Trofie con zucca e nocciole

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La natura ci regala in determinati periodi dell'anno alcuni prodotti che opportunamente elaborati, ci consentono di creare dei piatti davvero deliziosi. In autunno infatti troviamo le nocciole e la zucca, che insieme possono diventare un ottimo condimento per svariati tipi di pasta. In riferimento a ciò, ecco quindi una guida su come preparare le trofie con zucca e nocciole.

26

Occorrente

  • Farina, acqua e sale (trofie)
  • Zucca 200 gr
  • Dado vegetale 1
  • Rosmarino q.b
  • Sale grosso q. b
  • Olio extravergine d'oliva 50 ml.
  • Nocciole a graniglia 80 gr.
  • Pecorino grattugiato 40 gr.
  • Prezzemolo tritato q.b.
36

Preparare le trofie

Per preparare questo delizioso primo piatto che prevede un condimento a base di nocciole e zucca, bisogna acquistare la pasta e nello specifico le trofie. In riferimento a queste ultime, va sottolineato che nei supermercati e nei negozi di alimentari in genere sono disponibili sia secche che fresche. Tuttavia è possibile anche prepararle in casa con farina, sale ed acqua. In questo caso la procedura è simile a quella con cui si elaborano altri tipi di pasta fresca, con la differenza che il serpentello creato con l'impasto alla fine viene spezzettato, e sagomato di forma elicoidale con il semplice uso delle dita.

46

Elaborare il condimento

Una volta preparate le trofie fresche, le riponiamo sul ripiano di un tavolo coprendole con una tovaglia. Nel frattempo ci dedichiamo all?elaborazione del condimento, per cui prendiamo la zucca e dopo averla lavata accuratamente, eliminiamo i semi e la buccia e la tagliamo a cubetti. A questo punto la mettiamo in una padella (preferibilmente un wok), in cui aggiungiamo un filo d?olio extravergine d?oliva e un dado vegetale. Verso metà cottura nella zucca versiamo anche del rosmarino, continuando a lasciarla sul fuoco per altri 15 minuti circa e tenendo l?accortezza di livellare la fiamma al minimo. Una volta cotta quando cioè la zucca appare morbida e vellutata, possiamo spegnere la fiamma e dedicarci ala cottura della pasta.

Continua la lettura
56

Lessare e condire le trofie

Con la preparazione delle trofie e del sugo a base di zucca, non rimane che lessare la suddetta pasta e poi condirla. La procedura prevede quindi la cottura in acqua bollente, con l'aggiunta di sale grosso e per circa 7 minuti. Nel frattempo prendiamo delle nocciole già sgusciate, e le schiacciamo con un batticarne fino a ridurle in graniglia, dopodiché le riponiamo in una ciotola dove versiamo anche del pecorino grattugiato. Trascorso il tempo di cottura delle trofie le scoliamo (al dente) e le condiamo con la zucca. A questo punto possiamo impiattarle, e su ogni portata versiamo un cucchiaio da tavola del mix di pecorino e nocciole. Per ottimizzare il risultato, su ogni singolo patto versiamo anche del prezzemolo finemente tritato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Trofie ai fiori di zucca, cozze e zafferano

In questa guida ci occuperemo di cucina, attraverso la ricostruzione di una ricetta davvero ottima. Andremo a spiegare la preparazione delle trofie ai fiori di zucca, cozze e zafferano.Un piatto ottimo, semplice da fare, che proveremo a rendere ancora...
Primi Piatti

Ricetta: trofie al forno con salsiccia zucchina e provola

Se volete portare in tavolo un piatto completo, provate a fare le trofie al forno con salsiccia, zucchina e provola. Questo è un formato di pasta particolare, che si può condire in molti modi. Inoltre, ha una consistenza tale da riuscire a mantenersi...
Primi Piatti

Ricetta: trofie con pancetta, noci e gorgonzola

Per un primo piatto veloce e goloso, la ricetta delle trofie con pancetta, noci e gorgonzola è l'ideale. Il sapore avvolgerà morbidamente il palato dei nostri commensali. Mentre il gusto piccante del gorgonzola si fonderà perfettamente con quello dolce...
Primi Piatti

Ricetta: trofie con zucchine e speck

Le trofie sono un tipo di pasta alimentare sottile, di forma allungata ed attorcigliata di origine ligure. Simili a trucioli di legno, le trofie trovano nel termine genovese strufuggià ("strofinare") la propria origine etimologica: tale termine indica...
Primi Piatti

Trofie al pesto di peperoni

Le trofie sono il tipo di pasta che meglio si adatta ad essere preparate con il pesto per tradizione. La tradizione, tra l'altro, prevede che il pesto sia preparato a base di basilico, pinoli, parmigiano, olio extravergine di oliva ed aglio. Ultimamente,...
Primi Piatti

Ricetta: trofie con salsiccia, pomodorini e porcini

Se si pensa alla gastronomia ligure, non si può non pensare alle trofie: tipiche infatti di questa regione, le trofie sono un tipo di pasta fresca adattissime ad esaltare e a catturare al loro interno qualsiasi condimento o salsa proprio grazie alla...
Primi Piatti

Ricetta: trofie al pesto di lattuga e noci

Le trofie sono un formato di pasta proveniente dalla Liguria. Vengono preparate con la farina di grano duro e con l'acqua. Le trofie tengono molto bene la cottura e sono ottime da gustare accompagnate con svariati condimenti. Uno di questo sicuramente...
Primi Piatti

Trofie al pesto di broccoli e noci

Le trofie al pesto di broccoli e noci sono un primo appetitoso e super nutriente. Nati da un mix azzeccatissimo di pasta con condimento cremoso e saporito, sono capaci da soli di placare una fame da leoni. La ricetta che dovete preparare ha come ingrediente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.