Ricetta: zuppa di rape alla francese

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il sedano rapa, detto anche sedano di Verona, è un ortaggio molto saporito, del quale si utilizza solo la grossa radice. Quest'ultima, può essere consumata sia cotta, come ingrediente all'interno di passati di verdura e brodi di carne, in umido, o come contorno di secondi a base di carne e pesce; sia cruda, in insalata. Questo ortaggio, fornisce poche calorie e contiene molta acqua, inoltre, anche se in percentuale minore, contiene carboidrati e proteine: insomma, si tratta di un alimento ricco di sali minerali, quali calcio, ferro, magnesio, e come se non bastasse, dotato di proprietà diuretiche e disintossicanti. Un ottimo modo per cucinarlo, e renderlo principe del piatto, consiste nel preparare una zuppa alla francese, caratterizzata dall'uso del burro al posto dell'olio d'oliva. Ecco la ricetta:.

26

Occorrente

  • Dosi per una persona:
  • mezza rapa
  • mezza patata
  • mezza cipolla
  • 40 gr di burro
  • sale e pepe q.b.
  • parmigiano
  • erba cipollina
  • aglio
  • pane per crostini
  • noce moscata
  • brodo vegetale
  • mixer o frullatore
36

Preparate il brodo vegetale

Preparate tutti gli ingredienti in anticipo: per prima cosa, fate un buon brodo vegetale (se non avete abbastanza tempo, sciogliete un dado in 3 dl di acqua circa), usando verdure come sedano, patate, cipolla, e piselli, tutti alimenti saporiti, ma che non rischiano di sovrastare il gusto delle rape; intanto pelate la patata e il sedano rapa, poi lavateli per bene e riducete tutto a cubetti regolari, tenendoli da parte in una ciotola immersi in acqua fredda; a parte, mondate la cipolla e affettatela sottilmente, sbucciate uno spicchio d'aglio e tritate un po' di erba cipollina. Quando le verdure saranno bollite, lasciate riposare il brodo, e passate alla fase successiva. Se non avete usato un dado, è consigliabile salare il brodo, a piacere, durante la cottura.

46

Realizzate il soffritto e cuocete la zuppa

Iniziate, adesso, la preparazione vera e propria del piatto: munitevi di una casseruola e riscaldate leggermente 3/4 del burro (il resto vi servirà per insaporire i crostini), ponetevi all'intero anche la cipolla affettata, facendola appassire fino a quando diventa trasparente e bionda (se per una vostra distrazione dovesse dorarsi troppo, aggiungete subito qualche cucchiaio di acqua calda); in seguito unite l'aglio schiacciato o tritato (privato dell'anima), e lasciate cuocere ancora per un minuto; scolate ed asciugate leggermente le patate e le rape, e gettatele nel soffritto fumante, aggiungendo il sale e una spolverata di pepe (e per chi lo desidera, anche la noce moscata grattugiata). A questo punto, versatevi con cautela il brodo ancora caldo, e lasciate andare la cottura per un quarto d'ora, fino a quando il tutto non risulti ben cotto. Tenete conto che più burro aggiungerete (oltre alla quantità indicata), più il risultato sarà gustoso, cremoso, ma anche calorico. Per questo si tratta di una ricetta indicatissima per rinvigorirci, e scaldarci, soprattutto quando fa freddo o siamo debilitati.

Continua la lettura
56

Frullate e servite la zuppa di rape alla francese

Quando la zuppa è pronta, potete servirla così com'è, in versione rustica (con la verdura a pezzettoni), oppure frullare il tutto in un mixer, o usando il frullatore ad immersione. Se la preferite densa, otterrete una cremosa vellutata, se invece desiderate che rimanga più liquida, vi basterà aggiungere altro brodo vegetale nel mixer. Versatela quindi, ancora calda, nella zuppiera o nei piatti da minestra, e aggiungete l'erba cipollina (tritata in precedenza) e una generosa manciata di formaggio parmigiano grattugiato. Accompagnatela con crostini di pane fresco (tagliato a strisce o a cubetti), da preparare al momento, facendoli semplicemente tostare su ambo i lati con il burro rimasto. Manca solo un filo d'olio da versare in modo circolare, curando quindi anche la presentazione della portata, et voilà, la zuppa di rape alla francese è pronta da gustare.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Preparare una zuppa di rape durante il periodo invernale, è senz'altro un toccasana per il nostro organismo, infatti essa costituisce un valido aiuto per rafforzare le difese immunitarie (proprio grazie ai suoi principi attivi). Quindi una bella zuppa alla francese, nelle fredde e piovose giornate, è assolutamente consigliata.
  • Inoltre, l'aggiunta di un tocco di zenzero alla ricetta, potrà giovare ulteriormente a contrastare, o prevenire, malanni di stagione come il raffreddore.
  • Senza dimenticare che il sedano rapa, tagliato a piccoli pezzi o grattugiato, è ottimo anche nei piatti freddi estivi, come l'insalata di mele e sedano rapa, oppure l'insalata di maionese, bacon sbriciolato, e sedano rapa.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: zuppa con ricotta

La zuppa di ricotta è un piatto appartenente alla tradizione popolare Toscana, molto popolare sia in Maremma che sul Monte Amiata. Questo piatto, fa parte sicuramente dei piatti più poveri di questa cucina poiché è legato strettamente alla vita nomade...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa di pesce

La zuppa di pesce è una ricetta figlia della tradizione povera, preparata con il pescato invenduto o con gli scarti. Ciononostante è un piatto prelibato, ricco dei sapori e dei profumi legati al mondo del mare. La zuppa di pesce è perfetta per portare...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa di farro con funghi porcini e patate

Se non desiderate rinunciare a portare in tavola un piatto genuino e naturale, invece dei soliti piatti invernali tipicamente grassi e particolarmente calorici potete preparare una zuppa di legumi e verdure. Gli esempi di zuppe tradizionali che offre...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa con funghi e castagne

Esistono dei cibi prelibati che riescono ad arricchire molti piatti. I funghi e le castagne fanno parte di questa lunga lista. Infatti, con questi alimenti si possono preparare un'infinità di ricette. Pregiati e profumati i primi, più economici e delicati...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa di castagne alla valdostana

Con l'arrivo dell'autunno, è possibile preparare molte ricette utilizzando le dolcissime castagne. Attraverso le castagne, è infatti possibile realizzare moltissime ricette particolari. Oltre alle classiche torte a base di castagne, è anche possibile...
Primi Piatti

3 primi sfiziosi con le rape

Le rape sono dei tuberi dalla forma tondeggiante o allungata della stessa famiglia dei cavoli: vengono coltivate nei Paesi mediterranei e sono disponibili tutto l'anno. Possono essere bianche, violette o giallastre, ma la polpa è sempre bianca. Dal sapore...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa di ceci e castagne

Un'ottima ricetta per profumare l'aria di montagna con un piatto aromatico e completo dal punto di vista nutrizionale ricco di fibre e proteine, utile anche al cuore perché aiuta il colesterolo, è la ricetta zuppa di ceci e castagne. Questo piatto gustoso...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa di fagiolini e taccole al pomodoro

Durante l'inverno è necessario preparare sempre dei piatti caldi. I pasti devono risultare completi e nutrienti, perché il freddo richiede calorie. Ovviamente, ognuno in famiglia ha esigenze diverse. Come i ragazzi in crescita che vanno a scuola e hanno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.