Tajine di agnello con patate e capperi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come preparare nel migliore dei modi il tajine di agnello con patate e capperi. È un secondo piatto veramente gustoso, non è particolarmente complicato, ma richiede sicuramente un po' di tempo, inoltre risulta essere ideale per il pranzo della domenica con amici e parenti. Se non si disponesse dei capperi, c'è sempre la variante di questa ricetta che prevede l'utilizzo dei carciofi.

26

Occorrente

  • agnello, patate, cous cous, capperi o carciofi, coriandolo, zenzero, pepe nero, olio extravergine d'oliva, cipolla, aglio
36

Dopo essersi accertati di avere tutti quanti gli ingredienti necessari per questo tipo di ricetta, prendere le patate, pelarle e quindi tagliarle a metà, facendo in modo di ottenere degli spicchi grossi. Successivamente, mettere le patate a bagno in acqua fino a che non arriverà il momento di utilizzarle. Tagliare la cipolla a spicchi dopo averla pelata, poi pulire l'aglio.

46

A questo punto, posizionare lo spargi fiamma sul fornello, quindi metterci sopra la pentola per il tajine. Aggiungere un po' d'olio extravergine d'oliva ed accendere la fiamma. Attendere che l'olio sia ben caldo, quindi mettere sia la cipolla che l'aglio. Lasciare cuocere a fuoco medio per alcuni minuti e poi unire al tutto lo zenzero, il cumino ed infine il peperoncino. Mescolare accuratamente il tutto.

Continua la lettura
56

Dopo aver alzato un po' la fiamma, non si dovrà fare altro che a disporre l'agnello nella pentola. Lasciare che l'agnello medesimo possa rosolare assumendo colore, quindi versare un po' di brodo vegetale bollente e coprire il tutto servendosi di un coperchio. Si dovrà dunque abbassare la fiamma e lasciar cuocere l'agnello per il tempo minimo di mezz'ora. Non appena sarà trascorso questo intervallo di tempo, disporre nel tajine sia le patate che i capperi (o i carciofi) ed aggiungere tutto il brodo vegetale rimasto. Fare attenzione affinché quest'ultimo non fuoriesca dal bordo del tajine, altrimenti succederà che non appena si chiuderà con il coperchio, il liquido colerà fuori. Lasciare cuocere il tutto a fuoco basso per un'ulteriore mezz'ora.

66

Trascorsa quest'altra mezz'ora, cospargere sia con il coriandolo che con il pepe nero macinato, quindi aggiungere un po' di succo di limone. Lasciar cuocere per un altro quarto d'ora, spegnere la fiamma e poi lasciare riposare il tajine di agnello per circa dieci minuti. Ora, sarà possibile servirlo in tavola a tutti quanti i commensali. Ricordarsi che, durante la fase di cottura, per far sì che questo piatto sia veramente originale, bisognerà assolutamente preparare il cous cous e quindi cuocerlo, aggiungendo a quest'ultimo l'olio extravergine d'oliva e la quantità sufficiente di sale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Le migliori Tajine a Marrakech

Se avete deciso di fare un viaggio in Marocco e di visitare la sua splendida capitale Marrakech, non potevate fare una scelta migliore: Marrakech è una città magica, affascinante e sensuale, con un'infinità di cose da visitare, sia di giorno che di...
Cucina Etnica

Come fare il tajine

Con il termine "Tajine" si indica il caratteristico tegame in terracotta con i bordi rialzati ed il coperchio a punta usato nel sud del Marocco per cucinare deliziose pietanze. Questo contenitore da il nome anche a diverse ricette a base di pollo, di...
Cucina Etnica

Ricetta: tajine di manzo e verdure

Se siete alla ricerca di una ricetta esotica, originale e molto gustosa, il tajine di manzo accompagnato da verdure rappresenta un piatto che davvero è sempre in grado di stupire anche l'ospite più esigente. Il suo inconfondibile sapore, diretta emanazione...
Cucina Etnica

5 idee per organizzare una cena marocchina

Siete amanti della cucina araba, in particolare di quella marocchina e avete voglia di proporre un menù a base di pietanze marocchine per una cena a tema ma non conoscete i piatti tipici della cucina marocchina?! Niente paura! Grazie ai nostri consigli...
Antipasti

3 ricette con la curcuma

La curcuma è una delle spezie più utilizzate nei paesi indiani. Il suo colore giallastro, la rende un perfetto colorante naturale e il suo sapore riesce a donare un forte aroma ad ogni nostro piatto che vogliamo gustare. Proprio per questo, vi proporrò...
Carne

Tajine di pollo e verdure

La tradizione culinaria di tutto il mondo è ricca di ricette tipiche di ogni zona del globo terrestre. Non tutte però sono buone come altre. È anche vero, però, che i nostri gusti non sono necessariamente uguali a quelli di altre persone; basti pensare...
Consigli di Cucina

Come usare la tajine

Il lato interessante e coinvolgente della cucina non è solo quello che solletica il palato. Ciò che rende la passione per i fornelli così speciale è l'enorme varietà di ricette e metodi di cottura. La cucina italiana è sicuramente tra le più varie...
Primi Piatti

RIcetta: tajine vegetariano

Tajine è una parola di origine marocchina che sta ad indicare una particolare pentola, in cui vengono cucinate diverse pietanze tipiche delle regioni del nord Africa. La particolarità di questo utensile da cucina, si trova nella forma e nel materiale....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.