Strudel di mele con pistacchi: la ricetta

Tramite: O2O 28/06/2017
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

La ricetta dello strudel di mele con pistacchi è perfetta se desiderate un dolce classico ma dal gusto inconfondibile. La pasta croccante dello strudel si accosta ad hoc alla morbidezza delle mele e della confettura. Questo dolce sarà l'ideale per iniziare al meglio la giornata con una colazione deliziosa e nutriente.

26

Occorrente

  • 150 gr farina
  • 80 ml acqua
  • 10 ml rum
  • 4 mele golden
  • 2 cucchiai di confettura di albicocche
  • 30 gr pistacchi
  • 30 gr zucchero
  • 50 gr uvetta
36

La preparazione della pasta

In una terrina, versate la farina setacciata, l'acqua e un cucchiaino di olio extravergine di oliva. Aggiungete poi un po' di rum, un pizzico di sale e una spolverata di cannella. Mescolate gli ingredienti aiutandovi con un cucchiaio di legno. Infarinate il piano di lavoro e impastate il tutto energicamente. Lavorate la pasta fino ad ottenere una consistenza liscia e compatta, priva di grumi. Formate una palla e avvolgetela con un foglio di pellicola trasparente. Sistemate l'impasto nel frigorifero e lasciatelo rapprendere per almeno un paio di ore.

46

Il ripieno

Preparate ora il ripieno per lo strudel di mele con pistacchi. Sbucciate le mele e tagliatele a spicchi sottili. Lavate e asciugate le fettine con un canovaccio. Scaldate in una pentola antiaderente un filo di olio extravergine di oliva. Soffriggetevi un po' di margarina vegetale. Aggiungete poco per volta lo zucchero di canna, che andrà così a caramellarsi. Buttate in padella le fettine di mela e irroratele con il succo di limone. Se desiderate, aromatizzate il ripieno dello strudel di mele con pistacchi con della cannella. Cuocete per una decina di minuti, in modo che le mele si ammorbidiscano. A metà cottura, versate il liquore e alzate la fiamma per qualche minuto. Nel frattempo, immergete l'uvetta in una ciotola riempita con acqua e rum. Dopo venti minuti, scolatela e unitela alle mele in padella. Proseguite la cottura per altri cinque minuti, poi trasferite il tutto in una terrina. Qui andrete ad incorporare i pistacchi tritati finemente.

Continua la lettura
56

La preparazione dello strudel e la cottura

Trascorso il tempo necessario, estraete la pasta dal frigorifero e stendetela con un mattarello. Aiutandovi con un coltello, ricavate un rettangolo. Imburrate una teglia per strudel e ricopritela con la carta da forno. Adagiate con delicatezza la base dello strudel. Cospargete la pasta con la confettura di albicocche. Successivamente, distribuite la farcitura di mele su una delle due metà del rettangolo di pasta. Ora non vi resta che chiudere lo strudel ripiegando il lembo di pasta privo di farcitura. Cuocete il dolce nel forno per 30 minuti a 125 gradi. Prima di servire lo strudel, attendete che si raffreddi completamente. Per la ricetta dello strudel di mele con pistacchi è consigliato un vino bianco frizzante fresco, che ne esalterà il gusto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come fare lo strudel ai pistacchi

Lo strudel è un dolce a base di una pasta sottilissima, con un ripieno interno ed è strettamente associato alla cucina austriaca e tedesca. Probabilmente il più famoso tipo di strudel è lo strudel di mele con un ripieno di mele, uvetta e cannella....
Dolci

Ricetta: strudel di zucca e mele

Se si vuole preparare un dolce dalla nota salata si può provare il famoso strudel. Si tratta di una ricetta tipica dell'Austria, dove una deliziosa pasta sfoglia avvolge un ripieno dolce e succulento. Il più famoso è sicuramente lo strudel di mele,...
Dolci

Ricetta: torta di mele e pistacchi

Forse non tutti sanno che la torta di mele, sicuramente uno dei dolci più famosi, ha origini anglosassoni.La torta di mele nasce intorno al 1600 quando era necessario cuocere i cibi per allungarne la conservazione e le mele, cotte in forno, venivano...
Dolci

Strudel di fichi e mele

Se siete alla ricerca di uno di quei dolci strepitosi che si preparano in poco tempo e che può preparare anche chi non è un'esperta pasticcera, lo strudel fa sicuramente al caso vostro. Lo strudel è originario dell'Austria ed è un dolce sì semplice,...
Dolci

Ricetta: strudel di fragole

Lo strudel di fragole è una delle varianti estive del più classico strudel di mele, dolce tipico della tradizione altoatesina. La facilità di preparazione di questo dessert lo rende adatto anche per gli inviti dell'ultimo momento, così da non presentarsi...
Dolci

Ricetta: strudel al cioccolato e noci

Vedremo in questa guida oggi come fare la ricetta dello strudel al cioccolato e noci. Tale dolce è originario delle zone dell'Impero Bizantino, conosciuto tutt'oggi in ciascuna parte del mondo. In Italia è principalmente diffuso nelle zone che in passato...
Dolci

Ricetta: strudel di zucca e amaretti

La pasta sfoglia è un impasto di straordinaria tecnica e di grande bontà; si adatta benissimo sia per il salato che per il dolce. Nella guida che segue vi sarà spiegato come preparare la ricetta dello strudel di zucca e amaretti. In particolare, i...
Dolci

Ricetta: strudel di ricotta e uvetta

Una variante golosa allo strudel classico alle mele è sicuramente lo strudel con la ricotta e l'uvetta sultanina. Questo particolare dolce ha un aroma inconfondibile e avvolgente. Preparare lo strudel di ricotta e uvetta sultanina sarà semplicissimo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.