Zuppa polacca ai funghi con panna acida

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se di recente abbiamo fatto un viaggio in Polonia e ci mancano alcune pietanze locali che abbiamo gustato, possiamo farle in casa senza trascurare nessuno degli ingredienti originali. A tale proposito ecco una guida, in cui spieghiamo dettagliatamente come preparare una zuppa polacca ai funghi con panna acida.

25

Occorrente

  • Funghi 300 gr.
  • Patate 300 gr.
  • Carote 150 gr.
  • Broccoli 100 gr.
  • Dado 2
  • Senape 50 ml.
  • Olio di mais 50 ml
  • Panna acida 50 ml.
  • Crostini 100 gr.
  • Paprika 20 gr.
35

In Polonia esiste soltanto la panna da cucina, ma in compenso ci sono quasi tutte le comuni verdure e tra queste i funghi. Nella zuppa polacca questi ultimi, vengono molto utilizzati per preparare una genuina e gustosissima zuppa, di cui nei passi successivi ci apprestiamo a descrivere le modalità di preparazione.

45

Per prima cosa la sera o anche di buon mattino, prepariamo un brodo magari di carne oppure con un dado, dopodichè ci apprestiamo a pulire accuratamente i funghi (ideali i porcini), eliminando le parti più dure e dividendoli in tante fettine sottili. Fatto ciò, peliamo delle carote tagliandole poi a rondelle, e la stessa cosa facciamo con le patate che prima peliamo e poi riduciamo in piccoli cubetti. A questo punto, sbucciamo degli agli lasciandoli però interi, in modo che in questo stato li mettiamo in una padella con l’olio di mais, e li rosoliamo per circa 3-4 minuti, dopodichè aggiungiamo le patate, le carote e i funghi. Adesso prendiamo il brodo preparato in precedenza, e lo versiamo sul composto in modo che venga ricoperto per intero. A questo punto, il tutto lo portiamo all’ebollizione, lasciandolo poi successivamente cuocere a fiamma bassa per almeno altri 15 minuti. Trascorso tale tempo senza spegnere la fiamma, agli ortaggi uniamo anche delle piccole cime di broccoli e della senape, mescolando poi accuratamente per amalgamarli a dovere, e lasciando cuocere ancora per altri 15 minuti circa.

Continua la lettura
55

A questo punto, alla fine della cottura della zuppa ormai perfettamente amalgamata e ricca di sapore, possiamo unire la panna acida mescolando energicamente. Terminata definitivamente la cottura, spegniamo il fuoco, copriamo il tutto con il coperchio e lasciamo riposare per circa un paio di minuti, prima di servire la zuppa calda. Per massimizzare il risultato, possiamo accompagnarla con dei crostini, oppure con degli gnocchetti di farina precedentemente preparati. Infine volendo ottimizzare il gusto specie se si tratta di consumare la zuppa in un periodo piuttosto freddo dell'anno, possiamo aggiungere della paprika in polvere che oltre ad esaltarne il gusto, dona anche un senso di calore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Zuppa polacca ai cetrioli in salamoia

L'inverno è la stagione perfetta per preparare e gustare in compagnia un'ottima zuppa calda, ricca di sostanze nutrienti per l'organismo e, naturalmente, di sapori e profumi inebrianti. Ecco una ricetta inusuale ed originale per una zuppa dai sapori...
Primi Piatti

Ricetta: tagliatelle alla panna acida

In questa guida si desidera proporre la realizzazione di una nuova ricetta del tutto originale ed anche molto ma molto buona, da gustare in compagnia di amici e parenti. Nello specifico si cercherà di imparare come poter preparare delle gustose tagliatelle...
Primi Piatti

Zuppa di patate e funghi

Se l'inverno è alle porte e volete gustare qualcosa di buono e tradizionale del periodo non vi resta che preparare una bella zuppa. In particolare l'autunno è il periodo dei funghi e non c'è niente di meglio che una bella zuppa di patate e funghi....
Primi Piatti

Come preparare la zuppa di funghi

Durante l'inverno quando si ha voglia di preparare un buon piatto caldo ma non si sa cosa fare si può senza dubbio optare per una gustosa zuppa di funghi. Si tratta di una ricetta davvero deliziosa e abbastanza facile da cucinare. La zuppa di funghi...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa con funghi e castagne

Esistono dei cibi prelibati che riescono ad arricchire molti piatti. I funghi e le castagne fanno parte di questa lunga lista. Infatti, con questi alimenti si possono preparare un'infinità di ricette. Pregiati e profumati i primi, più economici e delicati...
Primi Piatti

Come preparare le tagliatelle con panna e funghi

Facili, veloci e sfiziose, le tagliatelle con panna e funghi rappresentano un primo piatto sicuramente gradito. A tavola si presentano anche molto bene. La cremosità del condimento risulta invitante ed appetitosa, già dal primo impatto visivo. Le tagliatelle...
Primi Piatti

Ricetta: zuppa di funghi e salvia con bacon

Per confortare il palato nelle fredde giornate invernali, non c'è niente di meglio che una succulenta zuppa a base di funghi misti. Quella che vi proponiamo nella seguente guida è insaporita dal bacon, e aromatizzata alla salvia fresca. Un connubio...
Primi Piatti

Come preparare i tortellini con panna e funghi

I tortellini con panna e funghi sono una delle ricette più gustose e delicate per un primo piatto versatile, adatto ad ogni menu ed anche ai palati più esigenti e sofisticati. Preparare i tortellini con panna e funghi è molto semplice e sarà possibile...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.