidratazione prima di cuocerli. Sono una fonte di proteine per cui è consigliabile non abbinarli con cibi troppo pesanti...
Cucina Etnica

Come preparare i vermicelli in zuppa orientale

I vermicelli in zuppa orientale consentono di avere un piatto dal sapore davvero piccante, ottimale per riscaldare le serate autunnali. La preparazione di questa ricetta è abbastanza semplice e comincia da una base di brodo di pollo. Qui vengono fatte...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.