Vellutata di nocciole: ricetta

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
Vellutata di nocciole: ricetta
15

Introduzione

La ricetta della Vellutata di nocciole è un piatto perfetto per la stagione autunnale. Nella nostra versione, fanno capolino anche i carciofi e le patate. Il mix di verdure è davvero perfetto per un pasto completo e gustoso. Provatelo anche tiepido come delizioso antipasto, magari accompagnato da crostini speziati. La preparazione è di media difficoltà e richiede un'ora di tempo circa.

25

Occorrente

  • 50 gr nocciole
  • 3 carciofi
  • 100 gr di burro
  • 2 patate
  • sedano
35

La preparazione delle verdure

Per preparare la Vellutata di nocciole occorre pulire prima tutte le verdure. Iniziate dai carciofi. Se possibile, acquistateli freschi e non surgelati. Con un coltellino affilato, eliminate le foglie più esterne e dure. Togliete poi la parte interna, il cosiddetto 'fieno'. Fatto questo, tagliateli a fettine sottili. Versate in una ciotola dell'acqua e il succo di un limone intero. Immergete quindi le fette di carciofo. Questo trucchetto serve ad evitare che i carciofi diventino neri. Nel frattempo, lavate la cipolla, il sedano e le patate. Sbucciate le verdure e tagliatele a fette molto sottili. In una teglia, rosolate il sedano e la cipolla con una noce di burro e un filo di olio. Dopo qualche minuto, unite le patate e i carciofi.

45

La cottura del brodo di verdure

Proseguite con la ricetta della Vellutata di nocciole con la cottura del brodo di verdure. In una pentola capiente, trasferite le verdure rosolate in precedenza. Aggiungete abbondante acqua salata. Cuocete il tutto a fiamma media per una ventina di minuti. Trascorso il tempo necessario, aggiungete un cucchiaio di panna, in modo che il brodo della Vellutata di nocciole si rapprenda. Proseguite con la cottura per altri tre o quattro minuti.

Continua la lettura
55

L'aggiunta delle nocciole

Tostate poi le nocciole con il burro. Rosolatele con qualche fetta di carciofo che avrete messo da parte precedentemente. Unite il trito al resto degli ingredienti. Aiutandovi con un mixer, frullate il tutto. Dovrete ottenere una consistenza liscia e cremosa, tipica della Vellutata. Se necessario, aggiustate la Vellutata di nocciole con sale e pepe. Trasferite la pietanza in fondine. Insaporite la vostra vellutata con qualche nocciola tritata al momento e un filo di olio extravergine di oliva. Per la ricetta della Vellutata di nocciole è consigliabile un vino bianco fermo e servito a temperatura ambiente. Non dimenticate i crostini, magari al peperoncino o all'erba cipollina. Daranno quel tocco in più alla vellutata. La pietanza può essere conservata in frigorifero per massimo due o tre giorni. Prima di consumarla, ricordatevi di toglierla dal frigorifero almeno venti minuti prima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: vellutata di zucchine e piselli

L'inverno è la stagione perfetta per gustare deliziose vellutate, creme o zuppe da servire caldissime. In particolare, la vellutata di zucchine e piselli è un goloso primo a base verdure, arricchito con un pugno di riso, che dona cremosità e consistenza...
Primi Piatti

Ricetta: vellutata di broccoli e taleggio

Cosa c'è di meglio in una fredda e cupa giornata d'inverno di un piatto che riscaldi il corpo e gratifichi il palato? Una vellutata è quello che fa al caso nostro, e perché non scegliere una verdura di stagione ed abbinarla ad un formaggio dal sapore...
Primi Piatti

Ricetta: vellutata di cipolle e patate

Cremosa e delicata, la vellutata è una ricetta semplice da preparare. Perfetta come piatto unico, soprattutto nei periodi più freddi dell'anno, accompagnata da croccanti crostini di pane. Una vera delizia adatta anche ai più piccoli. Le vellutate possono...
Primi Piatti

Ricetta: vellutata di fagiolini

Nei regimi alimentari ipocalorici, i fagiolini occupano da sempre un posto d'onore. La loro coltura, infatti, avviene prima della piena maturazione e ciò riduce drasticamente l'apporto calorico dei fagiolini nella dieta di tutti i giorni. Al contempo,...
Primi Piatti

Ricetta: vellutata di cipollotti

La vellutata di cipollotti è una deliziosa zuppa depurativa, ideale da gustare calda nei freddi periodi autunnali ma, servita fredda, è indicata anche come benvenuto nelle raffinate cene estive. La preparazione richiederà circa un'ora, tuttavia l'ottimo...
Primi Piatti

Ricetta: vellutata di porri e patate

La vellutata di porri e patate è un primo piatto dal sapore unico e genuino. La cremosità delle patate si mescola gradevolmente con la sapidità dei porri, per un risultato sublime. Si tratta di una ricetta semplice, preparata con ingredienti sani...
Primi Piatti

Ricetta: vellutata di cavolfiore e carote

La vellutata è una crema di verdure ricca di vitamine e sali minerali, nutriente e dal sapore delicato. È una pietanza da gustare calda, nei freddi giorni invernali. Si può servire come primo piatto ed è indicata anche per realizzare un menù vegano....
Primi Piatti

Ricetta: vellutata di carote

Con l'arrivo dell'estate ed in conseguente aumento delle temperature, non si ha voglia di mettersi ai fornelli per fare da mangiare. Ecco allora che servire una vellutata di carote tiepida, metterà d'accordo anche gli ospiti più esigenti. Una ricetta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.