Scaloppine al vin santo con zucca

tramite: O2O
Difficoltà: media
Scaloppine al vin santo con zucca
16

Introduzione

Per festeggiare in compagnia l'arrivo dell'autunno che porta con sé i suoi caldi colori ed i suoi gustosi sapori, può essere un'ottima idea quella di preparare un goloso piatto a base di scaloppine condite con il vin santo ed insaporite con la zucca! Le scaloppine al vin santo con zucca possono rivelarsi un perfetto secondo piatto, dal gusto delicato ma vivace, da offrire a parenti ed amici in occasione di una cena davvero speciale! Ecco una lista di consigli ed accorgimenti per preparare le scaloppine al vin santo con zucca!

26

Preparare la zucca

Per preparare la zucca con la quale insaporire le scaloppine al vin santo, bisogna pulire accuratamente la polpa della zucca, tagliarla in piccoli pezzi e farli rosolare in padella assieme ad olio extravergine di oliva, uno spicchio d'aglio, sale e pepe, per almeno 10 minuti.

36

Aggiungere il vin santo

Dopo aver fatto rosolare i pezzi di zucca in padella per 8 o 10 minuti, arriva il momento di aggiungere il vin santo all'interno della padella, con la fiamma ancora accesa. Un bicchiere abbondante di vino sarà perfetto per condire la zucca che diventerà profumatissima e molto più saporita.

Continua la lettura
46

Immergere la carne cruda nella farina o nell'amido di mais

Mentre la zucca insaporita con il vin santo riposa in padella, con la fiamma spenta, è possibile occuparsi della carne per le scaloppine. Le fette di carne devono essere molto sottili e magre. È necessario passare le fette di carne in un piatto di amido di mais oppure di semplice farina bianca, prima di cuocerle in padella.

56

Cuocere le scaloppine

È ora il momento di cuocere le fette di carne passate nella farina, all'interno di una grande padella con una piccola dose di olio extravergine di oliva e mezzo bicchiere di vin santo, con la fiamma bassa. Dopo circa 2 minuti, è possibile alzare la fiamma e cuocere le scaloppine per ulteriori 10 minuti, rigirandole frequentemente.

66

Servire con erbe ed aromi

Le scaloppine al vin santo sono finalmente pronte. È il momento di servirle a tavola, preparando accuratamente i piatti ed aggiungendo anche la zucca che, intanto, si è riposata ed ammorbidita. Le scaloppine cotte devono essere insaporite con un'ultima spruzzata di vin santo, nella padella ancora calda con la fiamma spenta. In seguito, basta adagiare le fette di carne in ogni piatto, aggiungendo su ogni scaloppina una cucchiaiata di zucca al vin santo ed aromatizzando il piatto con un po' di salvia e rosmarino. Le scaloppine al vin santo con zucca devono essere servite subito dopo la preparazione per consumarle mentre sono ancora calde e fumanti, perfettamente insaporite con il vin santo ed il suo inebriante profumo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Carne

Come preparare le scaloppine alla senape

Con un buon contorno fresco, un piatto di scaloppine è davvero l'ideale per concludere il pasto, lasciando spazio a frutta e dolce. Una ricetta sfiziosa per le scaloppine, da preparare semplicemente per assecondare i gusti della famiglia, può essere...
Carne

Come preparare le scaloppine di vitello

Le scaloppine sono delle fettine di carne molto sottili di vitello, maiale o tacchino che si possono preparare in diversi modi, come ad esempio con il limone, il vino o con il prezzemolo. La ricetta è molto semplice da realizzare, occorrono pochi ingredienti...
Carne

Come fare le scaloppine al limone

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire ed imparare come poter fare le famose scaloppine al limone, in modo tale da poterle servire a tavola e gustarle con i nostri ospiti, i quali gradiranno veramente tanto questo semplice...
Carne

Scaloppine prosciutto cotto e provola

Quello che vi propongo oggi è un secondo piatto tipico della cucina italiana, saporito e gustoso. Molto semplice e veloce da realizzare, sto parlando delle scaloppine prosciutto cotto e provola. Possiamo rispettare la ricetta della tradizione utilizzando...
Carne

Come preparare le scaloppine ripiene

La cucina milanese si basa sui prodotti del territorio, come riso e carne, e annovera numerosi piatti rigorosamente locali. Allo stesso tempo, la città di Milano ha subito nei secoli molte influenze e scambi con altre culture Per questo la cucina è...
Carne

Come preparare le scaloppine ai porri

Le scaloppine ai porri rappresentano senza dubbio un piatto molto particolare ma al contempo molto facile da realizzare. Si tratta di una ricetta che può essere preparata in qualsiasi periodo dell'anno e che non richiede troppo tempo. Nella seguente...
Carne

Come preparare le scaloppine in salsa yogurt

Se avete poco tempo a disposizione per preparare la vostra cena ma volete ugualmente offrire ai vostri ospiti un secondo molto saporito, vi conviene preparare delle scaloppine. Queste, possono essere preparate sia con petti di pollo che con fettine di...
Carne

Ricetta: scaloppine di tacchino alle noci

Le scaloppine di tacchino alle noci risulta essere una ricetta particolarmente gustosa e sfiziosa, infatti è estremamente apprezzata sia dagli adulti che dai bambini. Inizialmente, potreste pensare che l'esecuzione di questa ricetta sia complessa, in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.