Ricetta: zuppa invernale vegana

tramite: O2O
Difficoltà: media
Ricetta: zuppa invernale vegana
15

Introduzione

Mangiare vegano è sinonimo di salute, se non seguite prettamente questo filone di pensiero non è detto che non possiate provarne una ricetta. Mangiare sano fa bene a tutti, e una sana alimentazione è alla base di una vita sana. La cucina vegana a contrario di quel che si pensa, può essere molto elaborata, certo non è previsto l'utilizzo di carne, uova, latte e derivati e per questo bisogna stare attentissimi agli ingredienti da usare. Una buona zuppa invernale vi farà ricredere, se non siete già convinti, che mangiare sano non vuol dire rinunciare al gusto. Ecco la ricetta di come preparare un'ottima zuppa invernale vegana.

25

Le zuppe sono un pasto classico per l'inverno, qualsiasi dieta voi seguite sono ottimi pasti completi se scegliete con cura gli alimenti. Per una zuppa vegana doc che apporti tutti i nutrimenti è bene scegliere i legumi come alimento principale. Prima di tutto scegliete le verdure, cipolle e carote saranno la vostra base, poi potete sceglierne un'altra di accompagnamento. Se ne avete di già pronte in frigo è il momento di utilizzarle, sennò comprerete dei broccoli per questa zuppa.

35

In una pentola cominciate a far soffriggere la cipolla, rigorosamente con olio evo, quando sarà appassita e ben dorata aggiungete le carote tagliate a dadini e i broccoli a pezzetti, assicurandovi di averli lavati benissimo. Una zuppa che si rispetti accompagna i carboidrati con le verdure, così da apportare tutte le vitamine e i sali minerali che si ha bisogno. Una volta rosolare le verdure, ovvero leggermente scottate, aggiungete il brodo preparato precedentemente.

Continua la lettura
45

Per il brodo meglio utilizzarne uno fatto da voi, un semplice brodo vegetale. In una pentola capiente versate abbondante acqua, pulite e mondate una cipolla, due carote, due coste di sedano, tagliate e togliete i semi di cinque pomodorini, e aggiungete la spezia che più vi piace, prezzemolo, basilico o timo. Fate bollire fino a cottura delle verdure, se ne avete aggiungete anche patate e zucchine, che potrete riutilizzare come vellutata una volta cotte. Salate a piacere con sale grosso.

55

Ottenuto il vostro brodo versatelo nella pentola insieme alle carote e i broccoli. A questo punto lavate accuratamente le lenticchie scartando i vari residui se utilizzerete quelle secche. Aggiungiamole alle verdure. Il brodo dovrà coprirle tutte. Chiudete la pentola con un coperchio e lasciate cuocere a fiamma dolce, dopo che ha cominciato a bollire, per almeno trenta minuti, mescolando di tanto in tanto. Se durante la cottura mancasse il liquido, aggiungete il brodo. Cuocere fino a cottura delle lenticchie e buon appetito!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: zuppa di cereali alla boscaiola

La zuppa di cereali alla boscaiola è un piatto tradizionale, ottimo per l'inverno quando il clima rigido rende appetitosi i cibi caldi e corposi. Dal punto di vista nutrizionale, questo tipo di zuppa risulta molto equilibrato fornendo un giusto apporto...
Primi Piatti

Zuppa al vino: ricetta tradizionale

La ricetta tradizionale della zuppa al vino è perfetta per la stagione invernale. Questo piatto dal sapore unico vanta una tradizione centenaria. Si narra infatti che sia stata creata per la prima volta nell'antico Ottocento. La pietanza è piuttosto...
Primi Piatti

Ricetta vegana: come cucinare i noodles

Il termine noodles indica gli spaghetti o le tagliatelle tipici della cucina orientale. La loro composizione può essere: a base di soia, riso, grano saraceno, farina di grano tenero o duro. Generalmente si cucinano in due modi: in forma di zuppa, cioè...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa di scarola

La zuppa di scarola è un piatto tipico siciliano, che tutte le famiglie preparano durante il periodo invernale. Questa ricetta è molto leggera e facile da preparare e può essere arricchita con legumi, pasta o pezzi di pane raffermo da utilizzare come...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa di petto d'anatra

La zuppa di petto d'anatra rappresenta sicuramente una ricetta estremamente particolare e dal sapore unico. Si tratta di un piatto che può essere preparato sia durante la stagione invernale che quella estiva anche se è consigliabile consumarlo nei periodi...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa di porri al formaggio con melagrana

In questa guida vi spiegherò come preparare una meravigliosa zuppa di porri al formaggio con melagrana. Una ricetta non comune che vi farà leccare i baffi. Dovete sapere che la ricetta della zuppa di porri al formaggio con melagrana si serve solo nei...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa di fagioli

La zuppa di fagioli, è un piatto che fa parte della tradizione gastronomica italiana molto gettonato in ogni regione assumendo tecniche di preparazioni diverse a seconda della zona territoriale. I fagioli, oltre ad essere dei legumi ricchi di numerose...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa di lenticchie rosse e verza

Un buon piatto caldo da preparare ad amici e parenti durante il periodo invernale o di feste natalizie può essere la zuppa. Una buona zuppa, se fatta bene, fa un figurone in qualsiasi occasione, basta solo trovare gli ingredienti giusti per poterla realizzare....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.