Semifreddo della duchessa

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il semifreddo della duchessa chiamato anche stracchino proprio per la sua particolare forma che richiama l'omonimo formaggio, va preparato con dei savoiardi e con l'aggiunta di mascarpone, scaglie di cioccolato, cacao e mandorle. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni consigli su come preparare questo gustoso e raffinato semifreddo.

25

Occorrente

  • 250 g di mascarpone
  • 30 g di gocce di cioccolato fondente
  • 30 g di mandorle pelate
  • 80 g di zucchero
  • 1 bustina di vanillina
  • 6 tazze di caffè
  • Rum q.b.
  • 2 uova
  • Cacao amaro in polvere q.b.
  • 400 g di savoiardi
35

Preparare il caffè

Innanzitutto per iniziare l'elaborazione del dolce, è necessario preparare del caffè ristretto in cui vanno poi bagnati i savoiardi, non prima di averlo corredato di zucchero a piacere e qualche goccio di rum. Il primo passo per preparare un buon semifreddo della duchessa è di separare gli albumi dai tuorli, e unire questi ultimi allo zucchero, dopodichè bisogna montare per bene il composto utilizzando un frullino elettrico o in mancanza uno di tipo manuale.

45

Amalgamare gli ingredienti

A questo punto della preparazione, bisogna unire il mascarpone e mescolare il tutto fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Separatamente si devono montare a neve gli albumi con lo zucchero, e poi unire il tutto ai tuorli e al mascarpone e amalgamare gli ingredienti sempre dal basso verso l'altro per incorporare aria, in modo tale da non smontare i bianchi dell'uovo e dare quindi volume alla crema ottenuta. Adesso prendiamo le mandorle e in un mortaio le riduciamo a graniglia, o in mancanza le tagliamo con una mezzaluna o con un coltello. A questo punto, bisogna rivestire con gli stessi savoiardi uno stampo rettangolare di medie dimensioni. Fatto ciò, all'interno si versa prima la crema con il cacao in polvere e le mandorle, e dopo quella con le gocce di cioccolato fondente. A questo punto, è necessario fare vari strati con altri savoiardi anch'essi inzuppati nella miscela a base di caffè e rum in precedenza preparata.

Continua la lettura
55

Riporre il semifreddo nel frigo

Una volta terminata la preparazione del dolce, bisogna aggiungere in una metà le gocce di cioccolato fondente, e nell'altra le mandorle precedentemente bollite e pelate. Fatto ciò il semifreddo va riposto nel frigo per almeno tre ore, e ricoperto una pellicola trasparente. Trascorso tale tempo, si può servire agli ospiti a porzioni non prima di aver cosparso la superficie con del cacao in polvere di tipo amaro, oppure miscelato con dello zucchero opportunamente reso a velo nel frullatore. Per ottimizzare il gusto del semifreddo della duchessa, l'ideale è aggiungere anche delle altre scaglie di cioccolato fondente, ed accompagnare il tutto con un bicchiere di liquore dolce ai frutti di bosco.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Ricetta: semifreddo di pavesini con cioccolato e mandorle

Il semifreddo è un dolce di facile preparazione ma di grande effetto. La possibilità di prepararlo in largo anticipo ci consente di servirlo in tavola anche dopo pranzi impegnativi. Il semifreddo di pavesini con cioccolato e mandorle è sfizioso e molto...
Dolci

Semifreddo al cocco: ricetta

Il semifreddo al cocco è un dessert al cucchiaio leggero e rinfrescante. Questo viene presentato spesso alla fine di un pranzo o una cena. Semplice da preparare in casa, è delizioso e la vostra fantasia potrà suggerirvi i più svariati sapori da aggiungere...
Dolci

Ricetta: torta semifreddo al caffé e cioccolato

Il semifreddo è un dolce al cucchiaio da gustare soprattutto nelle calde giornate estive. La torta semifreddo stupisce il palato per il suo sapore unico, ma anche per la sua freschezza. Si tratta di una ricetta facile e veloce da preparare nella nostra...
Dolci

Ricetta: semifreddo alla melagrana

D'estate è sempre piacevole accompagnare ad una cena abbondante un rinfrescante semifreddo. Il semifreddo è un dolce molto apprezzato in quanto soddisfa le papille gustative e favorisce una corretta digestione. Naturalmente può essere preparato impiegando...
Dolci

Come preparare il semifreddo al caffè con panna e vaniglia

In estate i dessert preferiti sono quelli freddi. Tanto che, il gelato e il semifreddo vengono sempre inseriti nel menù. Il semifreddo è una composizione che viene utilizzata maggiormente. Infatti, oltre a poterlo gustare semplice si può adoperare...
Dolci

Ricetta: semifreddo al caffè

Il semifreddo è un goloso dessert che si accompagna a numerosi menù, dai più semplici ai più elaborati. Gli ingredienti possono variare a seconda del tipo di semifreddo. Comunque, in genere si utilizza un mix di creme. Questo tipo di dolce si differenzia...
Dolci

Come preparare il semifreddo al torrone

Il semifreddo al torrone è un dolce molto gustoso. Potete mangiato in qualsiasi periodo dell'anno, non solo in quelli più caldi. Inoltre, è un alimento che piace a tutta la famiglia, agli adulti come ai più piccoli. Preparare la ricetta di questo...
Dolci

Come preparare il semifreddo di mascarpone e fichi

Per un pranzo o una cena speciale non deve mai mancare il dolce. Questo non va soltanto pensato in base al menù scelto. Ma occorre riuscire a renderlo unico, magari preparando un dessert fresco e originale. Uno dei più insoliti è senza alcun dubbio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.