Vini aromatizzati: come sceglierli

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Gustare un buon calice di vino, rosso o bianco, è il modo migliore per accompagnare una pietanza prrelibata o per passare qualche momento di allegria e spensieratezza con gli amici. Sia che lo si voglia bere durante i pasti sia che lo si utilizzi come aperitivo, meglio se caratterizzato in questo caso dalle bollicine, il vino deve essere scelto con attenzione. Una delle categorie di vini maggiormente apprezzata nell'ultimo periodo è quella deivini aromatizzati: scopriamo insieme come sceglierli.

24

Cosa si intende per vini aromatizzati

Per vini aromatizzati intendiamo quei vini che si ottengono miscelando un vino base, caratterizzato da una base neutra e da una percentuale alcolica di almeno 10 gradi, con alcol etilico gustoso o con acquavite, zucchero ed estratti di erbe e spezie. L'alcol etilico o l'acquavite svolgono la funzione di rafforzare la struttura del vino portando il grado alcolico almeno al 16%; lo zucchero invece ha il compito di attenuare il sapore amaro che deriva dall'utilizzo di erbe e spezie che rendono il vino dal sapore unico. Spesso il mix di erbe e spezie utiluzzato deriva da anni di esperienza del produttore che tende anche a mantenere la segretezza sulla ricetta.

34

Quali sono i vini aromatizzati

I vini aromatizzati maggiormente conosciuti sono il Vermut e il Barolo Chinato. Il Vermut è conosciuto fin dalla fine del 1700 e l'origine del nome deriva dal termine di lingua tedesca del componente principale utilizzato per ottenere questo vino: l'artemisia. Si associano ovviamente anche altre erbe aromatiche come camomilla, salvia, Melissa, fino, finocchio e molte altre. Il Vermut originale è di colore rosso mentre agli inizi del 1900 la casa produttrice Gancia iniziò a produrre la variante di colore bianco. Oggi questo viene identificato con la principale azienda vinicola produttrice: Martini. Molto raffinato è il Barolo Chinato che parte dall'eccellente vino piemontese Barolo cui viene aggiunto alcol, zucchero, erbe e china. In particolare la china calissaia, ottenuta mettendo in infusione fiori e cortecce, è il componente essenziale del Barolo Chinato cui vengono aggiunti anche rabarbaro, chiodi di garofano, coriandolo, cannella, vaniglia e molte altre.

Continua la lettura
44

Come scegliere i vini aromatizzati

Scegliere uno o l'altro dei principali vini aromatizzati dipende molto da quelli che sono i propri gusti personali. In linea di massima il Vermut viene gustato soprattutto all'ora dell'aperitivo o con antipasti ricchi di stuzzichini, patatine e olive. È molto apprezzato come base per preparare i principali cocktail alcolici. Il Barolo Chinato in virtù del suo retrogusto dolce è particolarmente indicato in abbinamento a dolci e dessert e con il cioccolato fondente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come classificare vini

Se state pensando che i vini sono tutti uguali, e se credete che, per ciascuna occasione può andare bene qualsiasi tipo di vino basta che si beva, e se ancora credete che l'unica caratteristica di ciascuno sia il sapore e colore, c'è veramente il bisogno...
Vino e Alcolici

i 5 migliori vini rossi francesi

I vini francesi corrispondono a prodotti di pregevole fattura. Tutto il mondo li conosce per il loro gusto inconfondibile. Alcuni di questi vini provengono da chateau di altissimo livello. Alcune bottiglie, se battute all'asta, possono arrivare fino ad...
Vino e Alcolici

Guida ai vini con bassi livelli di solfiti

I bassi livelli di solfiti naturalmente presenti nel vino sono frutto della fermentazione. Alcuni produttori di vino ne aggiungono ancora di più con lo scopo di migliorarne il sapore,. Invece, nella maggior parte dei paesi produttori, i vini devono riportare...
Vino e Alcolici

Guida ai vini campani

La Campania è nota nel mondo per essere terra di sole, di archeologia, musica e storia. È conosciuta per il Vesuvio, la pizza, il mandolino ma anche per i suoi vini eccellenti. La tradizione dei vini campani risale all'antichità classica quando prima...
Vino e Alcolici

I migliori vini del Lazio

Il vino è un prodotto che viene ottenuto dalla fermentazione dell'uva. Questa ha una notevole importanza e il vino va preparato con molta attenzione. Infatti, durante i processi di vinificazione, per ogni genere di vino vanno rispettate delle regole...
Vino e Alcolici

Guida ai migliori vini italiani

Uno dei settori nei quali l'Italia può vantare una posizione di primato è indubbiamente quello della produzione vinicola. Molti vini godono, infatti, di una fama indescrivibile dovuta all'eccellenza del prodotto. La particolare posizione geografica,...
Vino e Alcolici

Come abbinare i vini ai dolci

I principi con il quale si abbina un vino al cibo sono da relazionare alla sensazione olfattiva e gustativa che evocano sia i cibi che le bevande e il risultato è che nell'abbinamento ci deve essere un certo equilibrio. Ci sono regole precise che dirigono...
Vino e Alcolici

Come consigliare i vini

Alcuni paesi, fra i quali includiamo a pieno diritto l'Italia, possono vantare una tradizione vinicola centenaria e impareggiabile. Quando si tratta di consigliare i vini per un pasto in un ristorante Italiano c'è solo il proverbiale imbarazzo della...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.